Ceci domande di Alimentazione  |  Inserita il 19/03/2016

Roma

Sono sola a risolvere un problema

Buongiorno! Sono nuova e desidero condividere il mio problema perché credo che affrontarlo da sola sia più difficile.
Quest'estate sono dimagrita dopo essere andata ad un campo estivo sportivo. Da quel momento ho iniziato a mangiare più sano finché quella del cibo non si è trasformata in un'ossessione. Ho l'immensa paura di essere anoressica anche perché questo mese non mi è venuto il ciclo, tuttavia riconosco il mio problema è sono decisa a risolverlo e a ritornare a mangiare spensierata come prima. Sono sicura di potercela fare, al 100%, l'unico fatto e che sono sola a dover affrontare ciò perché se lo dicessi ai miei genitori avrei paura di deluderli, mia sorella ha iniziato pure lei con questa stupida ossessione da quando io sono dimagrita (sono infatti sommersa dai sensi di colpa), e le mie amiche sono sicura che mi giudicherebbero. Spero che nessuno di voi mi giudicherà ma almeno non vi conosco perciò se anche lo faceste non sarebbe un problema, però io già me ne vergogno e non vado per niente fiera di quello che mi è successo (parlo al passato perché già negli ultimi giorni la situazione sta migliorando e sono meno ossessionata).
Grazie mille se la vostra risposta mi darà un sostegno facendomi sentire meno sola

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Antonio Amatulli Inserita il 21/03/2016 - 08:58

Cara Ceci,
Qual è l'intenzione positiva di questa attenzione al cibo?
In merito alla paura di deludere i suoi genitori. Secondo lei, qual'è la cosa peggiore che può capitare in merito al deludere i suoi genitori?
E' qualcosa che merita il non chiedere aiuto anche a loro?
Dietro alle sue paure ci sono sicuramente delle intenzioni positive che la vogliono proteggere, ma se non stiamo attenti, rischiamo di rimanere bloccati e senza risorse.

Dott.ssa Valentina Bua Inserita il 20/03/2016 - 20:23

Gentile Ceci,
condivido ciò che le ha già suggerito la collega circa la differenza tra alimentazione sana e alimentazione insufficiente.
Detto ciò, perchè ha così paura di essere giudicata dagli altri (dalla sua famiglia, dalle sue amiche, dai professionisti che leggeranno il suo messaggio su questo portale)? Perchè vivere un disagio dovrebbe essere motivo di delusione e giudizi negativi? Come le ha già detto la collega, è importante il fatto che abbia riconosciuto di avere delle difficoltà e di volerle affrontare. Il punto è che il primo passo per affrontarle è proprio circondarsi di persone che possano aiutarla in questo. Già il fatto di aver scritto qui è una prima richiesta di aiuto.
Per qualsiasi informazione rimango a sua disposizione.

Cari saluti
Dott.ssa Valentina Bua
Psicologa
Roma

Dott.ssa Loredana Ragozzino Inserita il 20/03/2016 - 01:20

Cara Ceci,
Quanti anni hai?
Facciamo chiarezza tra mangiare sano e non mangiare. Se sei dimagrita troppo è perché non mangi, e ritengo strano che i tuoi non si accorgano della tua magrezza, che riferisci ti ha causato un episodio di amenorrea.
I dati che fornisci son troppo pochi, e on genere l'anoressia è solo la punta dell'iceberg che sottende problematiche piu profonde.
Ritengo che nonostante le tue buone intenzioni e volontà a stare meglio (apprezzabile e lodevole), hai bisogno di essere seguita da uno specialista del settore, da sola non è possibile Ceci.
Non conosco la tua situazione, il tuo peso ecc ma so che stai chiedendo aiuto grazie al cielo. Recati dal tuo medico di base e fatto indirizzare. Se sei minorenne dovrai farlo con i tuoi genitori, che son certa aiuteranno te e tua sorella.
Un caro saluto.
D.ssa Loredana Ragozzino