Federica domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 01/04/2016

Milano

Cambiamenti

Buongiorno,
sono un ragazza di 26 anni e tra poco cambio lavoro.
Sono molto contenta di questa decisione che ho preso perchè andrò sicuramente a migliorare e perchè sarà un lavoro molto più stimolante che mi farà conoscere molte persone.
il problema è che nè i miei genitori nè il mio fidanzato (stiamo insieme da 9 anni ma non conviviamo) sono d'accordo con me e cercano in tutti i modi di ostacolare questa mia scelta.
Sicuramente è un grosso cambiamento perchè sarò anche spesso lontana da casa però ho pensato...se non faccio adesso questa esperienza, quando mi ricapiterà ancora? E' vero che ora ho un bel lavoro e per di più fisso ma perchè non provare a migliorare? Sto facendo una scelta sbagliata e hanno ragione gli altri?
Grazie!
Fede

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Bua Inserita il 02/04/2016 - 17:35

Gentile Federica,
parto anch'io dalla considerazione della collega per cui ritengo che non si tratti di scelte giuste o sbagliate, bensì più funzionali alle esigenze, aspirazioni, bisogni di una particolare fase di vita. Da quello che dice sembra emergere forte in lei il desiderio di sperimentarsi in un nuovo contesto e di sviluppare le sue potenzialità, ma è ovvio che ciò porterà inevitabilmente a doversi confrontare con un nuovo assetto che coinvolgerà anche le sue relazioni significative. Più che il suo ragazzo e la sua famiglia, come vive lei questa cosa? Pensa che realizzarsi nel lavoro significherà "trascurare" gli affetti?
Per qualsiasi informazione rimango a sua disposizione.

Cari saluti

Dott.ssa Valentina Bua
Psicologa
Roma

Dott.ssa Chiara Francesconi Inserita il 02/04/2016 - 11:34

Buongiorno Federica,
non esistono scelte giuste o sbagliate. Certo, ogni scelta ha insito in sè la rinuncia a qualcos'altro (come ad esempio, in questo caso, il posto fisso o la vicinanza a casa). Ciò che può in effetti dirci se ciò che stiamo scegliendo è PER NOI, per la nostra vita, più o meno corretto, è la motivazione che sta dietro a tali scelte. Ritiene di fare questa scelta per altri motivi, oltre che per uno sprone e vivo desiderio di migliorare ed esplorare le sue capacità e potenzialità? Ritiene che questa scelta possa comportare un cambio di direzione nella storia con il suo fidanzato, o nei rapporti familiari? Forse le stesse reazioni dei suoi cari sono legate a delle loro paure, dei loro timori, di veder mutare la vostra quotidianità. La comunicazione è sempre il primo mezzo da prendere in considerazione quando si vuole comprendere a pieno il pensiero degli altri ed esprimere il proprio, pertanto le consiglierei di spiegarsi e chiedere ulteriori spiegazioni anche ai suoi cari, rispetto al loro ostacolarla. Se questa fase di decisione, dovesse procurarle stress o altro tipo di tensione interiore, può comunque consultare un terapeuta, anche soltanto per un ciclo di sedute di supporto emotivo in fase critica.
Resto a disposizione per ulteriori informazioni,
un caro saluto,
dott.ssa Chiara Francesconi
www.chiarafrancesconi.it

Dott.ssa Loredana Ragozzino Inserita il 01/04/2016 - 18:19

Cara Federica,
la decisione è solo sua, e da ciò che scrive direi che ha già scelto, e' determinata, e questo non esclude l'amore verso il suo fidanzato e i suoi genitori, ma un rinnovamento che lei sente forte.
Forse i suoi cari la ostacoleranno ancora per questa scelta, ma il tempo e il suo benessere daranno le risposte a tempo debito.
Non esiste la ragione o il torto, ma ciò che desidera Federica.
Buon tutto.
D.ssa Loredana Ragozzino