Laura domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 17/02/2016

Seconda possibilità, perdono.

Salve, ho una relazione nata da più di un anno, entrambi attivi e pieni di interessi, condividiamo molte cose e molte passioni.
Un giorno ho scoperto un tradimento con la sua ex e il clima si è raffreddato decisamente. Rapporto strano e al contempo ovviamente limitato, ho temporeggiato un attimo per capire cosa fare.
Abbiamo analizzato la cosa nel dettaglio e giunti alla conclusione seguente: da un lato perdonare un tradimento non è un gesto semplice ed ovvio, dall'altro venendo meno la fiducia mi viene naturale comportarmi in modo "dubbioso" e quindi anche distaccato. Lui, dal suo canto, vedendo che mi comporto in questo modo non si sente nemmeno lui se stesso perchè è come se si sentisse perennemente sotto esame e giudicato.
Il che è ovviamente vero e capibile. Dal suo canto lui dice frasi contrastanti, del tipo:
- io mi lascerei già da un pezzo, non so come tu faccia
- sono disposto a chiudere i ponti con la ex e riprovarci
- se non riesci a perdonare, però, è inutile... perchè non riesco a ripartire con una persona che perennemente pensa al fattaccio, nonostante sia giustificata.
- Ci tengo molto a questa storia
- Se non avessimo parlato, forse valutavo di chiudere i ponti con entrambe e rimanere da solo.
- Forse è meglio rimanere amici?
- Mi pare evidente che per me tu sia importante, se davvero sei disposta a perdonare possiamo riprovare a stare bene. Ma davvero.
Ora, non capisco... Vuole davvero continuare? Vuole essere lasciato perchè non ha il coraggio di farlo lui? (sarebbe un assurdo o forse no).
Eppure mi cerca, mi invita a condividere diverse cose. Io dal mio canto provo qualcosa di grande e sarei disposta a perdonare, ma è davvero la scelta migliore?
Sono confusa e non capisco. Dovrei essere io quella distaccata adesso e invece lo è lui.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Loredana Ragozzino Inserita il 17/02/2016 - 19:49

Cara Laura,
a prescindere da lui.. lei cosa vuole? Questo è il punto fondamentale cosa vuole fare Laura.
Ritengo che una consulenza psicologica potrebbe aiutarla a capire e a capirsi meglio.
Resto a disposizione per chiarimenti.
Un caro saluto.
D.ssa Loredana Ragozzino