elena domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 29/12/2015

Alessandria

Capire qual è la scelta giusta

Buongiorno,
sono una donna di 45 anni. Mi sono separata da mio marito dopo essermi innamorata di un altro uomo con il quale sono stata sei anni..completamente annullata da lui..separato in casa...la casa dove è rimasto ed è tutto'ora dopo che sono riuscita a lasciarlo. Mi sono fidanzata di nuovo con un uomo padre di due figli e me ne sono innamorata..almeno credevo..ma problemi di salute di uno dei figli e l' incontro con un uomo speciale..più grande di me..hanno fatto si che dopo più di tre anni anche questa storia finisse. l' uomo speciale però è anche lui un separato in casa con figlia..ed io ho cercato in tutti i modi di non innamorarmene perchè anche se le rassicurazioni su un futuro insieme lui aveva cercato di darmele..io non potevo fidarmi di nuovo. e così ho conosciuto un uomo che mi ha corteggiata e voluta da subito...libero..serio e piacevole..il rapporto ideale...se non fosse che i miei pensieri continuano ad essere per il mio uomo speciale..che è stato per quasi tre anni la mia quotidianità...la presenza solida nella mia vita... ma che problema ho che continuo a non capire cosa voglio? ho paura di perdere forse l' unico uomo che mi abbia amata nonostante i miei sbagli ed i miei dubbi... eppure solo una cosa ho sempre cercato nella mia vita...poter stare bene con un uomo che mi ami e mi rispetti.

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Patrizia Guarino Inserita il 31/12/2015 - 03:22

Gentile Elena,
mi permetta di sottolineare alcune frasi che mi sono rimaste impresse del suo messaggio:
"mio marito", "altro uomo", " un uomo padre...", "uomo speciale", "uomo che mi ha corteggiata e voluta da subito".

So benissimo che la brevità e le ragioni di riservatezza hanno vincolato il suo modo di esprimersi, tuttavia è proprio in queste narrazioni che si vede o non si vede qualcosa.

E qui non si vede Lei. Si nota certamente il suo bisogno, ma non Lei.
Sembra quasi come se fosse dietro le quinte e gli attori fossero gli uomini o il suo bisogno (di protezione?).

Mi perdoni per la frase, sicuramente la questione è più complessa, ma in questo contesto è quello che riscontro.
Lei giustamente vuole essere amata e rispettata, ed è una richiesta legittima, un diritto.
Ma Lei chi è? Cosa fa nella vita, cosa le piace? Sta bene con se stessa? Che aspirazioni ha? Ha amici? Un lavoro? Che soddisfazioni ha avuto, ecc...

Non conoscendola di persona, non so se è questo il caso, ma a volte, prima di capire se abbiamo perso qualcuno, forse è necessario ritrovare se stessi.

Se ha voglia di approfondire, può contattarmi, anche online.

Dott.ssa Anna Patrizia Guarino - Psicologa, Roma
www.nonsolofreud.it

Dott.ssa Loredana Ragozzino Inserita il 30/12/2015 - 20:54

Cara Elena, credo che lei necessiti di fare chiarezza nelle sue emozioni. In poche righe non è semplice capire la storia di una vita. Le consiglio di contattare un collega affinchè possa comprendere bene cio' che davvero vuole e riesca sciogliere i suoi dubbi. La saluto cordialmente.
D.ssa Loredana Ragozzino

Dott.ssa Christina Marchetto Inserita il 29/12/2015 - 14:00

Gentile Elena,
le suggerisco di intraprendere un percorso con un collega psicoterapeuta per poter riordinare alcuni pezzi della sua vita e comprendere quali sono i lati positivi e quali quelli meno che possono essere sistemati per poterla far sentire una persona senza paure e senza timori, e come mai alcuni dubbi e sbagli la fanno sentire poco felice.
Non sempre si fanno scelte consapevoli, a volte sono dettate inconsapevolmente dalle emozioni e dalle sensazioni.
Dott.ssa Marchetto Christina