Claudia domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 11/03/2016

Roma

Apatia ed insofferenza sin da piccola

Salve, sono una ragazza di 19 anni e da sempre ho sofferto di apatia verso tutto e tutti.
Mi trovo all'estero da 6 mesi e non mi mancano ne i miei genitori ne le mie sorelle.
Non ho interesse nel stringere legami con altre persone.
Sono ancora vergine perche non ho mai provato emozioni abbastanza forti verso un ragazzo al punto tale da arrivare ad aprirmi completamente a lui.
Quando mio zio si è tolto la vita il giorno del mio compleanno non ho versato neanche una lacrima.
Non sono mai riuscita ad interpretare le emozioni e stati d'animo delle persone che mi circondano.
Sin dai piccola ho sofferto di violenza fisica e verbale da parte dei miei genitori che mi ha marcato profondamente.
Della mia infanzia ed adolescenza ricordo poco o niente.
Durante quel periodo ricordo soltanto pianti e litigi, dopo i quali cercavo disperatamente di estranearmi dalle emozioni e sentimenti che provavo o addirittura dal mio stesso corpo quando venivo picchiata.
Quel che mi resta ora è un anima vuota senza emozioni, come se da bambina a forza di fuggire dalla mia stessa testa non sia piu riuscita ad entrare dentro.
Vorrei riuscire a provare emozioni, ma non so come, sono ancora in tempo?
(Perdonatemi per l'italiano molto probabilmente non impeccabile ma sono spagnola)
Grazie.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Loredana Ragozzino Inserita il 11/03/2016 - 12:55

Cara Claudia,
il suo italiano è ottimo complimenti.
Mi rincresce sapere del malessere attuale che vive e credo si porti dietro da tempo, nonostante la sua giovane età.
Questo stato è senza dubbio riconducibile alla sua infanzia e pubertà vissuta con sofferenza e violenza. Ritengo lei possa aver sviluppato una difesa tale (tipo corazza), per non sentire il male ..non solo fisico.
Lei ha emozioni mi creda Claudia, altrimenti non avrebbe scritto qui. Ha bisogno di essere aiutata e guidata da uno specialista affinché possa risvegliare alcune sue parti sopite.
Non esiti a contattarmi privatamente per approfondire la questione.
Un caro saluto.
D.ssa Loredana Ragozzino