Vinnie domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 30/01/2017

Pausa di riflessione, non so se sei l'amore della mia vita

Salve a tutti
la mia ragazza dopo 3 anni che stiamo insieme, mi ha chiesto una pausa di un mese, perché mi dice che vuole capire bene se sono io l'uomo della sua vita o no. La situazione é particolare perché io l'ho conosciuta quando era con il suo ex, che lei non amava e lo ha lasciato un po a causa mia, ma poi si é trovata bene con me e abbiamo passato 3 anni bellissimi, pieni di momenti fortissimi, un intesa e una complicità formidabile e dove le cose andavano sempre meglio... a parte il fatto che lei non é mai riuscita a dirmi "ti amo" (si solo qualche volta in realtà) e in qualche senso é sempre rimasta un po frenata in certe cose, come per esempio il fatto che viveva praticamente con me e non ha mai fittato il suo vecchio appartamento. Una mattina, dopo essere tornati da un viaggio che é andato benissimo, ha iniziato a piangere dicendo che aveva bisogno di una pausa perché aveva una crisi di identità, perché non era mai stata sola e perché voleva capire se ero io l'uomo della vita e quindi se concedersi al 100% e andare avanti con matrimonio e figli...io all'inizio l'ho fatta fare tranquillamente, poi sono scoppiato e alla fine ho deciso di fare finta di capirla e non interferire cosi che possa ritrovare le sue risposte e tornare da me per stare ancora meglio di prima. Ovviamente sto malissimo in realtà, ho paura di perderla e del fatto che in realtà sparendo lei si renda conto che preferisce vivere senza di me.
Come devo riflettere e come devo comportarmi? Sono in panico totale non ci capisco niente.
Grazie

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Loredana Ragozzino Inserita il 31/01/2017 - 01:40

Caro Vinnie,
chiedi il giusto modo di comportarti. .ma non esiste uno migliore o peggiore, ma il proprio modo. Soprattutto questo momento doloroso di forte incertezza ti potrà far capire molte cose. È dura, lo so, ma ora non puoi far altro che attraversare questo sentiero.
Nel caso ti sentissi in seria difficoltà ti suggerisco di rivolgerti a un collega dove vivi,;per una terapia do sostegno.
Resto a disposizione per chiarimenti.
Un caro saluto .

D.ssa Loredana Ragozzino