articoli di psicologia della Dott.ssa Loredana Ragozzino

risposte dello specialista Loredana Ragozzino

 243  risposte
  Vis. Profilo

Ansia e depressione

Apri domanda

Gentile utente, l'ansia si manifesta sotto varie forme e da quel che racconta mi sembra che all'ansia si associno degli attacchi di panico. So che non sta bene e il fatto di chiedere aiuto è un buon segno di voler raggiungere un benessere maggiore. Le faccio presente che lo Psicologo e o Psicoterapeuta non puo' prescrivere farmaci, anche se li conosce, ma puo' farlo lo Psichiatra o il suo medico di base. Vista questa ansia cosi forte che la strema, provi a recarsi da sola dal suo medico di famiglia visto che è maggiorenne, gli spieghi senza timori il suo stato e chieda se è il caso o meno di prendere un ansiolitico. Non dice da quanto tempo ha questa sintomatologia, ma in ogni caso le consiglierei di rivolgersi a uno specialista nel settore che la aiuti a fare un percorso terapeutico. Non esiti a contattarmi se ha qualche dubbio. Cordiali saluti. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (An)...

Problemi interpersonali

Apri domanda

Cara Maria Giovanna, nelle sue parole percepisco dolore e difficoltà. Non dice la sua età e da quanto tempo ha questo problema di relazione. C'è qualcosa del passato che lo ha scaturito? C'è sempre una soluzione a tutto, mi creda. Solo il fatto che lei ha scritto chiedendo aiuto è un ottimo passo. Se ha bisogno di chiarimenti non esiti a contattarmi. Cordialmente. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (An)...

Capire qual è la scelta giusta

Apri domanda

Cara Elena, credo che lei necessiti di fare chiarezza nelle sue emozioni. In poche righe non è semplice capire la storia di una vita. Le consiglio di contattare un collega affinchè possa comprendere bene cio' che davvero vuole e riesca sciogliere i suoi dubbi. La saluto cordialmente. D.ssa Loredana Ragozzino...

Carenza di intimità

Apri domanda

Salve Angela. E' sempre difficile comprendere una situazione con pochi dati a disposizione. Da quel che racconta la problematica non è sua ma del suo compagno. Ovviamente quando si è una coppia le gioie e o i problemi si condividono. Non esistono mai colpe, ma delle strade piu' difficili da percorrere a volte. Sarebbe necessario fare una raccolta anamnestica per ricostruire entrambi i vostri vissuti, e questo necessita di una consulenza piu' approfondita. Se ha altre domande non esiti a contattarmi. Cordiali saluti. D.ssa Loredana Ragozzino...

Blocco sessuale?

Apri domanda

Salve Luana, senza dubbio questo suo amico intimo ha un problema che nel tempo si è radicato ulteriormente. Ma lei non puo' aiutarlo se lui non vuole, la motivazione a star meglio e a vivere una relazione sana a livello emotivo, sentimentale e sessuale, deve nascere da lui. Lei già fa molto dandogli imput, ma il resto dovrà farlo lui cercando aiuto e iniziare un percorso psicologico e o psicoterapeutico. Saluti cordiali. D.ssa Loredana Ragozzino...

Infelicità

Apri domanda

Condivido e appoggio la risposta della collega D.ssa Bua. Rivolgersi a uno Psicologo l'aiuterà a trovare gli strumenti piu' idonei e funzionali per raggiungere un benessere che giustamente le desidera. Per qualsiasi domanda non esisti a contattarmi. Cordialmente. D.ssa Loredana Ragozzino...

Ex ragazzo

Apri domanda

Cara Alessandra, comprendo il suo stato di dolore, la fine di una relazione è equivalente a un lutto vero e proprio che necessita di tempo affinchè venga elaborato. Provi a prendere in considerazione di rivolgersi a uno specialista nel settore psicologico. Lei si trova in un momento di forte crisi e ha bisogno di un supporto per affrontare questo periodo e a ritrovare per gradi la sua autostima, senza forzarsi a nuove frequentazioni a cui non è affatto pronta. Per qualsiasi domanda rimango a disposizione. D.ssa Loredana Ragozzino...

Agarofobia che mi ha portato alla depressione

Apri domanda

Caro Stefano, il suo sfogo scritto è una palese richiesta di aiuto. Ha bisogno di fare chiarezza su svariati aspetti del suo vissuto che le provocano forti ansie, e ritrovare la motivazione a vivere una vita piena come dovrebbe un ragazzo di 18 anni. Non abbia timore di raccontare il malessere che sente, ne parli con il suo medico di famiglia, o con la zia (che da cio' che racconta sembra capirla), e prenda in considerazione la possibilita' di rivolgersi a un Psicologo privato o della Asl, affinchè intraprenda un percorso di sostegno di cui necessita per armonizzare le sue dinamiche relazionali. Resto a disposizione. Cordiali saluti. D.ssa Loredana Ragozzino...

Aver vissuto l'adolescenza (dai 15 ai 18) in casa e con pochissimi rapporti sociali

Apri domanda

Caro Lorenzo, in queste righe si è raccontato in maniera disordinata... facendo emergere chiaramente il suo stato d'animo. L'adolescenza è un periodo di forti cambiamenti e spesso ci si sente disorientati, alla ricerca di un'identità che non è sempre è semplice fare propria. Questa sua insofferenza sta cercando una strada per comprendere gli ultimi suoi 4/5 anni di vita. L'uso di sostanze psicoattive non facilita il benessere psico fisico, e non credo siano state le canne a fargli capire determinate cose, ma la sua insoddisfazione e le sue paure che l'hanno spinta a farne uso. Ha bisogno di fare chiarezza nel suo vissuto personale e relazionale. Credo che una chiaccherata con uno specialista possa esserle di aiuto. Resto a disposizione. Auguri. D.ssa Loredana Ragozzino...

Non riesco a venirne fuori

Apri domanda

Salve Massimiliano, non è semplice poter entrare nel merito relazionale quando non si hanno le informazioni necessarie dei vissuti delle persone. Credo che lei debba lavorare nella sua autostima, e che certe reazioni impulsive spesso sono dettate da insicurezze. Le consiglio di fare una consulenza psicologica per comprendere a meglio la situazione. Resto a disposizione per chiarimenti. Cordiali saluti e auguri. D.ssa Loredana Ragozzino...

Rapporto ambivalente con madre

Apri domanda

Buonasera Ross. Comprendo il suo stato di sofferenza che vive da tempo. Lei ha 23 anni, quindi è una persona adulta. Non scrive se studia e o lavora, se è ancora dipendente dai suoi genitori per necessità. Ha un'età per cui se vuole potrebbe essere indipendente. Tra lei e a sua madre percepisco un amore profondo che spesso si esprime in modo non armonico e punitivo (le parole e gli atteggiamenti che descrive, sono eloquenti). Le suggerisco di parlare con sua madre, proprio come ha fatto scrivendo qui, a cuore aperto e senza timore. Lo Psicologo è una figura di supporto che potrebbe aiutarvi a vivere un rapporto piu' sereno e a stare meglio. Resto a disposizione. Saluti cordiali. D.ssa Loredana Ragozzino...

Ho paura e non so cosa fare, non voglio rovinare tutto

Apri domanda

Gentile FHFJE, da quel che scrive direi che lei dentro di sè ha già deciso, ma a livello pratico ha mille timori perchè è come se avesse costruito una casa e ora avesse deciso di demolirla, o meglio di cambiarla perchè non piu' consona a lei. Credo che a 22 anni sia quasi legittimo disinnamorarsi perchè un'altra persona ha catturato il nostro interesse. Non sono qui a giudicare ma a capire e aiutarla a capire, e credo che il dolore che potrebbe dare alla sua attuale fidanzata, sia nulla rispetto a continuare a stare con lei senza amarla. Quindi la risposta è no, non è possibile amare due persone contemporaneamente, tenendo conto che l'amore non è infatuazione e gli slanci dell'innamoramento, ma la costruzione e la crescita di una relazione e una quotidianità con i pro e contro, continuare a tenersi per mano anche con le ginocchia sbucciate. Mettersi in discussione è un buon passo per crescere e comprendere i propri limiti. Una consulenza psicologica potrebbe aiutarla a fare maggiore chiarezza in lei, provi a prendere in considerazione questa possibilità. Resto a disposizione. Cordialmente, D.ssa Loredana Ragozzino...

Mutismo

Apri domanda

Cara Alessia, ha mai pensato a fare un percorso terapeutico? Credo che la possa aiutare davvero a comprendere questo suo disagio relazionale passato e presente. Sicuramente gli schemi relazionali del passato sono come una sceneggiatura che già conosciamo perchè radicata in noi, quindi si Alessia, il suo passato influenza il suo presente. Sono certa che lei abbia tutte le risorse per stare meglio, lo dimostra il fatto che lei abbia scritto per chiedere aiuto. Resto a disposizione. Cari saluti. D.ssa Loredana Ragozzino...

Problema di coppia o problema mio interiore?

Apri domanda

Caro Gianluca, leggo tante certezze ma una certezza: la sua ragazza, che però sta diventando incertezza. Isolarsi non credo aiuti alla relazione sociale. Se non lavora non significa che non debba avere una vita sociale. Nel suo scritto percepisco una sorta di rassegnazione ma anche energia, che io le consiglierei di impegnare nella ricerca di un lavoro ed eventualmente a fare una consulenza psicologica. Si puo' recare alla Asl di dove vive e pagare un semplice ticket non oneroso. Sicuramente l'aiuterà a fare chiarezza in lei. Cordiali saluti. D.ssa Loredana Ragozzino...

Ansia, stress e invidia

Apri domanda

Salve Stefania, mi dispiace per il suo stato di malessere e per la perdita di suo padre che senza dubbio si ripercuote su questo sentire negativo. Penso che sia arrivato il momento che lei faccia qualcosa per sè stessa e inizi ad elaborare il grave lutto che ha subito e che provoca in lei forte stress. Non puo' far finta di nulla, perchè l'ansia che ha glielo ricorda. Sentimenti di invidia, rabbia, insofferenza ecc. sono la manifestazione della sua sofferenza interiore. Prenda in seria considerazione la possiblità di fare una consulenza psicologica di sostegno. Resto a disposizione. Cari saluti. D.ssa Loredana Ragozzino...

Piangere senza motivo

Apri domanda

Cara Anna, mi spiace per questa sua tristezza, La quotidianità ci richiede tanta energia e volontà, e ora sembra che lei non abbia piu' forza e voglia affrontare quelle che lei descrive sfide insuperabili. Lo sbalzo ormonale di uno stato di menopausa contribuisce indubbiamente a questo malessere. Purtroppo non fornisce molti dati per comprendere meglio la situazione. Le consiglio di fare una consulenza di sostegno che la aiuterebbe in questo delicato periodo che sta vivendo. Resto a disposizione. Auguri. D.ssa Loredana Ragozzino...

Situazione complicata mi tormenta!

Apri domanda

Cara Laura, mi rendo conto che non sta attraversando un bel periodo, e che soffre per la chiusura con questo ragazzo. Lei sa bene che la migliore cosa da fare è prendere atto della cruda realtà e cercare di elaborare questa delusione. Se ha bisogno di approfondimenti resto a disposizione. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Continuo a pensare alla mia ex che ho lasciato

Apri domanda

Caro Michele, dopo una lunga relazione terminata senza un reale confronto, diventa piu' difficile dire addio al passato, proprio perchè non si è definita questa chiusura. Se ora frequenta un'altra ragazza e sta bene, non si senta in colpa, i sensi di colpa non servono. Da cio' che scrive leggo una buona consapevolezza della situazione. Se ha qualche dubbio resto a disposizione. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Forte dubbio sulla mia relazione

Apri domanda

Cara Giulia, quando ci si lega molto giovani a una persona, può capitare di crescere e maturare in modo differente, le esigenze possono rivelarsi differenti da quelle passate, e c'è la possibilità di scoprire che la persona accanto non rispecchia piu' il compagno/a che desideriamo avere accanto a noi, con cui progettare un futuro. Parla del parere di sua madre, ma lei Giulia cosa pensa? Cosa vuole? Questo è importante. Bisogna focalizzare questo aspetto. Credo che una mamma voglia la felicità della propria figlia, anche quando non condivide le sue scelte,ma le rispetta per il suo bene. Dal suo scritto trapela una forte insofferenza e timore di scegliere. Prenda in considerazione la possibilità di una consulenza psicologica per fare chiarezza in lei. Resto a disposizione per approfondimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Non mi riconosco più

Apri domanda

Cara Grace, sicuramente sta attraversando un periodo difficile. Non dice se è accaduto un evento da cui crede possa essere scaturito il suo stato attuale, e da quanto tempo si sente cosi. Comprendo bene il suo malessere e le consiglio di fare una consulenza psicologica per approfondire questa sua "anestesia" che le fa tanto male. Resto a disposizione per approfondimenti. Non esiti a contattarmi se lo ritiene opportuno. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Assenza di voglia di vivere

Apri domanda

Cara Astrid, mi auguro sia già seguita da un collega o comunque da uno specialista. In caso contrario la esorto a contattare quanto prima uno Psicologo, Psicoterapeuta e o Pschiatra sia privato o del Servizio sanitario nel paese in cui vive. Ha scritto solo poche righe e mi riesce difficile capire il suo malessere, ma capisco che la situazione è delicata e sta manifestando il suo disagio e la sua sofferenza di cui mi dispiaccio. Il web puo' molto ma non tutto. Spero che la sua famiglia le sia di supporto in questa sua crisi e che la possa accompagnare in un percorso terapeutico che la aiuti a stare meglio. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Attacco di panico forte

Apri domanda

Cara Agnese, concordo con le colleghe, è bene che si rivolga a uno specialista. Attraverso un percorso psicologico e o psicoterapeutico riuscirà a comprendere le cause del suo malessere e ad imparare a gestire l'ansia. Ci sono varie tecniche, a seconda del tipo di orientamento del professionista. Dalle tecniche di rilassamento, training autogeno, cognitivo comportamentali, ecc. Sono certa che trarrà molto giovamento a riguardo. Resto a disposizione. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Sono preoccupato

Apri domanda

Salve Dario, temo si siano innescate delle dinamiche non positive tra lei e la sua compagna. Dal suo scritto emerge rabbia che non riesce a contenere e si tramuta in aggressività, e non va bene. Per capire bene la situazione è necessaria una raccolta di dati di entrambi e della vostra relazione. Forse c'è stato un evento scatenante queste sue gelosie e insicurezze (la mia è un'ipotesi). Il risultato è comunque una relazione che non vivete più bene. La sua richiesta di aiuto è una buona partenza. Le consiglio di prendere in considerazione una terapia di coppia o individuale. Ne parli con la sua compagna. Cordialmente, D.ssa Loredana Ragozzino...

Mi sento sempre come se dovessi dimostrare qualcosa a qualcuno... non mi sento mai abbastanza

Apri domanda

Cara Alessia, in questi anni non avete mai chiesto un parere a un professionista? Credo che ci sia un problema di fondo di tipo relazionale all'interno delle dinamiche della sua famiglia. Il cibo e la magrezza è solo la punta dell'iceberg del problema, cioè il sintomo che emerge, ma bisogna scavare sotto. Se ancora non l'ha fatto, parli in famiglia di questo suo disagio. Ci sono centri specializzati a riguardo. Si rivolga alla ASL di dove vive per avere informazioni e o a un professionista privato di fiducia. Le faccio tanti auguri. D.ssa Loredana Ragozzino...

Non so chi sono e ho bisogno sempre di qualcuno

Apri domanda

Cara Ste, forse è arrivato il momento di stare da sola e assaporare ciò che di buono può darle questa novità, visto che è stata legata tanti anni e alla fine di questa lunga relazione, ha tentato di iniziarne altre ma senza risultato. Le consiglio una consulenza psicologica e successivamente valutare un percorso terapeutico. La sua storia familiare da ciò che scrive non è rosea, e questo ha influito molto nelle sue relazioni sentimentali e amicali. Ha bisogno di ritrovare la fiducia in sé stessa. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Fiducia?

Apri domanda

Cara Sara, credo tu sappia bene cosa vuoi, prima lo intuivi, mentre ora lo sai. La domanda principale è: cosa vuole davvero Sara? Prova a scrivere in un foglio le cose che vuoi da una parte e quelle che non vuoi dall'altra, nella fattispecie nella relazione sentimentale. È un semplice esercizio che ti aiuterà a capire ulteriormente. Questo ragazzo non sembra rispecchi ciò che tu desideri da quel che racconti. Ti è crollata la fiducia in lui già vacillante. Prendi il tempo di cui hai bisogno. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Ho paura di perderlo

Apri domanda

Cara utente, in poche righe non è semplice raccontare un passato doloroso che l'ha segnata profondamente. Le consiglio di rivolgersi a uno Psicologo o Psicoterapeuta per comprendere le dinamiche relazionali del passato ma anche della sua famiglia di origine, così da poter trovare un nuovo e migliore equilibrio personale e vivere più serenamente la sua relazione. Resto a disposizione per chiarimenti. Cordialmente, D.ssa. Loredana Ragozzino...

Rapporto difficile con mio padre

Apri domanda

Cara Viva, sembra si sia innescato un meccanismo dove tutti avete un ruolo che ormai scaturisce in tensioni e un malcontento generale rappresentato da suo padre. Tipo stimolo -risposta. Da ciò che scrive mi viene da dire che tutti i membri della famiglia si devono mettete in discussione. Ha provato a parlarne con suo padre apertamente? Provi a dire a lui e ai suoi familiari quanto soffre. Ha già fatto un passo scrivendo nel portale. Continui a seguire questa motivazione a star meglio e prenda in considerazione la possibilità di rivolgersi a un terapeuta. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Amore o amicizia?

Apri domanda

Caro Valerio, da ciò che racconta credo che entrambi siate coinvolti ma timorosi di esporvi. Il fatto di "nascondere" la vostra omosessualità è una sorta di ostacolo nel vostro ruolo psicologico e sociale. Non manifestare la propria condizione gay comporta una sorta di non accettazione di sé, un rifiuto di ciò che si è e non si attraversano le tappe per la presa di coscienza e l'accettazione. Questo comporta disagio (come nel vostro caso). La discriminazione della società richiede due fattori: qualcuno che discrimina e qualcuno che la discriminazione la accetta. Se c'è il timore che l'omosessualità sia scoperta, si vive sotto pressione continua. Dichiarare di essere gay aiuta ad essere più leale con sé stesso e gli altri. Lei mi chiederà giustamente: come posso essere aiutato a superare la fase della "rassegnazione" e arrivare all'accettazione? Tutti abbiamo il diritto di vivere serenamente la nostra sessualità e vita sentimentale come meritiamo. Per arrivare a questo ci sono varie tappe da attraversare. Ognuno di noi è diverso e ci mette tempi differenti. Il fatto che ha scritto è una richiesta di aiuto, ma la risposta più importante dovrà trovarla da sé. Un percorso psicologico potrebbe aiutarla. Resto a disposizione. Un caro saluto. D.ssa. Loredana Ragozzino...

Perché non mi basta?

Apri domanda

Cara Laura, parla di lui e della moglie,di voi due e del vostro stare insieme, ma ben poco di sè stessa. In una coppia sposata a volte nei momenti difficili, invece di trovare un punto di contatto e comunicare è piu' facile guardarsi intorno e iniziare un'altra storia. Lei è molto coinvolta e comprendo questa sua sofferenza per la situazione. Non conosco la sua storia personale se non pochi accenni scritti da lei, ma sarebbe bene fare luce sul suo vissuto relazionale in modo da strutturare meglio certe sue parti più fragili. Tenga conto che non è semplice chiudere un matrimonio di molti anni, ma che senza dubbio questo uomo ha delle problematiche personali e di relazione e ha bisogno a sua volta di capire cosa vuole davvero. Le relazioni extra-coniugali sono difficili da gestire per entrambi i partner, non si può fare finta di niente. ritengo sia ora che lei Laura decida per sè e non lasci decidere agli altri. Quindi in definitiva o accetta la relazione per quello che è o cambia registro, magari consultando un Collega nel paese dove vive. Resto a disposizione, Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Shopping virtuale

Apri domanda

Buonasera, Qualcuno ha fatto presente a questa persona di cui parla che ha un problema? Pensa che lui ne sia consapevole o no? In certi casi l'unica possibilità è cercare di far comprendere alla persona l'esistenza di un problema di tipo ossessivo-compulsivo, ma solo la persona interessata può decidere o meno di farsi aiutare. Il percorso ottimale sarebbe una psicoterapia coadiuvata da una cura farmacologica (se il medico la ritiene necessaria), Lo Psicologo e o Psicoterapeuta non può prescrivere farmaci, anche se deve conoscerli. Li può prescrivere lo Psichiatra o il medico di base. Chi ha prescritto il farmaco? Il medico di famiglia o uno psichiatra? Sarebbe bene accompagnare la persona interessata dal medico e spiegare la situazione che va via via peggiorando. Sono certa che vi indicherà sul da farsi. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Crisi di coppia

Apri domanda

Cara Paola, ritengo che dopo tanti anni non sia facile chiudere una relazione cosi importante e ricca di progetti, evidentemente si è creata un'incrinatura che nessuno dei due ha compreso, o magari come scrive ha notato un certo distacco, ma nessuno ha detto o fatto nulla, proseguendo nel pensiero che tutto si risolvesse. Sono proprio quelli i momenti in cui "comunicare" diventa un punto cardine della relazione di coppia. Spesso i silenzi nascondono molto più delle parole. Senza dubbio una terapia di coppia potrebbe aiutarvi molto, ma dovete entrambi essere d'accordo e motivati nel farlo. Se lui rimane nella sua decisione, dovrà prenderne atto e prendere in considerazione una terapia individuale. Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti, Spero di esserle stata utile. Un caro saluto. Dr.ssa Loredana Ragozzino...

Depressione

Apri domanda

Caro Emanuele, per buona parte del testo parla in terza persona.. come se fosse estraneo a sè stesso, poi a un certo punto scrive in prima persona. Mi chiedo che ruolo abbiano i suoi genitori in questo suo forte malessere. Comprendo il suo dolore e mi fa piacere che lei stia chiedendo aiuto, mi creda è un buon inizio. Dai 17 anni ad oggi è mai stato seguito da un medico? Le consiglio vivamente di rivolgersi a un Collega di persona o perlomeno vada dal suo medico di famiglia e si apra come ha fatto qui. Resto a disposizione. Coraggio Emanuele. Un caro saluto, D.ssa Loredana Ragozzino...

Stress al lavoro dopo promozione

Apri domanda

Caro Andrew, da quel che scrive ritengo che lei sia un po' insicuro e con un' autostima è vacillante, in quanto riferisce il timore di sbagliare e di essere giudicato, quindi una sorta di svalutazione che le ha di sè stesso, mentre i suoi superiori le hanno addirittura dato una promozione nel suo lavoro, quindi è apprezzato e stimato. Le consiglio di prendere in considerazione una consulenza psicologica che la aiuti ad affrontare questo stato di forte tensione, magari coadiuvata da tecniche di rilassamento e o training autogeno. Resto a disposizione per chiarimenti. Cordiali saluti. D,ssa Loredana Ragozzino...

Dipendenza dal mio amico

Apri domanda

Caro Marcello, sarebbe utile sapere qualcosa del suo vissuto personale e dei suoi genitori per comprendere l'origine di questa forte insicurezza e scarsa autostima che ha di sè stesso. Fortunatamente lei afferma di essere capace di saper fare, quindi è consapevole delle sue risorse; ma rimane una forte paura e ansia al pensiero di svolgere lo studio da solo. Le ricordo che sarà lei solo a dover dare e affrontare l'esame di maturità. Visto il forte disagio che ha in questo periodo che temo aumenti con l'avvicinarsi dell'esame, le consiglio di parlarne con i suoi genitori e magari fare una consulenza psicologica. Ritengo consigliabile una terapia di sostegno. Spero di esserle stata utile. Mi contatti privatamente se ha bisogno di delucidazioni. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Cambiare

Apri domanda

Cara Lisa, il cambiamento che ha fatto tornando al suo paese ha riaperto la "ferita". Non dice se gli studi li sta proseguendo o meno. Ritengo che la sua ansia è dovuta sia all'esperienza traumatica del passato, sia al cambiamento indesiderato. A 23 anni potrebbe trovare anche lavoro in un bar (per es. il fine settimana), così da tenersi impegnata e avere un minimo di indipendenza economica. Si armi di buona volontà e inizi la ricerca. Riguardo l'ansia e il disagio che vive le consiglio di rivolgersi alla ASL del suo paese per fare una consulenza psicologica, ha costi molto contenuti, o a uno Psicologo privato. Valuti questa possibilità. Resto a disposizione per chiarimenti. D.ssa Loredana Ragozzino...

Che strada prendere?

Apri domanda

Buonasera Marco. Come mai è insoddisfatto del suo lavoro? Cosa la spinge a cambiare? Quanti anni ha? Per comprendere la sua situazione sarebbe bene avere più dati, in modo da poterla consigliare bene. Trapela insicurezza e insoddisfazione dal suo scritto. Mi scriva in privato e cercherò di aiutarla a far luce ai suoi dubbi. Un caro saluto. D.ssa. Loredana Ragozzino...

Strana storia

Apri domanda

Cara Ci, finché lei accetta i suoi ritorni e le scuse, lui continuerà a tornare redento. Si è innescata una dinamica relazionale a cui entrambi date vita. Lei si sente umiliata dal comportamento di questa persona e afferma di non voler un futuro con lui. Se è così scocciata, perché continua a riprenderlo quando torna? Si è mai posta la domanda? Ritengo che lei debba lavorare sulla sua autostima e pensare a ciò che lei vuole e non a quel che vuole lui. Resto a disposizione. Cordialmente. D.ssa Loredana Ragozzino...

Non sto bene con me stessa e con gli altri

Apri domanda

Cara Giorgia, mi fa molto piacere che hai scritto. Finalmente stai chiedendo un aiuto esterno, di cui hai bisogno per modificare certe tue fragilità e scarsa stima di te. A riguardo si rende necessario un percorso psicologico. E' necessario indagare e capire la tua relazione familiare e le tappe della tua giovane vita. Il mio consiglio è di rivolgerti a un Collega nel paese dove vivi. Per qualsiasi approfondimento resto a disposizione. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ra...

Mia madre non mi lascia crescere

Apri domanda

Cara Isabella, forse a lei piace ancora sentirsi piccola e protetta? Le chiedo questo perchè a 20 anni si ha un'età per cui è possibile trovarsi un lavoro ed avere una certa indipendenza se lo si desidera davvero. Il comportamento protettivo di sua madre evidentemente trova in lei un terreno fertile che glielo lascia fare. L'idea del trasferimento non è male. Le consiglio una terapia psicologica per approfondire le sue dinamiche relazionali con sua madre, l'aiuterebbe molto a comprendere certi meccanismi e a rafforzare le sue fragilità. Non è necessario vivere come drastico un cambiamento, l'importante è come ci si pone di fronte a questo. Resto a disposizione. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Cambio di vita e fine di una relazione

Apri domanda

Cara Elena, ogni scelta comporta spesso una rinuncia, ma a questa consegue spesso buon insegnamenti. Lei ha un'età per cui un anno può essere utile per comprendere se uno studio è più o meno adatto, e può capitare di voler cambiare. Se decide di cambiare facoltà, la viva come un'esperienza di vita e scelta importante e non come tempo sprecato, perchè non è tempo sprecato, tutt'altro. Il cambiamento dalle scuole superiori all'università è importante, e l'impegno è differente cosi come i ritmi delle lezioni e dello studio. Mi creda, si adatterà bene e farà nuove amicizie.. l'università è un'esperienza unica. Il ragazzo di cui parla evidentemente non era in grado di sostenerla, affrontare e condividere i suoi problemi, e dal suo scritto non trapela tanta sofferenza per aver chiuso con lui. Parla di angoscia esistenziale che la assale. Ritengo che la sua sia più timore di sbagliare che si dovrebbe concedere. Chi non sbaglia non matura emotivamente, e lei sta percorrendo una buona strada. Potrebbe giovarle fare qualche tecnica di rilassamento. Resto a disposizione per chiarimenti. Auguri per tutto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Abbuffate

Apri domanda

Carissima Vera, non fornisci dati sufficienti per poter comprendere a pieno la tua situazione, ma senza dubbio emerge una problematica con il cibo che altro non è che la punta dell'iceberg di qualcos'altro. Hai un conflitto interiore che ti rende incapace di gestire determinate emozioni e di conseguenza hai un'alimentazione disordinata. Prendi in considerazione di rivolgerti al Centro di ascolto della tua scuola, ci sono colleghi validi che sapranno accoglierti, consigliarti e aiutarti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Storia della mia vita

Apri domanda

Caro Francesco, quanta sofferenza passata e incomprensioni hanno caratterizzato la sua vita da studente e figlio, e nonostante questo ha proseguito a testa alta con forza, fino ad arrivare alla laurea. E' stato davvero bravo mi creda. Ora le cose vanno meglio, ma viene assalito da momenti di sconforto a mio avviso comprensibili. Sarebbe bene risanare in qualche modo quelle mancanze subite e ristrutturare certe parti di lei che sono state abbandonate e o messe da parte. Questo prevede un percorso terapeutico che le consiglio di prendere in considerazione. Ritengo sia pronto per raggiungere il benessere di cui ha diritto. Rimango a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto, D.ssa Loredana Ragozzino...

Omosessuale o no?

Apri domanda

Caro Roberto, ritengo lei sia molto coinvolto da questo uomo, vorrebbe una relazione più strutturata con lui e aiutarlo a prendere consapevolezza della sua bisessualità. Ma questo può farlo solo lui e nessun altro. Potrebbe dargli un input, ma il lavoro non può farlo lei al suo posto. Da ciò che racconta, anche questo uomo sembra essere coinvolto da lei. Le ipotesi riguardo la vostra intimità sessuale sono svariate. Ma si rendono necessarie informazioni sui vostri vissuti. Non sarebbe professionale dare un parere non certo su una questione così delicata, senza ulteriori informazioni. Le consiglio di prendere in considerazione una consulenza psicologica per sé stesso, la aiuterà a far chiarezza In lei. Resto a disposizione. Cordialmente, D.ssa Loredana Ragozzino...

Ansia: come curarla senza prendere farmaci?

Apri domanda

Salve Roberto. Le faccio presente che l'assunzione di farmaci ansiolitici non può e non deve essere interrotta di colpo senza un parere medico, in genere va gradualmente scalato il farmaco fino all'interruzione. Se glielo hanno dato evidentemente ne aveva bisogno. Ne ha parlato col medico che glielo ha prescritto? L'unico consiglio che posso darle e provare a fare delle tecniche di rilassamento. Bisogna farle con costanza affinché ci siano risultati. Auguri. Cordialmente D.ssa Loredana Ragozzino...

Saluto negato

Apri domanda

Caro Marco, se la questione è così importante, ne parli direttamente con la diretta interessata. Sono certa che lei ha buon senso e saprà esporre la situazione. Coraggio. Un caro saluto. D.ssa. Loredana Ragozzino...

Periodo brutto a causa del lavoro

Apri domanda

Buongiorno Antonio. È evidente che sta attraversando un periodo di forte stress. Bisognerebbe indagare da quanto tempo ha questa ansia e insofferenza verso il lavoro e la sua vita. Comprendo il suo stato e la sua stanchezza. Provi a prendere qualche giorno per staccare la spina, giusto per tamponare il momento. Le gioverebbe una consulenza psicologica per capire da dove deriva il suo malessere e aiutarla a raggiungere un migliore equilibrio. Se vuole, mi scriva pure privatamente e cercherò di consigliarla. Un caro saluto. D.ssa. Loredana Ragozzino...

Agorafobia

Apri domanda

Cara Veronica, è molto positivo che lei scriva per chiedere aiuto per stare meglio. Ritengo che ci siano delle parti di lei più fragili che han bisogno di rafforzarsi. Le consiglio di intraprendere una terapia psicologica. Può rivolgersi alla ASL del paese dove vive, oppure andare dal suo medico di famiglia che magari conosce uno Psicologo e o Psicoterapeuta di fiducia a cui indirizzarla. Rimango a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa. Loredana Ragozzino...

Ossessione per il ragazzo

Apri domanda

Salve Fabiana, sarebbe utile sapere la sua età. Ritengo lei abbia una certa insicurezza e non piena stima di sé che la porta ad avere bisogno di conferme. La possessivita' del momento è anch'essa data dalla sua incertezza e timore di venire abbandonata. Non è di certo il controllo che la aiuterà.. tutt'altro. Le consiglio di prendere in considerazione una consulenza psicologica per valutare il percorso per lei più idoneo per acquisire la stima di sé. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Ansia e aritmia cardiaca

Apri domanda

Caro Francesco, mi dispiace per il malessere che sta attraversando, lo stress si è accumulato al punto da avere queste problematiche. Dalle analisi e dai controlli fatti non sono presenti disturbi cardiaci. Per ulteriore precauzione le consiglio di parlarne anche con il suo medico di base. Se non c'è un disturbo fisico, senza dubbio è in atto un conflitto interiore che le genera questa ansia. Ritengo che a livello psicologico lei sia molto stressato e vulnerabile da varie situazioni. La chiusura della relazione sta indubbiamente dando origine a un'ansia che somatizza. Le consiglio di fare una consulenza psicologica affinché si possa trovare la terapia più idonea per lei e il suo benessere. Se vuole può contattarmi privatamente. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Accettare il cambiamento

Apri domanda

Cara Sonia, la fine di un rapporto corrisponde a un lutto vero e proprio, quindi ora sta soffrendo ma l'elaborazione ha varie fasi, e mon starà sempre così mi creda. Ha fatto bene a scrivere. Ritengo che il suo ex fidanzato sia stato egoista e irririspettoso con lei. La sua fragilità maggiore cara Sonia è stata quella di anteporre le esigenze di lui alle sue. Le consiglio di prendere in considerazione un percorso terapeutico di sostegno che l'aiutera' ad attraversare questo periodo difficile e a gestire la sua legittima ansia. Rimango a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Non voglio più cedere all'ansia

Apri domanda

Cara Francesca, ritengo sia opportuno comprendere cosa può aver scaturito questo stato ansioso. Combattere il sintomo è un palliativo se non si conoscono le cause che lo hanno generato. Ora si è innescata la classica paura della paura che possa riaccadere la crisi di panico e si sente vincolata..non è piacevole, lo so. Una consulenza psicologica le sarebbe di aiuto. Se vuole mi contatti privatamente, cercherò di consigliarla sul da farsi. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Sono troppo introverso

Apri domanda

Caro Marco, ha trovato il coraggio di scrivere e chiedere aiuto, un bel passo. Purtroppo fornisce pochi dati perché possa risponderle in modo esauriente. Resto a disposizione per chiarimenti. Cordialmente, D.ssa. Loredana Ragozzino...

Ansia e tristezza costante

Apri domanda

Carissima Noemi, in una situazione difficile come quella di avere un genitore malato che deve accudire e sostenere, a sua volta avrebbe bisogno di un suo sostegno. La malattia rende più fragili emotivamente, per questo le consiglio di prendere in considerazione un percorso psicologico di sostegno. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Psicologo della mutua o privato?

Apri domanda

Cara Laura, ci sono Psicologi e o Psicoterapeuti con i quali si trova un buon feeling, e altri no. E' quel quid che nel settore chiamiamo 'alleanza terapeutica', che mi sembra di capire non si sia creata con lo specialista che la segue. Professionisti seri e bravi ci sono sia privati che pubblici, provi a cercarne un altro/a e decida lei dove e a chi rivolgersi. Se lei percepisce questo disagio, le consiglio di chiudere immediatamente questo rapporto e rivolgersi altrove. Sono certa che troverà un professionista con cui entrare in empatia. Resto a disposizione per eventuali chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

E' amore o semplice amicizia?

Apri domanda

Ciao Giorgia, ritengo che la risposta tu la conosci già. Lui ti piace come amico ma non come eventuale fidanzato. Il feeling mentale, il dialogo, sono molto importanti, ma lo è altrettanto l'attrazione che riferisci di non avere. La tristezza che provi è dovuta al fatto che se lui frequenterà un'altra ragazza, tu perderai la centralità dei suoi pensieri. Trovare una persona che soddisfi pienamente i nostri canoni estetici e caratteriali non è facile ma neanche impossibile. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Smarrimento sessuale

Apri domanda

Caro Mario, la consapevolezza che mostra e la richiesta di aiuto che fa, sono fattori molto importanti. Ritengo che sia il caso di prendere in considerazione una consulenza e una terapia psicologica, per approfondire le tappe del suo vissuto, fondamentali per comprendere il percorso più idoneo da fare. Sarà possibile trovare gli strumenti più idonei ad alleviare questo suo malessere che vive nella compulsione di avere rapporti intimi con i transessuali, che riferisce di non vivere affatto bene. Resto a disposizione per chiarimenti. Cordialmente, D.ssa Loredana Ragozzino...

Quando il marito va in vacanza

Apri domanda

Caro Angelo, lei ha fatto un quadro preciso della situazione. In base ai dati che fornisce, consiglierei una terapia di coppia e una individuale per sua moglie. Purtroppo sembra che sua moglie abbia molte resistenze a riguardo. Comunque lei può sempre decidere per sè stesso per fare una terapia individuale. Dopo le varie vicissitudini e la situazione attuale di tensioni, le sarebbe di grande aiuto. Tramite la terapia psicologica sarà aiutato e sostenuto nella comprensione della strada migliore da fare, e di conseguenza nella scelta di continuare o meno il matrimonio, ma la scelta rimane sua caro Angelo. Resto a disposizione. Auguri per tutto. Cordialmente, D,ssa Loredana Ragozzino...

Come trattare una personalità nervosa e stressata?

Apri domanda

Salve Marica, scusi ma non mi è chiara la sua domanda. Dovrebbe riformularla cercando di fornire piu' informazioni. Rimando a disposizione. D.ssa Loredana Ragozzino...

Non riconosco più la mia ragazza, è depressa?

Apri domanda

Cara Sarah, le risulta ci siano state delle cause prima di questo stato di torpore della sua compagna? Un evento che possa aver dato origine a questa demotivazione? Studio, lavoro, famiglia, amicizia, la relazione con lei? Si sente malata in che senso? Ritengo che si debba approfondire questo malessere attraverso una ricerca a ritroso, escludendo sempre un problema fisico. Quindi vi consiglio di parlarne con il medico di base, fare gli accertamenti del caso e le analisi. Se tutto va bene, escludiamo la causa fisica. Consiglio di prendere in considerazione una consulenza psicologica di coppia se lo ritenete opportuno, oppure individuale. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Amore e voglia di tradire

Apri domanda

Gentile Fabrizio, credo che la tua giovane età non ti permetta ancora di progettare un futuro con una potenziale compagna. Dal tuo racconto, ritengo tu voglia veramente bene a questa ragazza, ma allo stesso tempo ricerchi delle emozioni (al di fuori della coppia), emozioni forti come quelle iniziali che ti facevano sentire più vivo e desideroso di lei, e che ora si sono ovviamente affievolite. Scrivi: (fin da subito siamo stati innamoratissimi l'uno dell'altro). Il punto è che in qualsiasi inizio di storia non c'è amore ma infatuazione, innamoramento. L'amore viene successivamente con la quotidianità che ancora non avete mai sperimentato. Ti suggerisco di scrivere in un quaderno le cose che ti piacciono di lei e quelle che non ti piacciono, e quelle che tu vuoi e non vuoi. Penso che questo piccolo esercizio ti possa dare una mano per chiarirti le idee. Rifletti su ciò che desideri davvero, non disperdere le tue energie con corteggiatrici del caso, valorizza e rispetta te stesso e la persona che hai accanto. Momenti di 'stanca' fanno parte di qualsiasi relazione, la chiave di tutto è la comunicazione. Parla con lei, delle tue insicurezze e di cosa senti. Anche se lei non fosse la ragazza del tuo destino, sarà di grande utilità nelle tue relazioni future aver sperimentato il dialogo costruttivo come strumento relazionale. Spero di esserti stata di aiuto. Resto a disposizione. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Non voler elaborare un lutto

Apri domanda

Caro Maurizio, la perdita della propria compagna di vita è un forte lutto che necessita di tempo per accettarlo e soprattutto elaborarlo. Come se una parte di noi venisse a mancare e non sappiamo come colmare il vuoto. Il mondo va avanti e ci sentiamo incompresi. Ognuno ha i propri tempi e le proprie reazioni di fronte al lutto, che bisogna rispettare. Il dolore e il vuoto a volte sono talmente forti al punto da sentire di vivere in una sorta di derealizzazione (come in una bolla). Ritengo che lei ora più che mai necessiti di una terapia psicologica di sostegno che la aiuti ad attraversare questo periodo di crisi. Prenda in considerazione di intraprendere un percorso psicologico, le sarà di enorme supporto e aiuto. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Manie bimba 4 anni

Apri domanda

Salve Laura, si è chiesta se tendete ad assecondare la bambina e o darle troppa enfasi per questi atteggiamenti? Pensa che possa essere accaduto qualcosa che ha scaturito questa reazione di sua figlia? Spesso i bambini di questa età assumono certi comportamenti per attirare l'attenzione. Da quel che scrive, ritengo ci sia un divario tra la disciplina piuttosto rigorosa dell'asilo (parliamo sempre di bambini in età prescolare), e un certo lassismo che regna in casa. Provi a mediare e trovare un equilibrio tra le due realtà che la bambina vive. Troppa rigidità non va bene, come non è bene che a casa faccia tutto ciò che vuole. Probabilmente la bambina si sente 'spiazzata' e metta in atto questi piccoli rituali come manifestazione di un disagio che vive nel quotidiano. Il mio consiglio è di non dare troppa importanza agli episodi della pipì e di non assecondare troppo le sue richieste, che destano in voi evidente preoccupazione che lei percepisce. Cercate di contenerla secondo una certa linearità tra scuola e casa. Consiglio inoltre autorevolezza (non autorità) nel farle rispettare le poche regole in casa, senza assecondare i suo capricci. Se la situazione persiste nei prossimi mesi, consiglio una consulenza psicologica con un terapeuta dell'età evolutiva. Resto a disposizione per chiarimenti. Cordialmente, D.ssa Loredana Ragozzino...

Disfunzione erettile

Apri domanda

Caro Luca, è vero in giro c'è di tutto. Quindi le consiglio di non disperdere energia psico fisica nella ricerca di palliativi. Potrebbe invece prendere in considerazione una terapia psico sessuale di coppia, cosicché da sanare l'autostima che si è rivelata fragile. Un percorso fatto bene necessita di tempo, ma vi porterà risultati stabili attraverso un muovo equilibrio sessuale ma anche e soprattutto relazionale. Resto a disposizione per chiarimenti. Cordialmente, D.ssa Loredana Ragozzino...

Temo per il mio rapporto, causa video hard

Apri domanda

Cara Meryem, la situazione che racconta non è simpatica, mi rendo conto del suo disagio e quello del suo compagno. A volte c'e' bisogno di tempo per mettere da parte certi eventi del passato della persona che amiamo. Rispetto e dialogo sono strumenti fondamentali e in grado di aiutarvi. Ritengo che una consulenza psicologica in questo periodo le potrebbe essere molto utile. Le faccio inoltre presente che la persona che ha pubblicato il filmato senza la sua autorizzazione, è perseguibile per legge. Resto a disposizione. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Fratello psicotico

Apri domanda

Salve Francesco, in questi anni avete contattato uno specialista a riguardo? Quando certe problematiche emergono e nel tempo non si modificano se non in maniera negativa, credo sia il caso di chiedere aiuto. Il mio consiglio è di parlare (se già non lo avete fatto), con il medico di famiglia e spiegargli la situazione. In base al tipo e alla gravità della problematica, deciderete assieme se rivolgervi a un terapeuta privato o se inviarvi presso il Servizio di igiene mentale della Asl del paese in cui vivete; in questo caso suo fratello verrà preso in carico da uno Psichiatra del Servizio che in genere rimane quello di riferimento. Senza un'anamnesi specifica e senza conoscere il vissuto personale di suo fratello, non mi permetto di dare un parere su cosa possa essergli accaduto. Vi ribadisco però di rivolgervi quando prima al vostro medico. A disposizione per chiarimenti, Cordialmente, D.ssa Loredana Ragozzino...

Bivio amoroso

Apri domanda

Caro Edoardo, sembra che la sua ex ragazza abbia un certo potere nei suo confronti e lei una sorta di dipendenza da lei. Chieda a sè stesso cosa vuole veramente e se è disposto a intraprendere una strada già conosciuta o se provarne una nuova. Prenda in considerazione la possibilità di fare un percorso terapeutico che l'aiuti a incrementare la sua autostima e a rafforzare le sue fragilità. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Attacchi di panico

Apri domanda

Cara MariaNunzia, hai mai fatto una consulenza psicologica? Se il medico ti ho prescritto la sertralina, immagino che il problema sussiste da tempo. Con i pochi dati che fornisci non è semplice comprendere la situazione, ma senza dubbio ritengo che la tua sofferenza abbia bisogno di un percorso terapeutico per comprendere i motivi che ti creano questa forte ansia e imparare a gestirla. Rivolgiti al tuo medico di base per un consiglio, e contatta uno psicologo del paese dove vivi della Asl o privato. Se mi scrivi privato posso consigliarti una tecnica di rilassamento che può aiutarti un pochino. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Cosa mi sta succedendo?

Apri domanda

Caro Michele, dopo un lutto che ci tocca da vicino, le reazioni emotive possono essere svariate. Dal tuo scritto sembra che la tua reazione al dolore della perdita, è quella di somatizzare (respiro corto), dovuto alla forte ansia che provi e timore vjr possa accaderti qualcosa di brutto. Il pensiero della morte è un salto nel buio, l'ignoto fa paura perchè non lo conosciamo. A volte capita che si innesca il meccanismo della 'paura della paura', cioè ansia che crea ulteriore ansia, Se questa sintomatologia si protrae, ti consiglio di fare una consulenza psicologica affinchè tu possa avere un sostegno per elaborare questo lutto e affrontare alcune parti che ti creano malessere. Resto a disposizione per chiarimenti, Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Crescita

Apri domanda

Caro L., ritengo che il suo desiderio di autonomia e indipendenza soprattutto emotiva, sia legittimo. Riguardo le sue citazioni Junghiane, le consiglio di non farsi influenzare e pensare che a lei manchi qualcosa. Aver scritto qui è un buon passo verso il miglioramento. La comunicazione è uno strumento prezioso, e il fatto che lei riesca ad averla instaurata con sua madre è importante, ma forse non basta. Provi a prendere in considerazione una consulenza psicologica per comprendere meglio questa situazione che la rende insoddisfatto. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Amore impossibile

Apri domanda

Cara Alice, sei sicura che ciò che provi sia amore? O è qualcuno che hai idealizzato e ti permette di evadere dalla tua quotidianità? Non dici quanti anni hai, non racconti della tua relazione con i tuoi genitori, dati importanti per comprendere meglio la situazione. Rifletti bene prima di agire. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Cosa fare nel rapporto di coppia

Apri domanda

Caro Gabriele, bisognerebbe capire se alla sua ragazza è accaduto qualcosa prima di questo improvviso cambiamento. Le sue ipotesi potrebbero essere accreditate, ma forse c'è dell'altro. In poche righe non è semplice dare una risposta esaudiente a una situazione cosi importante. Se questi timori e ansie perdurano, vi consiglio una consulenza psicologica per andare a fondo sulla questione. Resto a disposizione per chiarimenti. Cordialmente, D.ssa Loredana Ragozzino...

Storia non storia

Apri domanda

Cara Elisa, ritengo che l'equilibrio che desidera deve venire da lei stessa. Ha provato a prendere del tempo solo per sè stessa senza relazionarsi a un'altra persona? Credo che dovrebbe lavorare sulla sua autostima, e a trovare una propria indipendenza emotiva. Questo ragazzo di cui parla, non credo abbia una maturità in grado di relazionarsi in modo stabile. Le consiglio di fare una consulenza psicologica per andare a fondo sulla questione. Resto a disposizione. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Aiuto

Apri domanda

Cara Rosa, mi spiace molto per la sofferenza che sta vivendo. Sarebbe utile conoscere meglio il suo vissuto personale per poter comprendere meglio il suo sentire. Ritengo che una consulenza psicologica possa esserle di aiuto. Non esiti a contattarmi per qualsiasi chiarimento. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Seconda possibilità, perdono.

Apri domanda

Cara Laura, a prescindere da lui.. lei cosa vuole? Questo è il punto fondamentale cosa vuole fare Laura. Ritengo che una consulenza psicologica potrebbe aiutarla a capire e a capirsi meglio. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Ho problemi con mio figlio di 12 anni

Apri domanda

Cara Ombretta, concordo con la collega sull'utilizzo della risolutezza verso suo figlio. Suggerisco un comportamento 'autorevole' e non autoritario. Poche regole e chiare senza tergiversare. Dopo le scenate di rabbia che fa arriva anche il momento della quiete, cerchi di fare leva in questo momento tramite un dialogo costruttivo e autorevole. Si informi se nella scuola che frequenta suo figlio c'è un Centro di ascolto, nel caso potrebbe fare una consulenza psicologica li. Se non c'è e la situazione è per lei insostenibile e perdura, le consiglio di rivolgersi a uno specialista del suo paese. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Faccio bene a lasciare l'università?

Apri domanda

Cara Marianna, sembri essere vittima della tua motivazione a volere intraprendere a tutti i costi l'agognata facoltà di medicina. Forse hai fatto troppe cose assieme..e la pressione di "dover fare" ti ha stressata a livelli alti, tanto da creare un blocco. Bisognerebbe indagare sugli accadimenti e se ci son state situazioni scatenanti certe reazioni emotive. Mollare tutto non mi sembra una soluzione, prova ad ascoltarti...cosa ti dice Marianna? Ritengo che una consulenza psicologica possa esserti di aiuto. Contattami pure in privato, cercherò di darti una mano se lo permetti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Come si fa ad uscire da una situazione quando ci stai troppo dentro?

Apri domanda

Cara Giulia, caspita quanto dolore emerge in queste righe. Stai vivendo una situazione non semplice in cui si sono innescate delle di amiche relazionali che han preso delle direzioni sbagliate. La via di uscita da questa tua sofferenza, dai sensi di colpa e da un'autostima bassa, si può trovare. Ritengo che un percorso psicologico possa aiutare a ritrovare le tue risorse e il tuo amor proprio. Prova a prendere in considerazione questa possibilità. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Temo che il mio fidanzato sia gay

Apri domanda

Salve Ada, per comprendere bene la situazione è necessaria un'anamnesi (raccolta dati) di entrambi, per comprendere la vostra storia e i vissuti. Da ciò che racconta sembra che ci siano delle forti resistenze, ma è necessario capire se ci sono sempre state o sono emerse per qualche motivo specifico. Senza dubbio un percorso psicologico può esserle di aiuto e di sostegno. Se vuole mi contatti in privato. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Relazione strana

Apri domanda

Cara Maria, una relazione extra coniugale comporta delle problematiche che possono dar origine a situazioni emotive di conflitto. Da quanto racconta lei è talmente empatica da vivere il suo disagio e quello di lui. La situazione è diventata talmente stressante e pressante che non c'è la fa più. .è finalmente ha chiesto aiuto qui. Le consiglio una consulenza psicologica nel paese dove vive oppure on line qui nel portale. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Un po di chiarezza in questa storia?

Apri domanda

Cara Lalla, mi spiace per la sua sofferenza, ma temo che lei involontariamente abbia fatto in modo che questo ragazzo si approfittasse di lei, dando a lui ogni priorità e giustificazione (nervosismo, stanchezza ecc), in pratica ha anteposto i bisogni di lui ai suoi. Ritengo che lei Lalla debba lavorare sulla sua autostima, e questo potrà farlo grazie a un percorso psicologico. Ricordi che lei è importante, e non ciò che dice o fa lui che ha dimostrato una certa immaturità sentimentale e relazionale verso lei. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Ansia e autostima sottoterra!

Apri domanda

Salve Antonella, probabilmente la sua autostima già non forte, è messa a dura prova dalla pressione esterna e interna. Ritengo che qualche seduta psicologica possa esserle di aiuto per affrontare e superare questa ansia e i timori ad essa connessi. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto, D.ssa Loredana Ragozzino...

Problemi con la rabbia

Apri domanda

Cara Rosita, la sua fiducia è stata tradita e lei si difende tramite un atteggiamento aggressivo. È diventato una sorta di valvola di sfogo. Ha pensato di incanalare questa sua aggressività in una attività dove può dar sfogo al suo sentire? Per esempio uno sport. Riguardo i problemi di ansia che ha, le consiglio di parlarne con i suoi familiari, l'aiutera' a sentirsi meglio, ad alleggerire i tanti troppi pensieri e soprattutto la 'rabbia' che dovrebbe imparare a gestire. In poche righe mi trasmette il malessere che sta vivendo e sono dispiaciuta per questo. Ritengo che una consulenza psicologica possa esserle di aiuto. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Lutto

Apri domanda

Salve Fatima, E' evidente che so nonno sia stata una figura di riferimento molto importante per lei. Come mai ha atteso cosi tanto tempo per chiedere aiuto ? Sarebbe bene raccogliere alcuni dati, come la sua età e il suo vissuto personale e relazionale per poterle dare una risposta esauriente. Vista questa sua sofferenza che si protrae da tempo le consiglio di effettuare una consulenza psicologica. Resto a disposizione per chiarimenti, Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Cosa succede?

Apri domanda

Caro Alessio, ritiene sia successo qualcosa dal passaggio liceo-università, che possa aver dato origine a questa sua autostima vacillante? Essere il numero uno non è sempre la scelta giusta. La migliore è quella che ci fa star bene con noi stessi. Scrive varie informazioni ma non del tutto chiare. Com'è il suo rapporto con i suoi familiari? Ha avuto relazioni sentimentali importanti? Se vuole mi fornisca maggiori informazioni scrivendomi in privato, in modo da poterle essere di aiuto. Cordialmente, D.ssa Loredana Ragozzino...

Confusione

Apri domanda

Caro Marco, crescere non è semplice e ritengo che la possibilità di lasciare il tuo nido ti crei disagio. Sei entrato in un limbo che ti crea ansia e angoscia. Ritengo che una consulenza psicologica possa esserti di aiuto a capire cosa sta succedendo in te. Puoi contattare me on line se vuoi, o un altro professionista sul web o se preferisci di persona nel paese in cui vivi. Aver chiesto aiuto qui è un passo importante che hai fatto, bravo. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Relazione a distanza

Apri domanda

Cara Katty, possono esserci molte variabili sia di tipo oggettivo che soggettivo per cui una persona non attua dei cambiamenti che ad un'altra può sembrare normale fare. Può capitare che con una relazione a distanza si possa idealizzare l'altro, proprio perchè non lo viviamo nella quotidianità pratica e fisica. In poche righe non è semplice capire un vissuto di anni e poter dare un consiglio. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (An)...

Crisi molto lunga

Apri domanda

Salve Federico, mi spiace per questa sua sofferenza interiore che da origine a una comprensibile ansia. Ritengo che finché lei tiene nascosto il suo "segreto", non sarà in grado di capire cosa effettivamente le sta accadendo e a reagire per stare meglio. Scrivendo nel portale ha fatto un passo importante, manifestando la sua motivazione a volere stare meglio e a trovare una soluzione. Le consiglio una consulenza psicologica affinchè possa trovare il modo di far leva sulle sue risorse e ritrovare un benessere che al momento non ha. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (An)...

Non riesco a trovare la forza di chiudere questa "storia".

Apri domanda

Cara Francesca, è comprensibile che lei non si fidi di un ragazzo che si comporta come ha descritto e che le crea un vivere sempre sul filo del rasoio che non riesce più a sopportare. Ritengo che lei debba lavorare sulla sua autostima. Un percorso psicologico le sarà di aiuto a comprendere meglio sè stessa e il suo vissuto. La decisione di continuare o smettere la frequentazione con questa persona avverrà spontaneamente, senza costrizioni. Credo che lei dentro sè stessa abbia già deciso. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (An)...

Faccio ciò che cerco di non fare

Apri domanda

Salve Awer, quello che racconta non è molto chiaro e soprattutto manca di dati fondamentali, come l'età, lavoro, studio, famiglia e altro. Indubbiamente lei sta male e ha bisogno di trovare una risposta e soprattutto un aiuto,. Ritengo che una consulenza psicologica possa esserle di aiuto. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (Ancona)...

Problema caratteriale

Apri domanda

Cara Natascia, mi spiace molto per il suo passato di sofferenza che si trascina dietro con sentimenti repressi che spesso si trasformano in rabbia. Ritengo possibile, grazie a un percorso psicologico, trasformare questi aspetti di grande fragilità in altro, facendo leva sulle sue risorse positive, che da quel che scrive sono parecchie. Ha mai pensato di andare a vivere da sola e rendersi indipendente non solo economicamente, ma soprattutto emotivamente? Le ribadisco l'utilità di una consulenza psicologica per approfondire la sua delicata situazione. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto, D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (Ancona)...

Problemi di identità sessuale

Apri domanda

Cara Laura, in tutto questi anni si è mai rivolta a un terapeuta per affrontare questo suo conflitto interiore che si porta dietro da tanto tempo? E' un peso grande il suo, un dolore che ogni tanto fa capolino. Uno Psicologo e o uno Psicoterapeuta non la giudica, ma la prenderà per mano e aiuterà a capire e superare i vecchi fantasmi del passato che ancora le fanno tanto male. Sono certa che lei sia pronta ad intraprendere un percorso psicologico, non a caso ha scritto in questo portale. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (Ancona)...

La mia vita è un inferno

Apri domanda

Cara Giusy, la sua situazione è molto sofferta e complessa e sono davvero dispiaciuto per la sofferenza che ha vissuto e vive ancora. Ritengo che un aiuto psicologico possa esserle di grande aiuto. Si può rivolgere al suo medico di famiglia che potrebbe indirizzarla verso uno Psicologo/a della Asl di dove vive, a un prezzo molto basso. Ritengo che qui sarebbe alquanto riduttivo darle un semplice consiglio dopo un vissuto cosi travagliato. Le serve una consulenza reale che possa dare a lei e i suoi cari un sostegno di cui avete bisogno. Grazie per averci scritto, ha fatto bene. Le auguro il meglio. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (An)...

gastrite e reflusso

Apri domanda

Salve Antonella, prima di prendere in considerazione una componente ansiosa, è fondamentale fare tutti gli accertamenti medici del caso. Il medico e o il gastroenterologo cosa le han detto? Ha fatto esami specifici? Se questi danno risultati negativi, possiamo prendere in considerazione l'aspetto psicologico. Sembrerebbe esserci una componente ansiosa che contribuisce a questa sintomatologia. Se vuole mi può scrivere in privato e spiegare bene la situazione: da quanto tempo ha questo problema, se ritiene sia scaturito effettivamente da un'alimentazione sbagliata o se dopo un fatto significativo accaduto. Le variabili potrebbero essere molte, ma in primis le ribadisco di fare tutti gli accertamenti medici (se ancora non li ha fatti). Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (An)...

Problemi vari

Apri domanda

Caro Gianluca, so che non è semplice affrontare la separazione dei tuoi genitori, e mi rammarico per la sofferenza che vivi. Aver scritto qui è un bel passo che ti motiva a voler stare meglio. Riguardo la scelta dell'università ti invito a riflettere bene sulla scelta, sono certa che troverai la facoltà che più idonea ai tuoi gusti e attitudini. Da come scrivi ritengo tu abbia un buon grado di maturità e consapevolezza e penso che ti aiuterebbe fare un percorso psicologico di sostegno per affrontare questo periodo di transizione non facile. La scelta di lavorare magari part time è una buona idea che potrebbe aiutarti a non gravare troppo economicamente sui tuoi genitori (che a prescindere dalla separazione, sono certa ti amino molto e ti appoggiano nella scelta universitaria); lavorare ti renderà più indipendente sia economicamente che emotivamente. Quindi il mio consiglio è di non strafare, perché frequentare l'università e preparare gli esami è impegnativo,cerca di affrontare le nuove mete che ti aspettano per gradi. Scrivimi pure se vuoi. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (Ancona)...

Relazione di due anni con un narcisista patologico

Apri domanda

Salve Silvia. Dipende da lei capire se è la persona giusta o meno. Se ha scritto qui è evidente che sta comprendendo delle cose che la stanno dirigendo altrove..magari a nutrire l'amore per sé stessa in un equilibrio differente da quello attuale. Ricordi sempre che lei Silvia e' importante. Se lui ha problemi dovrà capirlo da solo e fare il suo percorso, perchè il malessere non porta lontano e lo sa. Una consulenza psicologica potrebbe aiutarla a far chiarezza dentro lei. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara ( An )...

Perdita erezione con preservativo

Apri domanda

Salve Luca. Non riferisce la sua età. Sarebbe importante capire se in passato ha avuto altri episodi simili. Oppure se ritiene vi sia stato un evento che possa aver scatenato la sua reazione. Come vive la relazione con la sua ragazza? Si sente giudicato? Sono tante le variabili da considerare per poi focalizzare il punto. Sicuramente una consulenza psicologica approfondita può esserle di aiuto. Non si disperi. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (An)...

Tornerò quella di prima?

Apri domanda

Cara Allegra, bel nome positivo. I sintomi che descrive appartengono alla sintomatologia ansiosa e spesso si associano agli attacchi di panico, ma non necessariamente. Sarebbe interessante indagare nel suo vissuto e capire da cosa deriva questa sua ansia, che sottende qualcos'altro di più profondo. Ritengo che un percorso psicologico la possa aiutare a raggiungere un equilibrio migliore. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (An)...

Paura dell intervento al setto nasale

Apri domanda

Caro Antonio, da ciò che scrive sembra un soggetto ansioso, e se fa ricerche su Internet non fa altro che alimentare la sua ansia senza ottenere una risposta esauriente per lei. Perché mai non dovrebbe veder crescere sua figlia?! Dovrebbe accettare il fatto che ci sono situazioni che non possiamo controllare, possiamo comunque gestire le nostre emozioni in modo da favorire il nostro benessere emotivo e psicologico. Se non riesce a gestire questa forte ansia che prova, le suggerisco di fare (prima dell'intervento), alcune consulenze psicologiche atte a contenere le sue paure e a dar leva sulle sue risorse. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (An)...

Non sono più felice!

Apri domanda

Gentile Viola, Mi spiace per il suo aborto spontaneo e per questa sintomatologia depressiva. Potrebbe intraprendere un percorso terapeutico che l'aiuterebbe, mi creda. Riguardo la situazione dell'ex di suo marito e della sua prima figlia, ritengo che sia una questione che deve gestire suo marito senza il suo benestare. Anche se lei è sua moglie e avete una figlia assieme, non significa che lui debba mettere da parte l'altra figlia, che ha gli stessi diritti della sua. Una bambina di 9 anni é sempre una bambina che vive e impara per imitazione degli adulti. Non proietti su lei la sua antipatia che ha verso la mamma (ex di suo marito), la bambina non ha colpe. Se lei ama suo marito dovrebbe amare anche questa bambina che è parte di lui. Mi pare sono troppe emozioni confuse in ballo, e la confusione dei ruoli, e da ciò che scrive noto che da sola fatica a gestire. Se vuole mi contatti pure per approfondire la questione. Resto a disposizione. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (An)...

Rapporto di Coppia

Apri domanda

Salve Simona, ritengo che sia buona cosa parlare direttamente con il suo fidanzato e del suo eventuale 'problema'. Se prima di questo ultimo anno i rapporti intimi tra voi erano piu' soddisfacenti, cercate di capire cosa puo' essere accaduto, Una terapia di coppia è consigliabile, ma solo nel caso che entrambi siate daccordo nel farla, con la motivazione di migliorare e stare meglio in due. E' comunque consigliabile anche una terapia individuale, ma prima è bene parliate tra voi, Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (An)...

Stanca

Apri domanda

Cara Erika, la situazione che espone non riguarda solo l'ansia che prova, che altro non è che la punta dell'iceberg, ma questa relazione sia di coppia che familiare che ha perso un equilibrio, e dove si fatica a prendersi le proprie responsabilità di compagno/a e genitore. Quando nasce un figlio è inevitabile che le dinamiche relazionali con il proprio compagno cambino, ma da quel che racconta, la presenza degli altri figli del suo compagno sembra per lei un macigno insostenibile. I suoi figli esistono Erika, e sono importanti come sua figlia. Sono figli che lui ama, non lo dimentichi. Ritengo che una consulenza psicologica possa esserle di aiuto per focalizzare la situazione e continuare un percorso che l'aiuti in questo momento cosi difficile per lei. Se ha bisogno non esiti a contattarmi. Un caro saluto, D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (An)...

Totalmente indecisa

Apri domanda

Cara Roberta, i cambiamenti non sono semplici da affrontare, e i punti interrogativi che lei ha non sono cosi strani mi creda. E' importante invece come vive questo passaggio e il malessere che ne emerge. Si dia un pochino di tempo per riflettere e nel mentre le consiglio una consulenza psicologica che l'aiuti a trovare un maggiore benessere attraverso un nuovo equilibrio, e capire quale strada sia per lei quella migliore da fare. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (An)...

Problemi di coppia

Apri domanda

Cara Giuliana, quanti anni avete? Sembra che ognuno parli senza ascoltare l'altro evitando di mettersi in discussione. Ogni reazione a una discussione è soggettiva, e non condannabile. Nella coppia a volte capita che diventi più facile non comunicare e ci si allontana. Ritengo che una consulenza psicologica possa esservi di aiuto se entrambi d'accordo. Per qualsiasi cosa non esisti a contattarmi. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (An)...

Gravidanza: tenerlo o no?

Apri domanda

Salve Simona, cosa le crea cosi tanta angoscia? A me sembra molto spaventata. Bisognerebbe capire perchè prima pensava di desiderare la gravidanza e successivamente no. Non sono qui per giudicarla, e nessun altro collega lo farà. Sono qui per capire e aiutarla. Se vuole mi contatti pure privatamente. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (An)...

Come faccio?

Apri domanda

Cara Bally, mi spiace per la sua situazione e sofferenza che vive. Provi a parlare e chiarire con suo marito. In ogni caso le consiglio di rivolgersi a un 'mediatore culturale', che possa aiutarla anche con la lingua. Le consiglio di rivolgersi al suo comune di residenza, che sarà in grado di darle informazioni in meriti. Le faccio i miei migliori auguri. Cordialmente, D,ssa Loredana Ragozzino Falconara (An)...

Vorrei capirne di più

Apri domanda

Salve Giorgia, da quel che racconta sembra che lei metta in atto dei rituali accompagnati da pensieri di angoscia. Sarebbe utile sapere da quanto tempo ha questi pensieri, se ritiene ci sia stato un evento scatenante o meno, la sua età ed altri dati, per poter capire meglio la sua situazione. Ritengo che lei abbia bisogno di una consulenza psicologica. Resto a disposizione per chiarimenti anche on line. Un caro saluto, D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (An) Tel. 3407362653...

Ho un problema

Apri domanda

Salve Riccardo. Ritengo che il bacio sia un atto di grande intimità, anche più dell'atto sessuale stesso. Se pensa che quando nasciamo il nostro primo contatto con il mondo è quello orale (quella che Freud chiamava 'fase orale'). Sarebbe interessante avere più informazioni riguardo il suo vissuto personale per focalizzare questo aspetto. Potrei fare diverse ipotesi: lei parla di 'incantesimo rotto' e mi ha fatto pensare che forse nell'attesa di approcciarsi al gentil sesso, ha idealizzato una potenziale relazione amorosa, e il riscontro è risultato diverso dalle sue aspettative, questo potrebbe averla delusa e o spaventata, Le consiglio una consulenza psicologica. Se desidera mi contatti pure in privato. Resto a disposizione per chiarimenti. Cordialmente, D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (An) Tel. 340 7362653...

Vorrei capire cos'ho

Apri domanda

Cara Vittoria, sicuramente sta vivendo una situazione di forte ansia e malessere e sta chiedendo aiuto. Sarebbe importante capire bene tutti i suoi sintomi e sapere da quanto tempo li ha, per poter fare una diagnosi, cosa non semplice con una semplice email. Racconta di essersi recata da uno Psicologo, ma non racconta nulla riguardo questa sua esperienza e come mai ha smesso. Quanti anni ha? Quello che mi trasmette è una forte ansia e derealizzazione, ma è un'ipotesi che dovrei verificare. Le consiglio vivamente di effettuare una consulenza psicologica. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (An) Tel. 340 7362653...

Ossessione per la mia compagna

Apri domanda

Caro Maikol, il suo passato non è stato semplice e da quel poco che racconta credo lei abbia sofferto molto e abbia bisogno di lavorare sulla sua autostima un po' carente. La sua consapevolezza e la presente richiesta di aiuto sono motivazioni a volere migliorare e star meglio. Prenda in considerazione la possibilità di fare un percorso psicologico con uno specialista che l'aiuti a comprendere le sue fragilità e che l'accompagni a trovare maggiore fiducia in sè stesso. Questo richiederà tempo e impegno, ma sono certa che lei sia pronto. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (An) Tel. 340 7362653...

Soliti incubi

Apri domanda

Salve Chiara, forse la rabbia che vede nei suo cari nel sogno è la sua. Da quanto tempo fa questi sogni? Ricorda se sono iniziati dopo un accadimento particolare o altro? Si sente abbastanza considerata come donna e moglie? Ci sono tante variabili e raccolta di dati da prendere in considerazione, in poche righe non è facile dare una risposta esauriente. indubbiamente se ci ha scritto, oltre all'ansia che riferisce, sta vivendo un malessere e cerca risposte e aiuto. Provi a prendere in considerazione la possibilità di fare una consulenza psicologica. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa. Loredana Ragozzino Falconara ( An ) Tel. 340 7362653...

Rapporto con genitori

Apri domanda

Salve Marina, non ha sbagliato nulla. Tutti noi cresciamo per imitazione dei genitori fino a una certa età, ma abbiamo le nostre caratteristiche e le nostre inclinazioni. Può capitare a volte che un genitore fatichi a tagliare "il cordone ombelicale" , e preferisca il proprio figlio/a dipendente da se, pensando di far bene e proteggerlo, ma senza permettergli di camminare con le proprie gambe (come lei stessa cita). Ritengo che lei debba lavorate sulla sua autostima e autonomia. Scrivere nel portale è un primo passo positivo. Non si fermi Per qualsiasi cosa non esiti a contattarmi privatamente. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara ( An ) 340 7362653...

Madre dominante

Apri domanda

Salve M., grazie per averci scritto. Aver preso consapevolezza della situazione e dei suoi limiti è un passo molto importante. Il libro che mi sento di consigliarle è "Chi si prende cura dei genitori?" di Alessandra Niccolai (Armando Editore), costa circa 20 euro. Mi permetto di consigliarle una consulenza psicologica individuale, potrebbe coadiuvarla nel percorso di e con sua figlia. Mi contatti pure in privato se vuole. Resto a disposizione per chiarimenti, D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (An)...

Mi ha lasciato. disorientato.

Apri domanda

Caro Maxim, la fine di una relazione sentimentale è paragonabile a un lutto vero e proprio, che come tale attraversa delle tappe. Mi spiace molto per questa sua sofferenza che si protrae. Ritengo che una consulenza psicologica e un eventuale percorso di sostegno, possa aiutarla nell'affrontare questo periodo buio in cui si trova, e dove non vede via di uscita. Se vuole mi contatti pure, cercherò di aiutarla o perlomeno di consigliarla. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Problema erezione

Apri domanda

Salve Erik, dalle sue righe trapela una certa ansia e a volta può capitare di somatizzare certe nostre fragilità. In psicologia prima di prendere in considerazione un effettivo problema, si deve escludere qualsiasi causa organica. Se come riferisce ogni esame risulta negativo, potrebbe esserci una componente emozionale. Non a caso ogni piccola cosa si riconduce al suo organo genitale. Quanti anni ha Erik? Chiede quale sia la terapia migliore. Ritengo che potrebbe iniziare con una consulenza psicologica che l'aiuterà a focalizzare il problema e successivamente potrà essere indirizzato al tipo di percorso psicologico più adatto a lei. Resto a disposizione per chiarimenti. Buona serata. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (An)...

Non so cosa fare

Apri domanda

Salve Emilia, quello che lei prova è molto importante e non sono qui per giudicarla, tanto meno i miei colleghi. Crede che possa essere successo qualcosa di significativo che possa aver dato origine al suo rifiuto verso questo ragazzo? Riferisce che quando con un ragazzo le cose si fanno più serie, lei si 'trattiene'. Sarebbe interessante indagare questo aspetto e altre parti del suo vissuto personale. Questo è possibile solo attraverso una consulenza psicologica. Resto a disposizione per chiarimenti e o approfondimenti. Un caro saluto, D.ssa Loredana Ragozzino...

Evento passato che mi ha condizionata?

Apri domanda

Salve Michela, ciò che racconta è indubbiamente una violenza che ha subito e l' ha segnata profondamente. Sembra che l'abbia tenuta nascosta come un 'segreto'. Non ha nessuna colpa cara Michela, ma ritengo che le sue fragilità necessitano di un cammino che l'aiuti ad innalzare la sua autostima, cosi da partire da sè stessa e non dagli altri. Tutti noi abbiamo bisogno delle conferme altrui; ma ciò che pensiamo e vogliamo noi, è più importante. La risposta alla sua domanda è 'si', certo che questo accadimento ha influito su di lei cara Michela. Si dovrebbe indagare anche su altri aspetti del suo passato per capire ulteriormente cosa ha provocato in lei questa insicurezza. Quanti anni ha? Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (Ancona)...

Chi ha ragione tra chi sente il dolore e chi lo deve giudicare?

Apri domanda

Cara Diana, mi rincresce molto questa sua sofferenza che trapela chiara dal suo scritto. Ritengo singolare che una collega possa averla visitata e averla definita 'sana'. La cosa principale da comprendere è se la specialista era Psicologa o medico, nel secondo caso comprenderei meglio l'affermazione. In ogni caso se lei non ha problemi di tipo fisico e o organico, ma permane un malessere costituito da un'alimentazione disordinata e da un'ansia costante che non le permette di gestire in maniera equilibrata le sue emozioni, e di conseguenza l'alimentazione. Sarebbe utile poter indagare in modo piu' approfondito. Non riferisce la sua età, dato importante. Resto a disposizione per chiarimenti. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara (An)...

Tendenza alla fuga

Apri domanda

Salve IVS, sembra che sia alla ricerca di stimoli nuovi e continui, e che preferisce se stessa alla compagnia altrui. Fermo restando che solo lei può decidere per se' stesso. Le chiedo: cosa potrebbe succedere se si aprisse un pochino di più affinchè le persone che definisce "perfetti conoscenti" possano diventare persone più intime, magari degli amici? Sarebbe interessante approfondire il suo vissuto personale per poter inquadrare bene la situazione. Mi contatti pure in privato se vuole approfondire la questione, cercherò di aiutarla. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Attacchi di ansia

Apri domanda

Cara Ale, si è mai rivolta a un professionista o al suo medico di base? Da quel che racconta l'ansia ha preso il sopravvento e lei non riesce a vivere più serenamente. Riferisce troppa pressione, troppa responsabilità e timore di deludere. Sembra ci siano fragilità che fanno capolino. Un buon percorso psicologico potrebbe aiutarla a focalizzare la situazione e fare dei passi che alimenti la sua autostima. Se vuole mi contatti pure privatamente. Non si scoraggi. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Il mio ragazzo è morto

Apri domanda

Cara Annalisa, quanto dolore e quanto amore percepisco da queste righe. Il lutto è uno strappo dell'anima a cui dobbiamo far fronte cercando di ricucirlo. Ma è un lavoro che necessita di tempo. Non è semplice Annalisa lo so, ma lei è qui e sta gridando "aiuto", e nel mio piccolo cercherò di aiutarla. Il lutto è caratterizzato da alcune fasi, la durata delle quali è soggettiva e non prevedibile. Lei si trova in un momento di rifiuto della perdita del suo ragazzo (lo cerca tra la gente), lo sogna, e presenta qualche segnale depressivo (come dormire e non aver voglia di fare le cose), reazioni legittime che fanno parte del vissuto del lutto. Indubbiamente ha bisogno di un supporto psicologico in questo periodo così doloroso. Se lo desidera mi contatti privatamente, cercherò di consigliarla e indirizzata. Son davvero dispiaciuta per questo tragico avvenimento. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara ( An ) Tel. 340 7362653...

Apatia ed insofferenza sin da piccola

Apri domanda

Cara Claudia, il suo italiano è ottimo complimenti. Mi rincresce sapere del malessere attuale che vive e credo si porti dietro da tempo, nonostante la sua giovane età. Questo stato è senza dubbio riconducibile alla sua infanzia e pubertà vissuta con sofferenza e violenza. Ritengo lei possa aver sviluppato una difesa tale (tipo corazza), per non sentire il male ..non solo fisico. Lei ha emozioni mi creda Claudia, altrimenti non avrebbe scritto qui. Ha bisogno di essere aiutata e guidata da uno specialista affinché possa risvegliare alcune sue parti sopite. Non esiti a contattarmi privatamente per approfondire la questione. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Depressione in gravidanza

Apri domanda

Salve Giulia, questi sintomi li aveva anche prima della gravidanza oppure no? Prima di tutto le consiglio di parlare di questi problemi con il medico ginecologo che la segue per la gravidanza. Sono certa che la saprà indirizzare verso un professionista che la aiuti in questo periodo di malessere. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Bipolarismo

Apri domanda

Ciao Andrea. Sarebbe importante sapere da quanto tempo fai uso di cannabis e o altre sostanze, e che tipo di sintomi hai. Non necessariamente tu sei affetto da bipolarismo. Prima di fare una diagnosi ci vogliono molti dati. Internet a volte può confondere. Se ti fa piacere scrivimi. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Non capisco

Apri domanda

Salve Massimo, solo esperire ci permette di conoscere e sapere. Ciò che non conosciamo spaventa sempre, e lei mi sembra molto spaventato. È accaduto qualcosa che ha scaturito questa paura? Glielo chiedo perché dopo un anno di convivenza dovrebbe sapere come si sente con la sua fidanzata. Cosa la turba esattamente ? Forse c'entra qualcosa con sui figlio? Nessuno può dare certezze per il futuro, ma possiamo dar molto per noi stessi affinché riusciamo a raggiungere certo benessere. Resto a disposizione per chiarimenti. D.ssa Loredana Ragozzino...

Cattiva madre fratelli sarpenti

Apri domanda

Cara Vicky, ha già dato troppo a queste persone, lei non deve nulla a loro. Il suo sembra un vissuto di una persona non desiderata di cui qyesti suoi congiunti si sono approfittati, dando origine in lei a una forte insicurezza e scarsa autostima. Ha mai pensato di andare a vivere da sola? Alcuni punti non mi sono chiari. Mi piacerebbe poterla aiutare in questo distacco per il suo benessere. Se vuole mi contatti pure privatamente. Un caro saluto D.ssa Loredana Ragozzino...

Confuso

Apri domanda

Caro Valerio, ritengo che questa 'mancanza' che lei sente, e queste delusioni che influiscono in modo negativo nel suo percorso di studio, possono essere riconducibili a diverse variabili del suo vissuto personale e relazionale. Hai mai pensato cosa le provoca l'ansia di cui parla? Riferisce di un "limbo" quasi si sentisse intrappolato e incapace di di trovare una via di uscita. Il suo non è un fallimento Valerio, ma un'esperienza di vita da cui prendere spunto per crescere. La possibilità di cambiare la nostra visione delle cose può fare la differenza. Le consiglio di effettuare una consulenza psicologica che la aiuterà a far chiarezza. Resto a disposizione per chiarimenti, D.ssa Loredana Ragozzino Tel. 340 7362653...

Aiutatemi

Apri domanda

Sicuramente c'è stato un evento scatenante a questa sintomatologia ansiosa. Vista la sua autostima non solida, potrebbe aver deciso inconsciamente di non meritare tutto il benessere che sta vivendo. La mia è solo un'ipotesi. L'unica possibilità è recarsi presso il suo medico di base e farsi indirizzare da uno psicologo della Asl. I prezzi sono accessibili. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Tel. 340 7362653...

Non provo sentimenti/emozioni

Apri domanda

Salve Antani, quanti pensieri.. sono cosi tanti e diversi tra loro che la confondono. Ritengo che la sua non sia mancanza di avere emozioni, ma di alcune fragilità che si porta dietro e che si manifestano con ansie ipocondriache. Si definisce una ragazza apprensiva e negativa, perchè negativa? Cosa la spinge a pensarlo? Le consiglio una consulenza con uno specialista per comprendere il suo vissuto e il suo sentire. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto, D.ssa Loredana Ragozzino Tel. 340 7362653...

Aiuto obesità

Apri domanda

Cara Ivy, mi dispiace che non riesca a gestire i suoi impulsi. In genere le abbuffate sono solo la punta del problema. Si è mai rivolta a uno specialista? Da quanto tempo si abbuffa? Quanti anni ha? Son tutte variabili fondamentali per poter capire la sua situazione. Le consiglio di parlarne con il suo medico di famiglia, che sicuramente la saprà indirizzare a un esperto, Un caro saluto. D,ssa Loredana Ragozzino...

Depressione legata ad un abuso?

Apri domanda

Cara Rita, certe esperienze passate ci segnano in modo indelebile, e ritengo che non sia solo il tipo di violenza, abuso e o molestia che una persona possa subire, bensì il "suo vissuto" è il punto cardine dell'evento traumatico. Questa invadenza se la porta ancora dietro, e sarebbe utile conoscere anche il suo vissuto relazionale in famiglia e al di fuori di essa. Visto e considerato che a distanza di anni (come riferisce anche lei), non è riuscita a superare questi accadimento negativo che causa in lei paura e ansia; le consiglio di rivolgersi a uno Psicologo e o Psicoterapeuta per poter superare questo passato cosi angoscioso che la condiziona, e allo stesso tempo far leva sulle sue risorse per alimentare la sua autostima. Se vuole mi contatti pure privatamente. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D,ssa Loredana Ragozzino Tel. 340 7362653...

Soffro di rabbia repressa

Apri domanda

Ciao Carlo e benvenuto. In genere la rabbia è una manifestazione di una serie di frustrazioni per obiettivi non raggiunti. Questi obiettivi possono essere di vario genere e si depositano nella nostra psiche, fino ad accendere la miccia. Il punto è capire da dove scaturiscono queste tue frustrazioni, e questo si può capire solo indagando sul tuo passato personale e relazionale. Indubbiamente a lungo andare la rabbia può provocare dei danni a volte irreparabile. La rabbia non può e non deve essere repressa nè tanto meno bloccata, sarebbe peggio. Dei piccoli suggerimenti potrebbero essere: l'allontanarsi dalla fonte della sua rabbia; concentrarsi su qualcosa che ci piace cosicchè ci si distrae; cercare di sdrammatizzare la situazione; anche fare attività fisica sarebbe un'ottima valvola di sfogo. Oppure scrivere invece di agire. Sono semplici tecniche ma molto utili. Se vede che dopo aver provato questi esercizi non riesce proprio a gestirla, le consiglio di rivolgersi a uno specialista per una consulenza psicologica. Resto a disposizione per chiarimenti. D.ssa Loredana Ragozzino http://psicologa.xoom.it/virgiliowizard/...

Come dimenticare una persona che ami e che ti ha trattata male?

Apri domanda

Cara Soukaina, perdere qualcuno che si ama fa provare sensazioni molto simili al lutto, e questo è senza dubbio uno dei dolori più grandi nella vita di una persona. A volte si tende a idealizzare questa persona, negando i lati negativi e enfatizzando quelli positivi. Il dolore della perdita blocca, immobilizza, porta all’inazione. E l’inazione porta a concentrarsi con ancora più insistenza sulla perdita e sul dolore. Si innesca cosi una spirale negativa che porta sempre piu' in basso. Quando siamo stati trattati male pensiamo pure: "e se fosse stato diverso ... " e quindi la spirale negativa si rafforza. Oramai conosci la dinamica del tuo dolore, quindi non devi fare altro che "interrompere" la sequenza dei pensieri che ti portano a soffrire. Fai qualcosa che ti distragga e svaghi, ma non per sfogarti, ma per te stessa. Una persona che ti ama lo fa senza prepotenza o ricatti. Frequenta altre persone, arricchisci la tua vita di cose nuove e positive. Il dolore è inevitabile nel momento in cui si perde qualcuno che si ama. Il dolore si trasforma in infelicità se lo nutri, se ti soffermi per troppo tempo su di lui. Il dolore fa parte della vita., ma l’infelicità è una scelta. Dipende da te, se l’accetti senza condizioni o se invece ti dài da fare per trovare il modo da uscirne fuori e stare meglio. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino http://psicologa.xoom.it/virgiliowizard/...

Sono innamorata ma non so cosa voglia lui!

Apri domanda

Cara Nulla, si è data un Nick name non molto edificante, che fa pensare che deve credere più in sé stessa e non lasciare decidere agli altri Indubbiamente questo ragazzo è interessato e attratto ma non vuole impegnarsi, non desidera prendere delle responsabilità, che invece lei è pronta a prendere. Credo sia starà chiara con lui. Se lo ritiene opportuno glielo ribadisco. È legittimo che lei viva la sua vita senza attendere qualcosa che non si sa se si concretizza. Pensi a ciò che vuole per sé stessa, mi creda è molto più importante di quel che vuole lui. Buon tutto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Ansia da prestazione

Apri domanda

Salve Gianluigi, forse è accaduto qualcosa due anno fa con l'altra ragazza che ha causato in lei ansia e di conseguenza questa mancanza di e regione al momento clou. Avere problemi di ansia da prestazione con una nuova partner può starci, ma sembrerebbe che lei lo abbia avuto anche in confidenza. Teme forse l'intimità con l'altro sesso? Di cosa ha paura? Le consiglio di fare degli accertamenti per escludere una possibile causa organica (se non li ha già fatti). Successivamente rivolgersi a un terapeuta che sono certa la possa aiutare a comprendere le cause e a rafforzare la sua autostima. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Tradimento

Apri domanda

Cara Tiziana, so che sta soffrendo molto per questo tradimento, ed è giusto non far finta di nulla. Dovrebbe cercare di trovare 'un senso' a questo tradimento, in modo da capire e intervenire. Un sorta di "cura" che possa portare a un cambiamento positivo. Da quel che racconta sembra che in lei ci siano sintomi ansiosi preesistenti. Il mio consiglio è quello di ripartire da sé stessa. Contatti uno specialista per una consulenza psicologica, e successivamente deciderete assieme il percorso più giusto da fare. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Tel. 340 7362653...

Qual è la verita? cosa devo fare?

Apri domanda

Cara Clara, per quanto difficile le possa sembrare, dovrà prendere una decisione a riguardo. Si chieda quanto può durare questo stress emotivo che la tiene perennemente sul filo del rasoio. Lui non sa rinunciare a lei.. e lei Clara cosa vuole? Faccia chiarezza dentro di sè. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Mio marito non è piu lo stesso

Apri domanda

Care Francesca, sono rammaricata per questa situazione che la fa soffrire. Sarebbe utile indagare sulle cause che hanno dato origine a questo suo apparente rifiuto, che molto probabilmente cela dell'altro. Avete mai provato a parlare di cosa può essere accaduto? Ritengo che una consulenza psicologica sia indispensabile per fare il punto della situazione e definire il tipo di percorso più utile. Sicuramente una terapia di coppia sarebbe l'ideale. Ne parli con suo marito e contatti un professionista nel paese dove vive. Un caro saluto. D.ssa. Loredana Ragozzino Falconara ( An )...

Ho bisogno di aiuto

Apri domanda

Cara Rachele, da ciò che riferisce sembra avere dei sintomi ansiosi alquanto invalidanti. Sarebbe utile comprendere se ci sono stati eventi particolari che possono avere innescato questa sintomatologia. Se vuole, mi contatti pure in privato. Cercherò di esserle di aiuto. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara ( An )...

Scegliere

Apri domanda

Salve Rossella, ogni scelta comporta sempre una rinuncia e il nuovo spaventa sempre. Ma quello che emerge dal suo scritto è la sua insicurezza, la sua scarsa autostima e il bisogno di avere le conferme dagli altri, in particolare dai suoi genitori. Ma non dice apertamente cosa vuole lei Rossella. Da troppa importanza anche alle reazioni del suo ex marito e del suo partner. Ritengo sia ora di rivolgersi a un professionista per una consulenza. Resto a disposizione per chiarimenti. Cordialmente, D.ssa Loredana Ragozzino Falconara ( An ) Tel. 340 7362653...

Sono sola a risolvere un problema

Apri domanda

Cara Ceci, Quanti anni hai? Facciamo chiarezza tra mangiare sano e non mangiare. Se sei dimagrita troppo è perché non mangi, e ritengo strano che i tuoi non si accorgano della tua magrezza, che riferisci ti ha causato un episodio di amenorrea. I dati che fornisci son troppo pochi, e on genere l'anoressia è solo la punta dell'iceberg che sottende problematiche piu profonde. Ritengo che nonostante le tue buone intenzioni e volontà a stare meglio (apprezzabile e lodevole), hai bisogno di essere seguita da uno specialista del settore, da sola non è possibile Ceci. Non conosco la tua situazione, il tuo peso ecc ma so che stai chiedendo aiuto grazie al cielo. Recati dal tuo medico di base e fatto indirizzare. Se sei minorenne dovrai farlo con i tuoi genitori, che son certa aiuteranno te e tua sorella. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Ansia da relazione

Apri domanda

Cara Agata, ha così paura di crescere e prendersi le sue responsabilità? Forse non a caso questa volta ha un fidanzato che vive lontano. Sono certa che lei è in grado a fare questo passo. Cerchi di focalizzare cosa le fa paura (situazione vicina che si verifica), e cosa le da ansia (situazione futura che si può verificare ). Che emozioni le suscitano questi pensieri? Cosa potrebbe accadere di così irreparabile? Se non riuscisse a gestire questa ansia, contatti un collega che può aiutarla. Se vuole può contattare anche me. Resto a disposizione per chiarimenti. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara ( An ) Tel. 340 7362653...

Mi sento soffocare

Apri domanda

Ciao Giulia, Il tuo malessere è palpabile e mi dispiace. Tu studi e lavori; lo fai per necessità, per essere indipendente, o per altre ragioni? Hai mai provato a parlare ai tuoi genitori? Questi sono solo due dei vari punti importanti da approfondire per comprendere la tua situazione. Ti percepisco come disorientata, arrabbiata ..senza punti di riferimento. Nelle relazioni il confronto è fondamentale, e non va evitato. Potresti prendere in considerazione una consulenza psicologica, che ti aiuti a far chiarezza. Se vuoi contattami. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara ( An ) Tel. 340 7362653...

Sto troppo male...

Apri domanda

Cara Alessia, non capisco perchè rimani in balia di ciò che pensa e fa lui. E ciò che vuoi tu? Credimi, è molto più importante quello che desideri tu, Non mettere da parte te stessa. dando priorità a questo ragazzo, a cui permetti di alimentare la tua insicurezza e scarsa autostima. Da quel che racconti, ritengo che lui sia immaturo e incapace di prendere le sue responsabilità. Non credo tu voglia vivere nell'insicurezza continua. Pensa a te stessa, a prescindere a da lui. La progettualità di coppia ha ben altri presupposti e credo tu lo sappia. Ricomincia da te. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D,ssa Loredana Ragozzino...

Mi ama o no?

Apri domanda

Cara Giada, l'amore ha ben altri presupposti che sinceramente non trovo in questo rapporto discontinuo e privo di progetti. Il sesso è importante vero, è un modo di comunicare, ma lo è ancor di più vivere la relazione nella quotidianità nel rispetto reciproco, dove non ci sono altre frequentazioni, (a meno che entrambi non siate d'accordo). Si chieda e rifletta se dopo 16 anni ha costruito con questa persona. L'amore ha tante forme, ma è fondato sul rispetto reciproco e sul progettarsi insieme, sul costruire assieme, è un dare e avere reciproco. Vuole davvero continuare la sua vita rincorrendo questo uomo? Ritengo che una consulenza psicologica possa aiutarla a fare il punto della situazione. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Tradisco da anni anche con la prima che capita

Apri domanda

Salve Omar, se lei vive questi tradimenti come qualcosa di sbagliato, forse è arrivato il momento di capire cosa la spinge a farlo, e come poter intervenire affinchè lei possa comprendere quali meccanismi agiscono per comportarsi in questo modo. Ritengo che se ha scritto in questo portale, stia chiedendo aiuto per capire e cambiare, perchè sinceramente innamorato della sua compagna, che non vuol perdere. Prenda in considerazione la possibilità di fare un percorso psicologico. Cordialmente, D.ssa Loredana Ragozzino...

Gelosia oppure invidia?

Apri domanda

Salve Mauro, forse il suo è un "risveglio", dopo il periodo di stasi di cui parla e in cui sempre sua moglie sembra essersi impegnata in questo matrimonio. Probabilmente sta prendendo coscienza di quanto è importante sua moglie; apprezza di nuovo il suo aspetto.. cosa che dava per scontata, e tutte le altre qualità che ha. Avete un'età in cui l'aspetto ha sempre una certa importanza, ma non si soffermi solo li, vada oltre, perchè negli anni saranno altri punti che vi terranno uniti. Riparta da sè stesso, dalle piccole cose: per es. andare in palestra, curarsi di piu', coltivare degli hobbies, le amicizie, ecc Non è una gara di chi ha più spasimanti o amici, ma 'valorizzare sè stessi'. Apprezzi anche la donna che continua ad amarla da 20 anni. Se ritiene possa esserle utile, provi a fare una consulenza psicologica. Buon tutto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Paura del rapporto di coppia o single convinto?

Apri domanda

Salve Mario, ritengo che scrivere nel portale sia per lei una richiesta di aiuto a capire cosa è meglio per lei. Allo stesso tempo c'è una sorta di contraddizione in ciò che scrive: (sta bene da solo e le coppie non le vede di buon occhio, non ama stare in compagnia, ma non le dispiacerebbe trovare una donna indipendente). Sappia Mario, che nessuno può sapere se la persona che si frequenta è quella giusta o meno; ma lei parla a priori della possibilità di una donna che possa potenzialmente distruggere un rapporto di coppia. Non è così netta la cosa, perchè nella coppia si è in due dove entrambi possono fare bene o fare male (con tutte le sfumature del caso). Riferisce di un'unica relazione importante di lei poco più che ventenne, Sarebbe interessante indagare il suo vissuto relazionale sia di coppia dell'epoca che suo personale. In genere stare con un'altra persona dovrebbe far star meglio e non peggio, è una sorta di completamento. Solo esperire un rapporto di coppia potrà darle le risposte che cerca. Lungi da me giudicare cosa se è giusto stare in coppia o meno; io son qui solo per aiutarla a farla stare meglio e a comprendere certi meccanismi che però necessitano di un approfondimento attraverso una consulenza psicologica. Resto a disposizione per chiarimenti. Cordialmente, D.ssa Loredana Ragozzino...

Non riesco a stare con un ragazzo

Apri domanda

Cara Giovanna, bisognerebbe indagare sul suo passato personale e capire cosa la fa cosi paura, anche in virtù del fatto che da sola non riesce a ad affrontare questo scoglio, come lo definisce lei stessa. In poche righe non è possibile aiutarla a superare questo problema. Le consiglio di fare una consulenza psicologica, da cui si potrà definire il giusto percorso da fare, affinchè lei riesca a vivere in armonia una relazione sentimentale. Se vuole mi contatti. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D,ssa Loredana Ragozzino...

Insicurezza

Apri domanda

Salve Ervin, i dati che fornisce sono insufficienti anche per un consiglio. L'insicurezza può avere diverse cause e sfaccettature. Quanti anni ha? Di che responsabilità parla? Da quanto tempo sta cosi? Il fatto che stia tutto il giorno in ansia non va bene. Evidentemente si è innescato un malessere tale da tenerlo in tensione continua. Resto a disposizione per chiarimenti. D.ssa Loredana Ragozzino...

Mi sento in colpa per come è andata a finire questa "storia ".

Apri domanda

Cara Francesca, in tutta sincerità ritengo che lei abbia fatto bene a dire ciò che voleva fare da tempo, ma che ha sempre trattenuto per timore. Finalmente si è liberata dalla sua repressione forzata. Ha dato un potere a questo ragazzo che dovrebbe dare a sè stessa. Mi risponda sinceramente Francesca: si è sentita meglio nel dirgli quelle cose? Che lui sia disorientato o meno è un problema suo, mentre lei cosa pensa di fare..cosa desidera veramente? Ritiene che questa persona sia quella con cui poter costruire un futuro? Rifletta su questi aspetti molto importanti. Resto a disposizione per chiarimenti, Un caro saluto, D.ssa Loredana Ragozzino...

Dipendenza computer

Apri domanda

Salve Pasquale. La dipendenda da internet può diventare una vera e propria dipendenza patologica. A riguardo ci sono alcune variabili da prendere in considerazione. Se lei ha scritto qui è evidente il suo disagio e anche la sua motivazione a voler stare meglio. Le consiglio di rivolgersi a uno specialista per una consulenza psicologica, con cui decidere il percorso più adatto al suo caso. Resto a disposizione per chiarimenti. Buon tutto. D,ssa Loredana Ragozzino...

Amore che non riesce a finire

Apri domanda

Salve Rosalia e complimenti per la laurea. 5 mesi non sono così tanti per elaborare la fine di una relazione, in cui lei aveva investito molto e anche provato a fare progetti. Ogni storia e' a se' è non paragonabile ad altre passate. I sentimenti non si esauriscono dal giorno alla notte..ognuno di noi ha i propri tempi per metabolizzare certi eventi. La chiusura di un rapporto è paragonabile a un "lutto" con le sue tappe. Nel caso la sua sofferenza fosse così forte al punto da non riuscire a gestirla, le consiglio di rivolgersi a uno specialista per considerare un possibile percorso psicologico. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto D.ssa Loredana Ragozzino...

Come aiutare una persona durante un attacco di panico?

Apri domanda

Salve Elena, da ciò che scrive, sembra che la sua amica abbia sia problemi di ansia e ipocondria, che si alimentano a vicenda. La respirazione è importante, ma da sola non basta, se non gestita in un contesto psicologico e o psicoterapeutico. E' necessario comprendere le origini dei malesseri, e questo è possibile solo attraverso un percorso con uno specialista. Mi sembra di sminuire dare un consiglio che non risolve l'ansia. Il consiglio spassionato è quello di farle effettuare quanto prima una consulenza psicologica. Prima si interviene e prima starà meglio. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Perche distruggo ciclicamente me stessa e cio che ho intorno?

Apri domanda

Cara Jade, durante il tuo percorso comunitario non ha effettuato un percorso psicologico? In genere si affianca sempre a una terapia farmacologica. In ogni caso direi che è buon segno che lei chieda aiuto. Si rivolga al suo medico di base, che a sua volta la indirizzera' da uno specialista appropriato al suo caso. In base ai suoi sintomi solo un medico può decidere se prescrivere o meno dei farmaci, dopo aver valutato una serie di parametri. Lo Psicologo e o lo Psicoterapeuta deve conoscere i farmaci, le sue proprietà ed effetti, ma non li può prescrivere. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Incomprensioni e matrimonio

Apri domanda

Cara Giulia, a volte capita di dare ascolto solo ai propri desideri eludendo quelli altrui. Questo punto di conflitto che emerso fra voi potrebbe portare a lungo andare a delle incomprensioni. Ritengo che il.dialogo sia sempre lo strumento per eccellenza, affinchè si possa chiarire questa posizione presa dal suo futuro marito. La modalità di parlare e il tono con cui ci sono pone, spesso è fondamentale nell'interazione con l'altro. Se la situazione le sfugge di mano, le consiglio di consultarsi con uno specialista. Se vuole mi scriva in privato cercherò di darle dei suggerimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Recupero lento e paure

Apri domanda

Salve Albe. Quanti anni ha? È un dato importante. Riguardo il suo scritto, ritengo che probabilmente lei aveva alcune fragilità che con questo rapporto inquieto ,le ha amplificate portandola fuori binario. Si sta rendendo conto che da solo non ce la fa..e sta chiedendo aiuto. La consapevolezza e presa di coscienza di un nostro limite è un ottimo punto di partenza per stare meglio. Certo che un percorso psicologico sarebbe la via migliore da intraprendere. Si sente pronto? Resto a disposizione per chiarimenti e o approfondimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

E se fossi omosessuale?

Apri domanda

Cara Aysel, Sembra disorientata e bisognosa di una bussola. Le consiglio di effettuare una consulenza psicologica, anche on line va bene, per focalizzare bene la situazione. Mi contatti privatamente se vuole. Un caro saluto . D.ssa Loredana Ragozzino...

E' normale...?

Apri domanda

Salve Angela. Non comprendo il suo ruolo con questa donna, (non dice se lei è la figlia, nipote o altro), ma è chiaro il suo fastidio e nervosismo. Sono pochi i dati che fornisce per dare una risposta esauriente. Da quanto tempo ha questo risentimento? Certi atteggiamenti altrui a volte possono suscitare in noi certe reazioni, perché attivano in alcune nostre parti che non ci piacciono. Se fornisce ulteriori informazioni mi sarà possibile risponderle meglio. Resto a disposizione per chiarimenti. Saluti. D.ssa Loredana Ragozzino...

Bambino di tre anni aggressivo

Apri domanda

Cara Barbara, mi spiace per il suo sconforto e preoccupazione, ma con impegno si può trovare un nuovo equilibrio. Tenga conto che il bambino (nonostante le vostre attenzioni), con la nascita del fratellino si è sentito come derubato del suo ruolo. Non c'è più lui al centro dell'attenzione. In fin dei conti avete deciso voi e non lui di fare un fratellino. Spesso la gelosia e' motivata dal voler ottenere amore, attenzione e approvazione dai genitori. L'aggressività rappresenta la sua paura ed insicurezza, teme di non essere amato e considerato al pari del fratellino. Occorre risolutezza e non punizioni, considerazione e rassicurazioni. Le consiglio una consulenza affinché possiate fare un percorso psicologico di sostegno per il periodo che serve per trovare un nuovo benessere. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Tel. 340 7362653...

Cambiamenti

Apri domanda

Cara Federica, la decisione è solo sua, e da ciò che scrive direi che ha già scelto, e' determinata, e questo non esclude l'amore verso il suo fidanzato e i suoi genitori, ma un rinnovamento che lei sente forte. Forse i suoi cari la ostacoleranno ancora per questa scelta, ma il tempo e il suo benessere daranno le risposte a tempo debito. Non esiste la ragione o il torto, ma ciò che desidera Federica. Buon tutto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Come posso fare?

Apri domanda

Salve Alexia. Indubbiamente il suo passato personale, familiare e relazionale è un punto fondamentale per comprendere meglio la sua gelosia, che in genere diventa patologica quando la lontananza (anche breve) dal partner non può essere colmata da sé stessi, e prende il sopravvento il risentimento che ostacola ogni possibilità di contatto con lui, provocando la trasformazione della gelosia fisiologica in sentimenti negativi rivolti al partner, considerato responsabile del disagio che si vive. E' molto utile comprendere cosa motiva e alimenta la sua gelosia. Quando la gelosia nasce dal senso di valere poco è importante concentrarsi non sul partner, ma su di sé, chiedendosi cosa può fare per aumentare la sua autostima o per sanare la ferita dell’abbandono che può aver subito in precedenza (da un altro partner, ma anche da una persona adulta significativa durante l'infanzia). Ha mai provato ad immedesimarsi in ciò che prova il suo compagno quando lei ha una crisi di gelosia? Magari l'aiuterebbe a dare un senso di maggior valore e convinzione di meritare amore. Se è qui significa che ha consapevolezza di ciò, ma ritengo che rivolgersi a un professionista possa aiutarla. Un caro saluto D.ssa Loredana Ragozzino...

La scelta giusta

Apri domanda

Caro Riccardo, la scelta giusta? Andar via da quell'inferno di cui porterà per sempre i segni. Aiuta la a venire fuori da quella casa..è maggiorenne. Sua madre dov'è? Rivolgetevi a un consultorio presente nel vostro paese, o comunque il più vicino. Vi sapranno indirizzare. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa. Loredana Ragozzino...

Paranoia

Apri domanda

Salve. Se ha scritto qui si sta rendendo conto che difficilmente tutto il paese deve avercela con lei. Non riferisce la sua età e altri dati importanti. Le consiglio di rivolgersi al consultorio del suo paese per fare una consulenza psicologica e valutare la sua situazione. Resto a disposizione per chiarimenti. D.ssa Loredana Ragozzino...

Dubbi sugli attacchi di panico

Apri domanda

Salve Davide. Avere un sintomo e indagare sul web, equivale ad avere tutte le malattie possibili. Le consiglio di non far troppe ricerche, altrimenti si spaventa senza reale motivo. In poche righe non è semplice focalizzare la sua situazione. Da quel poco che dice ritengo lei sia ansioso. Sarebbe utile capire quando i sintomi sono comparsi, e se in concomitanza di un fatto particolare. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

La mia vita è un fallimento

Apri domanda

Salve Eva. Dal suo racconto sembra che lei abbia sempre soddisfatto in modo quasi servile tutti quanti..(fidanzato, genitori, datore di lavoro,), ma non sé stessa. Eva cosa vuol fare? Non abbia paura di esprimersi. Ritengo che una consulenza psicologica possa esserle di aiuto. Resto a disposizione per chiarimenti. D.ssa Loredana Ragozzino...

Come può aver perso il desiderio dopo così poco?

Apri domanda

Cara Silvia, le dinamiche in atto sono svariate e per nulla facili da affrontare. Ha cambiato la sua vita e sta affrontando situazioni nuove. Ritengo che lei ami questo uomo e viceversa, ma le consiglio di prendere in considerazione la possibilità di una consulenza psicologica ed un eventuale percorso. Se vuole mi contatti privatamente. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Come agire per riconquistarla?

Apri domanda

Salve Antonio. Sarò schietta: ritengo che la sua richiesta di controllare il telefono, sia stata un'invadenza dell'intimità di questa giovane donna che ha minato la sua fiducia. Comprendo il suo difficile percorso sentimentale da "amante" per un periodo non breve; (di cui era comunque al corrente della situazione). Quello che ha passato, come lei riferisce, non giustifica il controllo. Forse lei ha bisogno ha bisogno di lavorare sulla sua autostima. Dialogo e fiducia sono fondamentali. consiglio di fare una consulenza psicologica che la aiuti a far chiarezza nel suo sentire e nelle sue aspettative. Resto a disposizione per chiarimenti. Buona serata. D.ssa Loredana Ragozzino...

Non riesco a terminare il rapporto sessuale

Apri domanda

Salve Pietro, a volte si attivano in noi insicurezze inconsce a cui non sappiamo dare spiegazioni. Bisogna capire cosa scatta in te in quei momenti intimi e di coinvolgimento fisico ed emotivo. In poche righe non è semplice dare una risposta esauriente su un argomento delicato e in portante, di cui fornisce pochi dati. Se vuole mi contatti privatamente. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Brutte reazioni, vittima di violenza

Apri domanda

Salve Laura. Condivido il consiglio del collega di rivolgersi a un professionista per comprendere le sue dinamiche relazionali . Una risposta qui, sarebbe riduttiva e comunque non esauriente. Resto a disposizione per chiarimenti D.ssa Loredana Ragozzino...

Non riesco più ad uscire di casa

Apri domanda

Karoline quanti anni hai? Non vai a scuola? La tua famiglia dov'è? Da quanto ti senti così? Se stai così male puoi rivolgerti alla ASL del paese in cui vivi e fissare un appuntamento con un collega. Scrivere qui è un buon primo passo. Resto a disposizione per chiarimenti. D.ssa Loredana Ragozzino...

Come posso fare?

Apri domanda

Cara Veronica, l'accettazione della "diversità" di un figlio/a spesso causa nei genitori conflitti e sensi di colpa che si tramutato nell'apparente non accettazione della situazione. Ritengo che ognuno di noi ha I propri tempi per metabolizzare le cose. Se queste tensioni creano un disagio tale da non permettere una convivenza nella stessa abitazione, ti esorto a trovare un modo affinché tu possa diventare più autonoma economicamente e prendere in considerazione anche la possibilità di una consulenza psicologica che possa indirizzarti nel percorso più adatto. Non ci sono colpe ma solo limiti umani che so possono affrontare con una terapia. Resto a disposizione per chiarimenti Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Ho finito in modo tempestoso una relazione sentimentale

Apri domanda

Salve Anna. La sua richiesta di aiuto è breve ma chiara. Nessuno di noi è esente dalla perdita voluta e o subita e dalla sofferenza. Vivere queste esperienze ci possono aiutare a far luce su ciò che vogliamo e cosa è meglio per noi. Non sempre riusciamo da soli ad affrontare certe esperienze e nostre emozioni, in questo caso uno specialista potrebbe aiutarla in questo percorso. Ci rifletta. Resto a disposizione per chiarimenti. Buona serata. D.ssa Loredana Ragozzino...

Aiutare mio fratello contro il bullismo

Apri domanda

Salve Sol, Il bullismo è una piaga molto presente e sottovalutata. Ci sono varie associazioni a riguardo. Non riferisci se tuo fratello è vittima di bullismo a scuola e o in un altro contesto tipo internet o altro. Mai rispondere al bullo con aggressività. Il consiglio spassionato è di uscire allo scoperto senza vergogna. Nel caso di minacce importanti è bene rivolgersi alle forze dell'ordine. Se la pressione emotiva e psicologica è elevata contattate un collega che lo aiuti. Ci sono molte persone disposte ad aiutare le vittime di bullismo. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Non si innnamorano

Apri domanda

Cara Sissi, Il modo in cui amiamo è influenzato in maniera profonda dal modo in cui siamo stati amati. Le relazioni con i genitori, sono le nostre fondamenta affettive che conserviamo anche da adulti nel nostro modo di relazionarci agli altri. Bisognerebbe indagare sul suo vissuto personale e familiare per capire certi meccanismi. Visto che ha scritto nel portale, le propongo di prendere in considerazione una consulenza psicologica ed un eventuale percorso. Non si scoraggiata, e' sempre in tempo ad imparare a stabilire dei rapporti affettivi gratificanti. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Lui non ha mai voglia di fare l'amore

Apri domanda

Cara Lucia, capisco il tuo stato d'animo, e so che non è facile per te questa situazione. Ritengo che il tuo fidanzato abbia una dipendenza e solo l'aiuto di un professionista può aiutarlo. Probabilmente è molto tempo che la situazione va avanti, forse lui ha sperato di venirne fuori sa solo, ma non si può. La prima cosa da fare e' consigliare subito una consulenza al suo fidanzato che ha bisogno di un percorso terapeutico mirato. Dopo il raggiungimento di un equilibrio di questo giovane uomo, di cui non e' prevedibile una tempistica prestabilita, sarebbe ipotizzabile una terapia di coppia. Il tutto per gradi e nel rispetto dei tempi emotivi e psicologici della persona. Non sarà semplice e ci vorrà forza d motivazione. Lei ne ha perché ha chiesto aiuto. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Omosessualità latente?

Apri domanda

Salve Elena. A prescindere dalle varie dicerie, lei cosa pensa a riguardo? Come vive la sessualità con lui? Dice di essere soddisfatta. Parli apertamente con lui e gli proponga una consulenza psicologica per far chiarezza su alcuni aspetti. Resto a disposizione per approfondimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Senza lavoro e senza futuro

Apri domanda

Ciao Giulia. Il titolo senza lavoro e senza futuro potrebbe influenzare in modo negativo e inconscio il suo presentarsi. Deve imparare a pensare positivo e a volgere la sua volontà e motivazione a voler fare. Si armi di pazienza e di un bel sorriso. Le consiglio di andare sempre di persona nei posti dove si propone di lavorare. Deve crederci e così trasmetterà la sua voglia di fare. Un sorriso vis a vis e' molto piu efficace di 100 curriculum inviati. Buona ricerca. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Non riesco a cambiare la mia vita, come posso fare?

Apri domanda

Caro Giuseppe? scrivervi è un buon passo sai. Nonostante le difficoltà che racconti, stai cercando la tua via e un ruolo a te confacente. Da ciò che riferisci, emergono lati positivi..risorse sa potenziare. Quindi fai leva su questi punti positivi, sulla tua buona volontà e voglia di fare. Metti sa parte il negativo. C'è una via di uscita e son certa che la troverai. Resto a disposizione. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Blocco nello studio e problemi con il cibo

Apri domanda

Ciao Smo. Sarebbe importante indagare sulle cause che danno origine all'ansia che non ti permettono di vivere un rapporto equilibrato con il cibo e con la concentrazione. Prendi in considerazione la possibilità di fare un percorso psicologico che ti aiuti a capire. Resto a disposizione per chiarimenti. D.ssa Loredana Ragozzino...

Fine di una storia

Apri domanda

Salve Andreas, mi spiace saperla sofferente, ma è una fase dell'elaborazione che sicuramente fatica ad accettare. Non esiste una ricetta è o consiglio valido per tutti, perché ogni storia è a sé , e ogni reazione è differente..ma è una fase che finirà nel giro di qualche tempo. La perdita di una persona per noi significativa necessita di tempo perché si accetti. Affermo questo perché la fine di una relazione può essere paragonata a un lutto vero e proprio . Se questo suo stato di prostrazione continua troppo a lungo, potrebbe rivolgersi a un collega per effettuare una terapia di sostegno che l'aiuterebbe ad affrontare meglio questo momento difficile. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Stress

Apri domanda

Cara Iliana, sta capendo che non può mentire a sé stessa. Lasci emergere le emozioni dovute a questa relazione finita (e non solo), le lasci fluire e le ascolti. Solo con l'accettazione può riuscire a lasciarle andare. Le consiglio di prendere in considerazione una consulenza ed un eventuale percorso di sostegno, la aiuterebbe ad affrontare meglio il tutto. Resto a disposizione per chiarimenti Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Disturbi alimentari

Apri domanda

Caro Mario, Il sintomo che racconta sembrerebbe uno stato di ansia caratterizzato da "derealizzazione". Ritengo sia necessario indagare sui motivi che l'hanno portata a prendere peso e il suo vissuto personale. Le consiglio di rivolgersi a uno Psicologo e Psicoterapeuta che possa aiutarla a comprendere cosa le succede e che la aiuti a trovare un nuovo equilibrio. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Problemi con il sesso

Apri domanda

Caro Davide, in poche righe non è semplice aiutarla. Lei ha scritto qui e questo è un buon inizio a voler star meglio. Le consiglio di contattare un collega della zona in cui vive così da affrontare un percorso psicologico mirato. Resto a disposizione. Buona giornata. D.ssa Loredana Ragozzino...

Non riesco a dimenticare un accaduto

Apri domanda

Cara Nicol, lui ha tradito la tua fiducia e non ti fidi più. .. La tua non è una gelosia fine a sé stessa, ma motivata. Nonostante sia passato del tempo non riesci a dimenticare. Forse una chiacchierata con un collega potrebbe aiutarti a capire meglio cosa sta avvenendo in te. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto D.ssa Loredana Ragozzino...

Ho un vero prooblema

Apri domanda

Cara Matilde, Mi spiace saperti sofferente. Se vuoi scrivimi in privato. Un caro saluto D.ssa Loredana Ragozzino...

Ho bisogno di aiuto

Apri domanda

Ritengo che il confronto tramite il dialogo e l'accettazione delle vostre relative realtà sia il punto. Lo stato idilliaco iniziale ha vita breve..poi arrivano i conti con la realtà. Siete disposti ad affrontarla o vi lasciate trasportare? Lei Stella cosa vuol fare davvero? Provi a chiederlo a sé stessa. Resto a disposizione per chiarimenti. D.ssa Loredana Ragozzino...

In balia della sorte

Apri domanda

Cara Diana, ritengo tu abbia bisogno di una consulenza psicologica che ti aiuti a capire quale percorso intraprendere per rafforzare le tue fragilità e la tua autostima. Prova a parlarne con il tuo medico di base. Sicuramente ti saprà indirizzare da un bravo professionista del luogo in cui vivi. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Come gestire il rifiuto di un figlio?

Apri domanda

Cara Chiara, sembra che le abbia ceduto il ruolo materno a sua madre e non riesca a riprenderlo.Forse teme di ferirla? Puo' esserle riconoscente di cio' che ha fatto come nonna. Il punto della situazione sta nel dover riappropriarsi del suo "ruolo ,materno", perchè è lei Chiara la madre di suo figlio di 4 anni, mentre sua madre è la nonna. Si rende necessario e vitale definire questi limiti. Non ho ben capito se sua madre vive ancora con lei, suo figlio e il suo nuovo compagno (e il ruolo di questo uomo). Riguardo l'educazione e i capricci del bambino, le evidenzio l'importanza di essere piu' risoluta e autorevole (non autoritaria), senza che nessun altro suggerisca un'alternativa a cio' che lei decide per suo figlio, ma sia ben alleato con lei. Il rifiuto di andare all'asilo è un capriccio e niente altro, mi creda. Ritengo che una consulenza approfondita sulla situazione che vive le possa essere di aiuto. Resto a disposizione per chiarimenti. D.ssa Loredana Ragozzino...

Ansia, Panico e Agorafobia.

Apri domanda

Cara Serena, mi spiace per il malessere che vive, ma le assicuro che può stare meglio. Ma è importante comprendere il suo vissuto e capire come e quando e perchè sono scaturiti certi sintomi. Questo è possibile farlo solo attraverso un percorso psicologico e o psicoterapeutico. La sintomatologia che descrive e' indubbiamente ansiosa, ma ripeto, sarebbe bene un'indagine anamnestica atta a comprendere certe tappe del suo vissuto. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Cambiamento comportamento

Apri domanda

Cara Daniela, cosa è accaduto prima di questo stato di insofferenza reciproca? Spesso quando si presenta un conflitto, la soluzione migliore è quella di non ascoltare e girare le spalle, perchè è il modo più semplice che ci permette di evitare l'ostacolo. Ritengo sia opportuno poter rivolgersi a uno specialista del settore per un eventuale percorso di coppia. Resto a disposizione per chiarimenti, Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Compagna con figlia

Apri domanda

Salve Aldo, il malessere che prova e riconosce è un dato importante, perchè solo il fatto che ne sia consapevole è un buon primo passo per cercare di affrontare la situazione di difficoltà che ha nel relazionarsi e nell'accettazione di questa ragazzina (figlia della sua compagna). A volte puo' succedere che si veda il figlio/a del partner che amiamo come un potenziale rivale, e o non accettiamo che la prole non sia nostra ma di un'altra persona. In ogni caso caro Aldo, visto che non riesce a superare questo conflitto, le consiglio di rivolgersi a un collega del settore per una consulenza e un eventuale percorso terapeutico. Tenga conto che un figlio per un genitore ha sempre la priorità.. inizi provando a pensare che questa figlia è parte della donna che ama. Resto a disposizione per chiarimenti. Saluti. D,ssa Loredana Ragozzino...

La sua ansia lo sta portando via. Aiuto

Apri domanda

Cara Lucrezia, le posso consigliare solo di consigliare al suo fidanzato una consulenza psicologica, atta a capire cosa causa in lui questa forte ansia che limita la sua vita e la vostra vita. L'evitamento va solo a rafforzare l'ansia e l'isolamento. Comprendo il suo malessere da fidanzata, ma senza un aiuto di un professionista, la vedo dura. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Non più innamorato

Apri domanda

Salve Elisa. Non è semplice darle una risposta. Se suo marito è seguito da un collega, ritengo sia bene si affronti la questione. Per capire la vostra dinamica relazionale è necessario conoscere il Vostro vissuto e non sarebbe corretto darle una risposta approssimativa su un argomento cosi delicato. Un cordiale saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Rapporto a distanza, mi sento confusa

Apri domanda

Cara Agnieszka, sembra alquanto chiaro il comportamento di questo uomo. Se fosse interessato a vivere una relazione con lei si comporterebbe in modo diverso. Posso farle osservare che eventuali suoi problemi lavorativi o di altro genere, non devono essere attribuibili a lui e o ad altre persone, ma a sè stessa. Lei è il suo fulcro per risalire la china sotto tutti i punti di vista, non si ancori a un idea di una persona, perchè non c'è nulla di concreto, Riparta da sè stessa. Buona fortuna. D.ssa Loredana Ragozzino...

Non ho più la volontà di vivere

Apri domanda

Caro Sergio, comprendo questo suo stato che presenta sintomi depressivi. Per comprendere bene la sua situazione affinchè non peggiori, le consiglio di recarsi da un collega del paese dove vive. Sicuramente è fondamentale andare a ritrovo nel suo passato per capire cosa puo' avere innescato questa sua apatia e abulia. Le sconsiglio la cannabis per dormire, che da dipendenza e nel suo stato potrebbe peggiorare i sintomi. Piuttosto le consiglio i fiori di bach come rimedio per prendere sonno. Non esiti a contattarmi per chiarimenti, Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Separazione dolorosa

Apri domanda

Caro Enrico, mi dispiace per la sofferenza che sta vivendo, ma è una fase inevitabile quando avviene una separazione. L'ansia e gli attacchi di panico sono una reazione al timore dell'incombente novità che l'aspettano e non solo. Ritengo che lei abbia bisogno di una terapia di sostegno al momento. Le consiglio una consulenza psicologica quanto prima. Non esiti a contattarmi per delucidazioni. Resto a disposizione per chiarimenti. D.ssa Loredana Ragozzino Tel. 340 7362653...

Relazione in crisi - hiv

Apri domanda

Carissimo Andrea, senza dubbio il vostro desiderio di confronto vi sta portando da una parte alla crescita della vostra coppia, dall'altra a non riuscire ad oltrepassare dei limiti. Se ha scritto in questo portale si è reso conto che non riuscite a farcela da soli, e siete motivati a star meglio. Ritengo che una consulenza psicologica possa esservi di aiuto per capire quale percorso per voi è piu' utile ed efficace. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Bimbo 5 anni

Apri domanda

Salve Rabije. Provi a chiedere alle maestre dell'asilo se il comportamento del bambino è timoroso anche in classe. Cerchi di capire da quanto tempo ha queste reazioni. Evidentemente qualcosa può averlo turbato. Le consiglio di non manifestare troppo la sua preoccupazione, perché i bambini sono spugne. Lo rassicuri che uscendo non gli accade nulla di msle, ma non assecondi le sue paure evitando situazioni e luoghi. In genere sono periodi transitori do durata non lunga. Ci aggiorni. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Non capisco mio figlio

Apri domanda

Cara Ange, sembra sia lei a preoccuparsi ma non suo figlio. Ormai a 20 anni è un adulto e in grado di prendere le sue decisioni. Non proietti i suoi desideri su di lui...perché sono i suoi di mamma. Lui ha il diritto di scegliere o meno se avere una ragazza, e ol modo di riposare. Perché ha questo bisogno di controllarlo? Ha paura che cresca? E' già cresciuto. Impari ad accettare ciò che lui è, che non a nulla a che fare su ciò che lei vorrebbe che fosse. Provi a pensarci. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Ho paura di portare l'auto da solo in autostrada

Apri domanda

Caro Ferdinando, purtroppo l'evitamento di situazioni è tipico dell'attacco di panico, che pero' altro non fa che rafforzare la paura (tipo circolo vizioso), quindi le consiglio vivamente di provare a guidare in autostrada visto che se non erro è la sua prima esperienza del panico. Affronti la situazione in modo da non innescare un circolo vizioso che diventerebbe difficile da fermare. Se il problema persiste, le consiglio di consultare un collega, o se vuole puo' contattarmi privatamente. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Sono solo

Apri domanda

Caro Dofunt, da dove nasce tutta questa fragilità e poca autostima? Sarebbe importante andare a scavare nel suo passato per comprendere cosa puo' avere innescato questo suo svalutarsi e il poco entusiasmo che esprime in poche righe. Ritengo che un percorso terapeutico atto ad aumentare la sua autostima, potrebbe esserle di aiuto. Resto a disposizione per chiarimenti. Saluti. D.ssa Loredana Ragozzino...

Ho sensazione di vuoto e nostalgia

Apri domanda

Salve Donato, è indubbiamente confuso e spaventato. In pochi mesi è cambiata totalmente la sua vita. Ha lasciato una storia abitudinaria, dove lei stesso scrive che poteva fare ciò che desiderava, per poi giungere a una forte passione con questa nuova compagna, che l'ha coinvolta emotivamente al punto da concepire un figlio assieme. Ora vorrebbe tornare indietro .. ma non si può. Ritengo che il cambiamento e le responsabilita la spaventino. Lei ha una gran paura di questI nuovi accadimenti e le consiglio vivamente di rivolgersi a un terapeuta per approfondire la questione. Può decidere di recarsi da qualcuno di fiducia dove vive, oppure provare una consulenza via Skype che svolgo anche io se desidera. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

amore impossibile

Apri domanda

Salve Marta, mi spiace per questo suo stato di sofferenza, ma certe scelte possono comportare dei rischi, anche se dettate dal cuore e dalle migliori intenzioni. Non mi è chiaro se lei soffre per la chiusura di questa relazione, o per la manipolazione di questo uomo da parte di sua moglie, o ancora dall'attribuzione di quest'ultima a lei Marta, come una persona che lei non è. Ci sarebbero molti nodi da sciogliere e questo prevede un approfondimento della situazione e del suo vissuto. Se vuole mi contatti pure privatamente. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Problema di vita

Apri domanda

Salve Antonio. Quanti anni ha? Studia o lavora? La sua famiglia? Per capire e consigliarla sono necessari dei dati. Se vuole mi scriva privatamente e mi spieghi in modo più dettagliato la sua condizione. Cordialmente, D.ssa Loredana Ragozzino...

Mi sono lasciata con il mio ragazzo

Apri domanda

Cara Elisa , quando finisce una storia sentimentale fa male, lo so, ma questi momenti di dolore sono normali e transitori, non dureranno sempre e ti aiuteranno a riflettere. Se proprio non riesci a fronteggiare la situazione, ti consiglio una terapia di sostegno, che ti aiuterebbe ad affrontare questo difficile momento. Resto a disposizione per chiarimenti. D.ssa Loredana Ragozzino...

Grattare la testa

Apri domanda

Salve Beatrice. Racconta di un comportamento ripetuto che riconosce non darle benessere, ma tutt'altro. Questo suo grattatsi è probabilmente la punta dell'iceberg di un malessere sottostante. Sarebbe opportuno indagare cosa la porta ad agire in questo modo. La conoscena della sua storia e del suo vissuto sono elementi fondamentali per focalizzare cosa la disturba. Se vuole può contattarmi per approfondire l'argomento. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Depressione e diagnosi esatta

Apri domanda

Salve Monica, mi dispiace per questo suo malessere che descrive come un torpore che la rende anestetizzata. Da ciò che scrive, leggo che ci son stati buoni periodi in cui ha avuto miglioramenti. Quindi se seguita bene in contemporanea alla giusta terapia farmacologica e un buon percorso terapeutico, sono certa che potrebbe trovare un migliore equilibrio. La collega che la seguiva, non poteva indirizzarla da un'altra professionista o tentare di continuare i colloqui on line? La possibilità di stare meglio c è mi creda. Il fatto che lei abbia scritto qui è già un buon passo. Non si fermi. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Vita di coppia rovinata

Apri domanda

Caro Massimo, senza dubbio non è una situazione piacevole quella che racconta. 24 anni è l'età di un'adulta con le sue respossibilità. Ma perché ciò avvenga é necessario venga insegnato con autorevolezza il ruolo definito e consapevole a una bambina che poi diviene giovane adulta. In casa vostra sembra regni il lassismo, mancanza di regole e confini. Bisognerebbe approfondire la storia personale e i metodi educativi con i quali è cresciuta questa ragazza. Il ruolo di entrambi i genitori. Le suggerisco di tentare un approccio con la sua compagna (madre soggiogata...perché? ) le suggerisca di fare una eventuale consulenza psicologica che possa far luce sulla situazione, e definire il percorso più idoneo da intraprendere. Da parte sua è apprezzabile la segnalazione, ma ancor di più la consapevolezza di un malessere che vive e che può minare la sua relazione. Non essendo lei il padre di questa ragazza, non è semplice gestire la situazione, ma far finta di nulla è ancora peggio. Potrebbe iniziare pensando a sé stesso. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Paranoia che non fa vivere

Apri domanda

Tatiana suvvia, sa che per troppi pensieri e tanta ansia non é mai morto nessuno?! Comprendo bene che non è serena e che vive in un costante malessere, ma cerchi di non alimentarlo con pensieri irrazionali privi di logica. Convengo con la collega riguardo la possibilità di intrapendere un percorso terapeutico. Visto il suo forte stato stressogeno attuale, opterei per una terapia di sostegno e successivamente puo" decidere quale percorso è meglio per lei. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara ( An )...

Vivo un amore sofferto ma la amo, come mi devo comportare?

Apri domanda

TroppI attriti e attribuzioni reciproche di colpe. La realtà spesso è diversa dal desiderio. .forse avevate idealizzato questo rapporto? La relazione non funziona bene, e incolparvi a vicenda non porta a soluzioni. Le suggerisco una consulenza psicologica che l'aiuterà a far luce su alcune parto del vostro rapporto. Resto a disposizione per chiarimenti Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino Falconara ( An )...

Quando esco con il LUI pago sempre io.

Apri domanda

Cara Yuki , parla con lui dicendo che per te non é piacevole questa situazione. Tu non lavori ..presumo nemmeno lui. Puoi suggerire di andare una volta in meno a mangiare fuori la pizza, e magari pagare metà ciascuno, almeno finché lui non lavora. Sai, lo status della donna non necessariamente prevede che sia sempre l"uomo a pagarè, ma in questo caso per te è un disagio e anche per lui, visto che si vergogna a farti pagare pubblicamente. Spiegagli in modo semplice il tuo punto di vista e come ti senti. Provate a trovare assieme una soluzione. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Ansia per il futuro

Apri domanda

Cara Charlie, sia positiva e propositiva. Se entrambe siete maggiorenni e convinte della vostra scelta, nessuno potrà vietarvi di vivere una relazione di amore. Le difficoltà non mancheranno, ma assieme potete fare grandi cose. L'amore può molto, mi creda. Accolgo questo suo scritto come uno sfogo. I timori sono legittimi in qualsiasi relazione. Lei crede fortemente in questo amore ..le pare poco? Resto a disposizione per chiarimenti. Buon tutto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Gioco d'azzardo

Apri domanda

Cara Krizia, Il gioco d'azzardo è un vero e proprio disturbo del comportamento, rientrante nella categoria diagnostica dei disturbi del controllo degli impulsi. Le dico subito che da sola non può riuscire ad aiutare il suo compagno. Esistono pero' dei centri specializzati per la cura della dipendenza dal gioco d'azzardo. Chieda consiglio al suo medico di base, che saprà indirizzarla nel centro più vicino a dove vivete. So che non sta vivendo un bel momento, ma le assicuro che si può uscire da questi circolo vizioso con l'aiuto di professionisti. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Mancanza di motivazione

Apri domanda

Cara Maria, mi spiace per il suo lutto che in qualche modo ha attivato in lei lo stato "stand by". Come se si fosse introdotta in un vicolo cieco . Indubbiamente questa perdita di un caro necessità di elaborazione..e questa necessita tempo. A volte (come nel suo caso), sarebbe consigliabile una terapia di sostegno, che la aiuti a trovare un nuovo equilibrio e la conseguente motivazione. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa. Loredana Ragozzino...

Come faccio a trovare qualcosa che mi appassiona?

Apri domanda

Savina, provi a fare un elenco di ciò che le piace, rifletta e valuti le possibilita. Sarebbe interessante capire cosa c'è dietro la sua frustrazione .. se deriva da una situazione passata o da altro. Attraverso la conoscenza del suo vissuto personale si può individuare e capire molte cose. Racconta di aver fumato molto. Il fumare marijuana le ha portato dei vantaggi? Ci pensi. Magari una chiacchierata con un professionista potrebbe aiutarla a far luce su aspetti che non considera. Resto a disposizione per chiarimenti. Saluti cari. D.ssa Loredana Ragozzino...

Come superare dolori che ti porti da una vita?

Apri domanda

Cara Angela, sa cosa succede quando non se ne può più? Si cambia. È arrivato il momento di fare qualcosa per sé stessa. Avere scritto nel portale è un segno di motivazione al cambiamento. Non dice nulla di sé e del suo vissuto...ma indubbiamente un parente e o amico/a non può sostenerla e aiutarla come un professionista. Ritengo sia giunto il momento di fare una consulenza terapeutica per capire il suo stato e decidere il percorso più adeguato a lei. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Ansia, timidezza, depressione

Apri domanda

Cara Ludovica, mi dispiace saperti in difficoltà. Sarebbe utile conoscere il tuo vissuto personale e la relazone con i tuoi genitori. Un colloquio conoscitivo potrebbe far luce su alcuni aspetti del tuo passato che incidono su vari aspetti del tuo presente. Successivamente potrai decidere con il professionista che ti prende in carico, quale strada è meglio intraprendere per il tuo benessere. Non esitare a contattarmi per informazioni o chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Sono fatto cosi

Apri domanda

Caro Anonimo, lo sa vero che cercare nel web una sintomatologia equivale af essere con un piede in una fossa?! Se ha scritto in questo portale è in difficoltà e sta cercando aiuto. È un buon passo il suo perché significa che è motivato a stare meglio. Questa sorta di congelamento emotivo senza dubbio ha una spiegazione che risale a sue esperienze vissute. Affermare sono fatto così è riduttivo e non cotruttivo. Da ciò che scrive ritengo possa rivolgersi a un tetapeuta per esporre cioaso di lavorare sulla sua autostima....

Paura dei botti

Apri domanda

Salve Tania. Quanti anni ha? Sarebbe interessante scoprire come è nata questa fobia. In ogni caso con una terapia mirata la situazione potrebbe migliorare fino alla graduale sparizione della sua paura. L'evitamento a situazioni che la spaventano, va a rinforzare i sintomi e ka la sia fobia. Le assicuro che se ne viene fuori. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Violenza psicologica

Apri domanda

Cara Anna, le consiglio di rivolgersi alla ASL del paese in cui vive, in particolare prenda appuntamento con l'assistente sociale per la tutela della donna. Conosco fin troppo bene queste dinamiche di dipendenza..ha fatto Bee a scrivere. Le faccio presente che ci sono strutture pronte ad accogliere lei e la piccola anche nell'arco di pochi giorni. Se lei é convinta, faccia questo passo che è solo il primo per riprendersi in mano la sua vita. Ma prima deve fare un colloquio con l' assistente sociale. Non esiti a contattarmi per qualsiasi informazione. Cari saluti. D.ssa Loredana Ragozzino...

Come fare a cercare di accrescere un po' di amore verso me stessa ?

Apri domanda

Cara Giulia, è stata molto brava a intraprendere da sola un percorso di conoscenza interiore. Durante questo cammino può accadere di fermarsi..prendere consapevolezza di ciò che siamo e sentiamo. Da soli però non è sempre possibile far tutto. L"avere riconosciuto la sua autostima diciamo "deficitaria" è importante. Sarebbe interessante andare a ritroso nel suo passato e capire cosa ha influito su questo aspetto. Ritengo opportuno lei faccia una consulenza psicologica per comprendere il suo vissuto emotivo, e il decidere assieme il tipo di percorso più adeguato. Se vuole mi puo' contattare privatamente. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Help, cosa fare?

Apri domanda

Salve Cinque. Mi spiace per questa sua esperienza devastante. Come posso esserle di aiuto? D.ssa Loredana Ragozzino...

Non so come aiutare mia figlia

Apri domanda

Salve Antonia. Le suggerisco di accompagnare sua figlia dal medico di base, per escludere cause fisiche, ma anche per un parere medico. Sua figlia frequenta la scuola superiore? Se si, sappia che esiste il lo sportello psicologico gratuito per gli studenti. Si informi, e se la ragazza è d'accordo, voi genitori potete firmare l'autorizzazione per i colloqui. OppuRe se preferisce può andare da un collega in modo privato nel paese in cui vive. Questi sono strumenti e modi per comprendere il disagio che vive la ragazza. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto, D.ssa Loredana Ragozzino...

L'ho tradito e adesso devo lasciarlo andare

Apri domanda

Cara Giulia, era necessario confessare il bacio? Lo chiedo perché ritengo che se l'altro non era importante si poteva glissare sull'accaduto, e lei avrebbe dovuto vedersela con le sue emozioni senza doVer condividere l'accaduto. Gestire le proprie emozioni non è sempre facile. Si chieda perché ha cercato nuovi stimoli? È certa di voler trascorrere il suo futuro con il suo fidanzato storico? Una consulenza psicologica potrebbe essere utile per far luce su alcuni suoi aspetti interni. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Non sto più bene con lei!

Apri domanda

Quanta paura può fare l'intimità? Spesso le nostre insofferenze verso gli altri ,sono lo specchio di ciò che siamo..a pensarci confonde, lo so. Forse è arrivato il momento di trovare on sé stesso la sua ancora. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Divorzio

Apri domanda

Cara Eleonora, leggo una forte sofferenza nel suo scritto..lei non è un ostaggio e hs diritto a vivere la dua vita senza vincoli coperti di una responsabilità che non le appartiene. La separazione dei suoi genitori la mettono in una posizione non facile, e sua madre ha bisogno di aiuto come lei. Aver scritto qui è un buon passo Eleonora. Un percorso psicologico di sostegno in questo momento potrebbe aiutarla. Se vuole mi contatti pure. Resto a disposizione per chiarimenti. D.ssa Loredana Ragozzino...

Senza controllo

Apri domanda

Cara Angelica, sono dispiaciuta per la sua situazione sofferenza. Racconta di vissuti di forte sofferenza che necessita di un percorso terapeutico. Le suggerisco di farsi consigliare dal suo medico di base un collega che possa prenderla in carico. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Ansia e paura durante la guida

Apri domanda

Cara Luisa, Certo che si può superare questa ansia, con un approccio mirato al problema é possibile diminuire gradualmente il suo livello di ansia. Per arrivare a questo è necessario comprendere il suo vissuto personale e il modo di approcciare gli eventi della vita. Resto a disposizione per chiarimenti. D.ssa Loredana Ragozzino...

Storia con un partner Borderline

Apri domanda

Cara Marta, sono dispiaciuta saperla così sofferente. Ma è stata brava, ha scritto nel portale perché vuole stare meglio..e questa sua richiesta di aiuto é un primo passo molto importante. Vivere una relazione con un borderline é destabilizzante, e senza dubbio é un rapporto "non sano". Ritengo sia giunto il momento di pensare a sé stessa, e a ristrutturare la sua autostima bombardata da situazioni estreme e fortemente ambivalente. Un percorso terapeutico é consigliabile al più presto. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Paura di iniziare un rapporto serio

Apri domanda

Cara Nevena, ciò che racconti non necessita di consigli, ma di una consulenza approfondita per comprendere cosa ti spinge a relazionarsi in maniera fisica e non intima (emotiva). Come affermi anche tu, il vissuto personale della persona e' fondamentale per capire la situazione. Sarebbe utile capire che meccanismi si innescano quando conosce un potenziale ragazzo. Ma questo richiede tempo e impegno. Resto a disposizione per chiarimenti. D.ssa Loredana Ragozzino...

Daparox

Apri domanda

Salve Cinzia, Non lo escludo. Ma sarebbe utile conoscere la sua storia e i suoi sintomi. Se vuole mi scriva in privato. Resto a disposizione per chiarimenti. Saluti. D.ssa Loredana Ragozzino...

La mia migliore amica è morta per colpa mia

Apri domanda

Cara Fabiana, Se non lo hai già fatto rivolgiti al più presto a un/a terapeuta del luogo dove vivi. Un percorso terapeutico ti aiuterà nel tempo a star meglio. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Cosa è giusto fare?

Apri domanda

Cara Michela, Il bimbo seppur piccolo a questa età ha già competenze che non immaginiamo. La gradualità nell'inserimento con la presenza della mamma potrebbe aiutarlo a prendere confidenza con il nuovo ambiente e gli educatori. Anche fargli portare un gioco a cui è affezionato. Se voi siete tesi e preoccupati di conseguenza lo sarà lui. Rassicuratelo e dite lui che tornerete a prenderlo. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Genitori che insultano figli

Apri domanda

Ciao Matilde, mi spiace che tu venga ferita intimamente dalla tua mamma che ami e son certa ti ama, ma lo dimostra in modo sbagliato. Evidentemente tua madre ha un vissuto che l'ha portata a questo punto, ma non è giustificabile la sua svalutazione nei tuoi confronti. I tuoi genitori stanno assieme o son separati? Non lo specifici. Posso dirti che la tua possibilità è quella di dare un tuo percorso terapeutico. L'ideale sarebbe di farlo con tua madre, ma non si può obbligata. Ti suggerisco questo affinché tu possa comprendere e porti in modalità differenti grazie a una terapia. Buon tutto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Amore non carnale

Apri domanda

Salve Noemi. Ritengo che il rapporto con questo giovane uomo non sia basato sull'amore, ma su bisogni reciproci che indicano qualcosa di disfunzionale. Sarebbe utile indagare sui rispettivi vissuti personali, soprattutto il suo Noemi, che l'ha portata a scegliere una persona distante a livello emotivo e fisIco. Una consulenza psicologica le può essere di aiuto a individuare il percorso più idoneo a lei. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Disturbo ossessivo compulsivo e studio

Apri domanda

Caro Mau, La invito a riprendere la sua terapia che dice averla aiutata. Non esiste una bacchetta magica ..e il punto non è tornare come era prima, ma capire cosa le porta malessere ora, e trovare un benessere che desidera. Questo può farlo con l"aiuto di uno specialista. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Ansia: da chi andare e quanto tempo dura la cura?

Apri domanda

Cara Amira , da quanto tempo ha questi disturbi ansiosi? Sono utili varie inormazioni per poter darle una risposta esauriente. Ritengo che rivolgersi a uno Psicologo / a sia il passo principale da compiere. La tempistica non è lunga, ma ogni caso è a sé. Resto a disposizione per chiarimenti. D.ssa Loredana Ragozzino...

Pausa di riflessione, non so se sei l'amore della mia vita

Apri domanda

Caro Vinnie, chiedi il giusto modo di comportarti. .ma non esiste uno migliore o peggiore, ma il proprio modo. Soprattutto questo momento doloroso di forte incertezza ti potrà far capire molte cose. È dura, lo so, ma ora non puoi far altro che attraversare questo sentiero. Nel caso ti sentissi in seria difficoltà ti suggerisco di rivolgerti a un collega dove vivi,;per una terapia do sostegno. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto . D.ssa Loredana Ragozzino...

Lui e la sua ex

Apri domanda

Cara S., la situazione non è facile, la sua autostima è minata e non solo. Se ha scritto qui, ritengo abbia bisogno di aiuto. Ritengo sia bene fare una consulenza psicologica approfondita per comprendere a pieno gli accadimenti e le dinamiche che li caratterizzano. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Ansia e non riuscire a dormire

Apri domanda

Gentile utene, da ciò che racconta la sua ansia é molto forte e pervasiva; e in lei si è innescata la spirale: l'ansia dell'ansia, la paura della paura, o meglio ancora, l'ansia anticipatoria. So che sta passando un brutto periodo, ,perché l'ansia patologica è un disturbo invalidante. È evidente che la sua percezione e cognizione sono alterate, considerando che ogni piccolo cambiamento le crea malessere o il timore di stare male, al punto da non riposare bene e non riuscire a trascorrere una normale giornata. Ritengo opportuno si rechi da un collega nel paese dove vive, affinché venga aiutata nel superare questo malessere e possa trovare un equilibrio migliore. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. Dott.ssa.Loredana Ragozzino...

Sudorazione

Apri domanda

Caro Gianvito, in primis le consiglio di recarsi dal medico curante, per escludere una eventuale causa fisiologica imputabile a questa importante reazione neurovegetativa. Se come ipotizzo, la sua reazione fisica, (che non riesce a gestire), è dovuta a una marcata emotività legata a stress, ritengo sia il caso di parlarne con un professionista, per capire cosa può averla portata a questa condizione di malessere. Con un percorso mirato potrà ritrovare un nuovo benessere prima di quanto non immagina. Per qualsiasi informazione resto a disposizione. Un caro saluto. D.ssa Loredana Ragozzino...

Rapporto di coppia

Apri domanda

Desi ma tu cosa provi e vuoi? Ciò che senti è più importante di quel che vuole lui. VistI i tuoi trascorsi post fine relazione, temo che la tua fragilità necessiti di cura. Riferisci di essere seguita da uno Psichiatra. Prendi farmaci? Lo psichiatra è anche psicoterapeuta? Ti suggerisco di prendere in considerazione la possibilità di intraprendere un percorso psicologico per fare maggiore chiarezza in te. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto. Dott.ssa.Loredana Ragozzino...