enrico domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 25/07/2016

Separazione dolorosa

Buonasera , vi espongo il mio problema, sono un uomo di 51 anni,ho 2 figlie di 18 e 20 anni , mi sto separando da mia moglie, a distanza di un paio di settimane loro tre si trasferiranno in un altra abitazione, ed io rimarrò da solo nella casa dove abbiamo vissuto per più di 20 anni, nei momenti in cui sia le ragazze che mia moglie sono fuori ho forti attacchi di panico e sento di non riuscire a superare questa situazione, nel momento in cui andranno via. premetto che stiamo facendo questo passo , che ha deciso lei da circa 2/3 mesi, dopo che il nostro rapporto si è andato affievolendo per vari motivi , tra di noi non c' era altro che un rapporto di convivenza , con alti e bassi ,discussioni e fasi di quasi totale indifferenza. mia moglie ha lamentato più e più
volte questa situazione, ma io ero preso da altri problemi e non gli ho mai dato il giusto peso.
Ora me ne pento e sento che mi sta crollando il mondo addosso, mi sento un fallito, con le mie
figlie ho un rapporto tutto sommato decente, anche se ultimamente vedo che sono molto più vicine alla madre che a me , anche perchè quando sono in casa mi sento uno zombi vago con la faccia triste e sconsolata, e questo penso mi faccia apparire ancora più inutile agli occhi sia di mia moglie che delle mie figlie.
Domenica mia moglie era fuori per lavoro , l ho chiamata al telefono e gli ho detto piangendo che stavo malissimo,e che avrei cercato in tutti i modi di cambiare basta che non fosse andata via, lei mi ha risposto che per il momento è giusto che vada via perchè se restasse
con me lo farebbe solo per compassione, ma poi sarebbe lei quella che starebbe male, la cosa che mi da un po di consolazione è il fatto che ha detto che lei non chiude la porta in faccia a nessuno, e
non è detto che possa tornare ad avere dei sentimenti nei miei confronti se io riesco a cambiare il mio modo di essere.
scusate se mi sono dilungato ma era per darvi una chiara visuale della situazione, torno a ripetere sto malissimo mi sento un fallito e a volte mi passano per la testa brutti pensieri ,che ad ora sono sempre riuscito a scacciare, mi sento come se fossi risucchiato dalle sabbie mobili, so che ora è tardi ed è giusto che lei vada avanti in questa sua decisione, ma ho paura di non riuscire a superare questo momento, vi prego se avete la possibilità vi chiedo un aiuto per superare questo periodo così difficile della mia vita.
Vi ringrazio in anticipo per il tempo che vorrete dedicarmi Enrico

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Loredana Ragozzino Inserita il 26/07/2016 - 19:51

Caro Enrico,
mi dispiace per la sofferenza che sta vivendo, ma è una fase inevitabile quando avviene una separazione. L'ansia e gli attacchi di panico sono una reazione al timore dell'incombente novità che l'aspettano e non solo. Ritengo che lei abbia bisogno di una terapia di sostegno al momento. Le consiglio una consulenza psicologica quanto prima. Non esiti a contattarmi per delucidazioni.
Resto a disposizione per chiarimenti.
D.ssa Loredana Ragozzino
Tel. 340 7362653