Marco domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 23/02/2016

Confusione

Salve, ho 19 anni recentemente ho iniziato l'università malgrado lasciarla subito dopo 2 mesi. Da quel momento in più sono sempre in casa, ho paura di cercare lavoro non so c'è qualcosa in me che si è bloccato. Essendo anche una persona insicura e ansiosa, vorrei cambiare assolutamente. Questa cosa mi sta letteralmente uccidendo dentro, vorrei essere in grado di vivere senza patemi d'animo, sicuro di me avere la forza mentale di estrapolare il positivo da situazioni negative. Aggiungiamo anche che non ho mai avuto una relazione con una ragazza e vorrei tanto ma sono sempre bloccato anche in discoteca per esempio. Anche alcune amicizie false mi sta mandando in confusione e veramente ho bisogno di un cambiamento radicale di prendere in mano la mia vita ma ho un blocco psicologico: continuo a ripetermi che è ora di continuare, di cambiare ma non riesco ad agire che è la cosa più importante di tutte. Sento che se riesco a prender in mano la situazione passerò da essere un semplice adolescente a essere finalmente un adulto anche se questa situazione la dovrei risolvere senza chiedere aiuto a qualcun altro ma evidentemente ne ho bisogno

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Bua Inserita il 24/02/2016 - 17:06

Gentile Marco,
ciò che descrivi è riconducibile alla fase di vita che stai vivendo, che è caratterizzata da importanti cambiamenti, a livello personale, relazionale, sociale. Tali cambiamenti sono talvolta connotati socialmente e culturalmente: la maggiore età, l'esame di "maturità", la fine della scuola superiore e la responsabilità di prendere le prime, grandi decisioni in merito al proprio futuro: lavorare, intraprendere un percorso universitario, quale facoltà scegliere ecc... Ed è del tutto comprensibile che si possano sperimentare dei vissuti di ansia e di insicurezza durante questo periodo complesso della propria vita. Se, come racconti nel tuo messaggio, questi vissuti diventano difficili da gestire a tal punto da crearti un profondo disagio, ti consiglierei di provare a rivolgerti senza timore ad un collega della tua zona.
Per qualsiasi informazione rimango a tua disposizione.

Cari saluti
Dott.ssa Valentina Bua
Psicologa
Roma

Dott.ssa Cristina Fumi Inserita il 24/02/2016 - 14:51

Caro Marco,

la fase del giovane adulto, quella che tu stai attraversando, rappresenta per noi "tecnici" un momento molto delicato e complesso in cui possono emergere disagi psicologici come quelli che tu descrivi.

Prova a pensare di rivolgerti a uno psicologo per capire meglio quello che ti sta accadendo.
In bocca al lupo!

Dott.ssa Cristina Fumi
psicologa-psicoterapeuta
MILANO
www.studiokaleidos.it

Dott.ssa Loredana Ragozzino Inserita il 23/02/2016 - 21:27

Caro Marco,
crescere non è semplice e ritengo che la possibilità di lasciare il tuo nido ti crei disagio. Sei entrato in un limbo che ti crea ansia e angoscia. Ritengo che una consulenza psicologica possa esserti di aiuto a capire cosa sta succedendo in te.
Puoi contattare me on line se vuoi, o un altro professionista sul web o se preferisci di persona nel paese in cui vivi. Aver chiesto aiuto qui è un passo importante che hai fatto, bravo.
Resto a disposizione per chiarimenti.
Un caro saluto.
D.ssa Loredana Ragozzino