Elena domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 18/01/2016

Forlì-Cesena

Cambio di vita e fine di una relazione

Buongiorno, sono una ragazza che da poco ha finito di frequentare il Liceo Artistico e ho 19 anni.
Ho tante passioni, molta voglia di vivere e scoprire cose nuove, mi piace leggere e scattare fotografie.
Da tre mesi ho iniziato l' università di Architettura ma tutti i giorni tornavo a casa piangendo, perchè infatti la mole di lavoro è molta e non sono abituata, e si affrontano materie scientifiche molto difficili e so di non essere molto portata in quelle.
Inoltre i ritmi sono molto stressanti ed ho iniziato a soffrire di tricollomania molto forte :(
Ci ho riflettuto molto queste vacanze di Natale e non so se mi convenga lasciare tutto e anno prossimo andare a Beni culturali.
Solo che mi dispiacerebbe saltare un anno, pensate sia uno spreco?
Poi stavo con un ragazzo da un anno, lui è sempre stato una persona molto fredda e distaccata, ma stavamo bene.
Da quando mi sono trasferita in università ha iniziato a crollare la nostra relazione.
Io sempre più stressata mi sono sfogata con lui, e lui ha iniziato a distaccarsi sempre di più allontanandosi da me.
A volte si fa molta fatica a parlare, non so proprio come affrontare questa situazione.
Poi per l'università non so proprio come fare perchè Architettura mi sta tagliando via le passioni e la mia vita sociale, mi sento vuota senza più voglia di vivere.
Ma stare a casa ad aspettare le iscrizioni per l'anno prossimo a beni culturali o a qualsiasi altrà università non so se mi gioverebbe, non vorrei stare a casa a non combinare niente di produttivo, sapendo di soffrire di molta angoscia esistenziale :(
Ogni vostra risposta mi sarebbe veramente d'aiuto, grazie mille!

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Lepre Inserita il 18/01/2016 - 20:27

Cara Elena,
innanzitutto credo sia necessario chiederti come mai la scelta di architettura ed eventualmente di beni culturali.
Che obiettivi ti sei posta? O meglio cosa desidereresti fare nella vita? Come ti vedi nel futuro?
In base alle risposte che, per ora, senti di darti, sceglierei il mezzo che ti permette di realizzare i tuoi sogni, i tuoi progetti nei tempi e nelle modalità che sono più giuste per te.
Saluti
dott.ssa Lepre

Dott.ssa Loredana Ragozzino Inserita il 18/01/2016 - 19:56

Cara Elena,
ogni scelta comporta spesso una rinuncia, ma a questa consegue spesso buon insegnamenti.
Lei ha un'età per cui un anno può essere utile per comprendere se uno studio è più o meno adatto, e può capitare di voler cambiare. Se decide di cambiare facoltà, la viva come un'esperienza di vita e scelta importante e non come tempo sprecato, perchè non è tempo sprecato, tutt'altro.
Il cambiamento dalle scuole superiori all'università è importante, e l'impegno è differente cosi come i ritmi delle lezioni e dello studio. Mi creda, si adatterà bene e farà nuove amicizie.. l'università è un'esperienza unica.
Il ragazzo di cui parla evidentemente non era in grado di sostenerla, affrontare e condividere i suoi problemi, e dal suo scritto non trapela tanta sofferenza per aver chiuso con lui.
Parla di angoscia esistenziale che la assale. Ritengo che la sua sia più timore di sbagliare che si dovrebbe concedere. Chi non sbaglia non matura emotivamente, e lei sta percorrendo una buona strada. Potrebbe giovarle fare qualche tecnica di rilassamento.
Resto a disposizione per chiarimenti.
Auguri per tutto.
D.ssa Loredana Ragozzino