Giovanna domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 23/03/2016

Milano

Non riesco a stare con un ragazzo

Fin quando si tratta di amicizia, riesco ad essere a mio agio. Ma appena percepisco che possa esserci qualcosa di più, inizio ad avvertire un mix di ansia, paura, tensione, e vergogna che mi fa correre via senza mai voltarmi indietro. Ed è per questo che a ventuno anni mi ritrovo senza mai aver nemmeno dato un bacio ad un ragazzo. Ogni volta che provo a mettermi alla prova, per provare a superare questo scoglio, mi sento male e fuggo via. Questa cosa mi ha da sempre provocato una forte sofferenza e adesso non ne posso più, voglio superarla e vivermi la vita come tutti gli altri.... Ma come fare? Mi sembra impossibile...

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Paolo Zandomeneghi Inserita il 23/03/2016 - 21:40

Cara Giovanna,

premettiamo che lei abbastanza giovane, e che i primi approcci intimi, dai baci ai rapporti sessuali, sono spesso carichi di vissuti ansiosi anticipatori (prima che il fatto accada).
Concordo con la collega che ha risposto prima di me sul fatto che "sforzarsi" sia talvolta controproducente, un percorso con uno psicologo o uno psicoterapeuta potrebbe aiutarla molto nel superare questi ostacoli. Le difficoltà sono sempre una ottima occasione per imparare qualcosa di nuovo su di se, sul mondo, e per allenare le proprie abilità di vita (un esempio è la capacità di gestire le emozioni).
In un percorso psicologico si affronterebbe la questione da vari punti di vista, quali sono le sue credenze su di se e su quello che potrebbe succedere, e le strategie migliori per affrontare le situazioni ansiogene.

Un caro saluto,

Paolo Zandomeneghi

Dott.ssa Chiara Francesconi Inserita il 23/03/2016 - 16:30

Buon pomeriggio Giovanna,
probabilmente ciò che provi e si scatena in te al momento di una maggiore intimità (anche solo presunta e ipotizzata) è da rintracciare in vissuti legati ad anni e vicende passate, nel periodo in cui si è andata formando la tua identità e il tuo giudizio verso te stessa e nei confronti degli altri. E' naturale che da soli non si riescano a risolvere certi conflitti interiori, poiché forzandosi, senza comprendere le cause del proprio disagio, si rischiano di fare ulteriori danni e peggiorare lo stato di ansia o timore e la propria valutazione di sé. Per poter modificare le tue reazioni, è prima necessario che tu ti conceda del tempo per comprenderti ed esplorarti, dare un significato a ciò che senti e da lì capire come costruire, con le risorse che avrai scoperto e sviluppato, delle migliori ed efficaci relazioni amicali ed affettive.
In tutto ciò un percorso psicoterapeutico sembra rivestire una chiave importante.
Resto a disposizione per ulteriori informazioni,
un caro saluto,
dott.ssa Chiara Francesconi
www.chiarafrancesconi.it

Dott.ssa Loredana Ragozzino Inserita il 23/03/2016 - 13:43

Cara Giovanna,
bisognerebbe indagare sul suo passato personale e capire cosa la fa cosi paura, anche in virtù del fatto che da sola non riesce a ad affrontare questo scoglio, come lo definisce lei stessa.
In poche righe non è possibile aiutarla a superare questo problema.
Le consiglio di fare una consulenza psicologica, da cui si potrà definire il giusto percorso da fare, affinchè lei riesca a vivere in armonia una relazione sentimentale.
Se vuole mi contatti. Resto a disposizione per chiarimenti. Un caro saluto.
D,ssa Loredana Ragozzino