Aldo domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 16/07/2016

Compagna con figlia

Salve , mi chiamo Aldo ho 41 anni , ho letto diversi suoi articoli sul blog
le scrivo perche' sto vivendo una situazione molto complicata e non so come uscirne , in poche parole vivo una relazione con una ragazza di 38 anni la quale ha una figlia di 14 anni
oramai la conosco da 8 anni e gli ultimi 5 anni ho avuto una semiconvivenza diventata convivenza da circa 5 mesi
il problema che dentro di me non ho mai accettato sua figlia proprio la sua figura ,nonostante ci abbia provato in tutti i modo è piu forte di me ci sono momenti in cui non la sopporto e purtroppo la cosa che mi fa andare in crisi è che della mia compagna (sua Madre) sono molto legato forse innamorato , ho cercato diverse volte di farle capire che per me è molto complicato andare avanti cosi ma poi passano i giorni e ci avviciniamo e sembra che vada tutto bene ,ma in realta sia io che lei abbiamo capito che forse io non accetterò mai la presenza della figlia credo che abbia un carattere troppo forte e viziato e quando penso che se io avrò un bambino con la mia compagna e lei gli è vicino come sorellastra non lo sopporto,
e questo però dall'altra parte mi mette in crisi perche so quanto è brava e perfetta per me la madre , gli ultimi mesi sono spesso in crisi e non passa settimana che non ci scontriamo oramai , diverse volte abbiamo detto di lasciarci e vivere le proprie vite , ma poi non ci riusciamo, specialmente io,
ho provato anche ad andare a lavorare all'estero con la scusa in modo da allontanarmi , ma poi sono risceso dopo 2 mesi perche mi mancava, ma solo dopo 4 giorni sono riaffiorati i soliti problemi, tra l'altro lei adesso vuole anche un figlio ad ire il vero lo volevo anche io pensando anche forse che con l'arrivo di un nostro bambino i problemi potessero risolversi,
adesso sono molto confuso tra mille dubbi e non cè giorno che non penso che vorrei sparire e ripartire per irfarmi un altra vita , divertirmi ecc ecc
se può essere utile , io prima di questa relazione ho avuto sempre storie brevi (tantissime) il classico single
se potrebbe darmi qualche consiglio , sopratutto cosa è piu giusto fare per tutti
e sopratutto poi come meglio accettare un eventuale allontanamento ( per me sarebbe dura)
la ringrazio anticipatamente per una sua eventuale risposta
Buon lavoro

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Loredana Ragozzino Inserita il 16/07/2016 - 20:01

Salve Aldo,
il malessere che prova e riconosce è un dato importante, perchè solo il fatto che ne sia consapevole è un buon primo passo per cercare di affrontare la situazione di difficoltà che ha nel relazionarsi e nell'accettazione di questa ragazzina (figlia della sua compagna). A volte puo' succedere che si veda il figlio/a del partner che amiamo come un potenziale rivale, e o non accettiamo che la prole non sia nostra ma di un'altra persona.
In ogni caso caro Aldo, visto che non riesce a superare questo conflitto, le consiglio di rivolgersi a un collega del settore per una consulenza e un eventuale percorso terapeutico. Tenga conto che un figlio per un genitore ha sempre la priorità.. inizi provando a pensare che questa figlia è parte della donna che ama.
Resto a disposizione per chiarimenti.
Saluti.
D,ssa Loredana Ragozzino