Andrea Maria Gambardella Videopresentazione

Dott. Andrea Maria  Gambardella  Psicologo albo #19092 - Lombardia

  •  VA
    provincia
  •  5
    apprezzamenti

   Descrizione

Lavoro presso il mio studio privato a Tradate (VA), e online in tutta Italia. Lavoro principalmente con adulti e coppie, ma anche con adolescenti e bambini.

Mi interessa molto della cura delle nevrosi, e della relativa ansia e della bassissima autostima connessi. Non a caso ho scritto un articolo sulla nevrosi che potete leggere. Mi occupo della cura dell'angoscia, della depressione, della cura della maniacalità, dell'elaborazione del lutto, del disturbo borderline, del disturbo bipolare, dei conflitti in genere, mi occupo dello stress, di crisi affettive, della gestione della rabbia e dell’aggressività, di tossicodipendenze, di disturbi alimentari, delle adozioni.

Mi occupo di balbuzie e della loro cura, e in particolare sostengo che la maggior parte delle balbuzie non siano un problema di origine organica ma psicologica, perchè la balbuzie è un sintomo del disturbo nevrotico, e cioè è curabile attraverso una psicoterapia che cura e guarisce partendo dalla elaborazione delle cause del conflitto.

Inoltre mi occupo di tutte le problematiche relative ad una difficoltà nella crescita personale, che portano la persona che soffre ad avere bisogno di qualcuno che la aiuti a superare i suoi momenti di difficoltà. Aiuto le persone a sbloccarsi e a riprendere il loro cammino nella vita, se sono rimaste bloccate.

Utilizzo per la cura il metodo psicoanalitico relazionale, che consente di risolvere il problema che mi viene portato attraverso l'analisi delle cause che l'hanno generato, e la loro elaborazione. Il mio approccio teorico è la psicoterapia psicoanalitica ad orientamento relazionale che si unisce ad un modello teorico che nasce da una mia personale sintesi di due teorie di autori ad orientamento psicoanalitico: la teoria di Margaret Mahler sulla separazione – individuazione, e la teoria di Alba Marcoli sul "bambino nascosto".

Noi crediamo al concetto della inevitabilità, che significa che non crediamo alle cause organiche del disturbo psicologico, e cioè che una persona nasce così, no, sennò non ci sarebbe niente da fare! Noi crediamo che una persona che ha vissuto dalla sua vita uterina fino ad adesso quel determinato tipo di relazioni con le persone maggiori di riferimento che di solito sono la madre il padre i fratelli, non possono che subire quel tipo preciso di psicopatologia. Per dirla in altre parole, qualsiasi persona che avrebbe vissuto quel tipo di relazioni sarebbe diventato come quel paziente. Freud diceva che per guarire bisogna ricordare, ripetere, rielaborare. Bisogna ricordare, cioè andare a vedere la propria vita familiare dove ci sono stati determinati conflitti, andarci dentro in profondità attraverso le libere associazioni (e cioè dire quello che viene in mente così emerge l'inconscio), attraverso l'analisi dei sogni, che sono la via maestra della rivelazione dell'inconscio, e fatto questo percorso più volte, ecco la ripetizione, c'è il processo di rielaborazione, che porta alla cura del paziente. Non si lavora solo direttamente sul sintomo, ma quindi si cerca di risalirne alle sue cause, per poter curare definitivamente il problema che viene portato in psicoterapia.

Interessante come dicevo è l'articolo sulle nevrosi che potete trovare nei miei articoli, e l'articolo dei bambini nascosti, che spiega approfonditamente la mia metodologia di lavoro.

Ognuno di noi possiede, se è disturbato, generalmente due bambini interni "nascosti", che sono il bambino nascosto abbandonico e quello legato all'autostima. Quello abbandonico nasce dalla vita uterina ai primi 2-3 anni di vita, mentre quello legato all'autostima di 2 anni e mezzo 3 anni in poi. Questi bambini interni, che sono inconsci, ecco perchè si parla di "bambini nascosti", sono dei veri e propri figli che il paziente ha dentro di lui, come se fossero dei figli reali in carne ed ossa, e che deve fare crescere per farlo stare bene e per guarire.

Quindi il modello si traduce in un percorso di crescita personale che non si sofferma sul sintomo, ma cerca di lavorare sulle cause che l’hanno generato. Quando il paziente diventa una persona autonoma matura ed adulta, anche perché ha fatto crescere i suoi “bambini interni”, ecco che è in grado di affrontare il mondo con più forza e con più determinazione e può riprendere la sua vita in un’altra prospettiva. E' a questo punto che verrà meno anche la sua sofferenza, che lo aveva portato ad iniziare il suo percorso di crescita.

Aprile 2022. Attualmente frequento l'I.P.P., l'Istituto di Psicoterapia Psicoanalitica, una scuola di Psicoterapia ad indirizzo psicoanalitico, e sono in supervisione dei miei casi clinici, come psicologo clinico, con il Dott. Michele Avigliano, psicoterapeuta, Presidente della scuola. Sono quindi abilitato a svolgere psicoterapie se portate in supervisione individuale e di gruppo.

Indirizzo studio Andrea Maria
   60  € in studio a partire da
   60  € online a partire da

   Percorsi di crescita

  • Autostima
  • Crescita personale
  • Comunicazione efficace
  • Relazioni e amore
  • Genitori e figli
  • Assertività
  • Supervisioni

   Approcci terapeutici

  • Psicoterapia
  • Terapia analitica
  • Psicoanalisi
  • Terapia di coppia
Se vuoi stare finalmente bene fai crescere i tuoi "bambini interni nascosti" che sono dentro di te e ti fanno stare male! Ti aiuto io!

  Richiedi appuntamento