MariaNunzia domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 12/02/2016

Attacchi di panico

Ciao ho 22 anni soffro sempre di attacchi di panico prendo già da parecchio setralina DOC ma sono tre quattro giorni che non mi capisco più mi sento il cuore a mille poi all'improvviso non lo sento più mancanza d'aria.. Non so più che fare mi potrete aiutare Grazie.. :)

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Chiara Francesconi Inserita il 13/02/2016 - 09:22

Buongiorno Marianunzia,
solitamente accanto alla terapia farmacologica è bene affiancare un percorso psicologico, che possa aiutarla a comprendere meglio cosa sta succedendo nella sua vita e nella sua mente, e come utilizzare le sue risorse interiori per far fronte alla situazione. Nei casi di ansia il farmaco agisce soltanto come sintomatico, in altre parole (essendo l'ansia una normale emozione e non una malattia!) fintanto che esso viene assunto lei sentirà un po' meno i sintomi di attivazione fisiologica dovuti all'ansia ma quando cesserà di prenderlo essi torneranno (come è normale che sia!) e dato che non è salutare stare aggrappati a vita a questi dosaggi, è essenziale che lei comprenda se stessa, cosa ha provocato questi attacchi di panico, cosa sta vivendo, se ci sono trasformazioni importanti, decisioni, dubbi, frustrazioni, insoddisfazioni ..e così via, che portano ad una cattiva gestione dell'emotività.
A disposizione per ulteriori informazioni,
un saluto,
dott.ssa Chiara Francesconi
psicologa cognitivo comportamentale
www.chiarafrancesconi.it

Dott.ssa Loredana Ragozzino Inserita il 12/02/2016 - 23:00

Cara MariaNunzia,
hai mai fatto una consulenza psicologica? Se il medico ti ho prescritto la sertralina, immagino che il problema sussiste da tempo. Con i pochi dati che fornisci non è semplice comprendere la situazione, ma senza dubbio ritengo che la tua sofferenza abbia bisogno di un percorso terapeutico per comprendere i motivi che ti creano questa forte ansia e imparare a gestirla. Rivolgiti al tuo medico di base per un consiglio, e contatta uno psicologo del paese dove vivi della Asl o privato.
Se mi scrivi privato posso consigliarti una tecnica di rilassamento che può aiutarti un pochino.
Resto a disposizione per chiarimenti.
Un caro saluto.
D.ssa Loredana Ragozzino