Matilde domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 28/01/2017

Genova

Genitori che insultano figli

Sono una ragazza di 21 anni, studio all'università e conduco una vita normale per la mia età. Studio, esco con il mio fidanzato e gli amici, mi dedico ai passatemi che preferisco lettura, cucina, palestra. Ma da un po' di tempo accade una cosa che mi ferisce molto, in realtà è una cosa che accadeva anche quando ero bambina ma ora che sono cresciuta vorrei un aiuto per superarla e comprenderla nel modo giusto. Quando discuto con mia madre accade che lei mi offenda, che mi insulti con parole poco carine dicendomi che sono una merda e rinfacciandomi il fatto di essere egoista. Capita molto spesso che lei associ queste parole alle frasi "sei come tuo padre", "due egoisti presuntuosi". Vorrei precisare che i motivi dei litigi non riguardano mai cose importanti come studio, denaro, rapporto con terze persone, nulla di tutto questo ma semplici questi di vita quotidiana. In particolare quando si tratta di pulizie domestiche che sto facendo con lei o che ho già fatto ecco se io le faccio notare che ogni tanto si può anche lasciare andare qualcosa e che non tutto deve essere perfetto altrimenti diventa patologico lei di infuria e mi offende. Il problema è che tira fuori cose che non c'entrano e mi insulta tanto che io ci rimango così male che non replico nemmeno mi chiudo in una stanza e senza essere vista piango. Chiedo aiuto perché ora che sono adulta vorrei che queste cose non mi ferissero più, vorrei che tutto mi scivolasse addosso senza farmi male, aiutatemi a superare questa situazione. Fin da piccola accadeva e non so davvero come fare ma è il momento di fare qualcosa. Grazie per l'aiuto.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Loredana Ragozzino Inserita il 29/01/2017 - 01:02

Ciao Matilde,
mi spiace che tu venga ferita intimamente dalla tua mamma che ami e son certa ti ama, ma lo dimostra in modo sbagliato. Evidentemente tua madre ha un vissuto che l'ha portata a questo punto, ma non è giustificabile la sua svalutazione nei tuoi confronti. I tuoi genitori stanno assieme o son separati? Non lo specifici.
Posso dirti che la tua possibilità è quella di dare un tuo percorso terapeutico. L'ideale sarebbe di farlo con tua madre, ma non si può obbligata. Ti suggerisco questo affinché tu possa comprendere e porti in modalità differenti grazie a una terapia.
Buon tutto.
D.ssa Loredana Ragozzino