Angela domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 30/12/2015

Agrigento

Carenza di intimità

Buongiorno,
Sono una ragazza di 21 anni e frequento da un anno e mezzo un uomo di 38.
Fino a qualche mese fa non avevo nessun problema con lui, si è guadagnato la mia fiducia e mi sta aiutando ad avere almeno un pochino di stima in me stessa.
Da qualche mese capita che l'intimità non c'è più, passiamo mesi senza farlo e mi sento davvero male perché per lui provo una forte attrazione.
Un paio di mesi fa avevo provato a parlargli, mi aveva rassicurata dicendo che gli era già capitato in passato, che è un periodo passeggero e aveva apprezzato l'esposizione del problema da parte mia. Nelle settimane successive si era ripresa la solita vita intima per poi avere di nuovo un brusco calo. So che non ha un'altra perché non ha il tempo materiale e le attenzioni per me non mancano mai.
Io mi sento male al pensiero di parlargli e per la paura che mi dica che la colpa è mia.
Mi dico di continuo di aspettare perché ho la speranza che capiti qualcosa, ma più attendo più mi manca il respiro pensando di dover affrontare in problema.
Non so proprio che fare,
Ringrazio per il tempo dedicatomi.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Giulia Papini Inserita il 04/01/2016 - 20:46

Buonasera Angela, la sfera intima in una relazione di coppia è molto importante e insoddisfazioni in tale ambito possono talvolta essere legate anche a momenti di difficoltà psicologica del partner. Nei periodi di riduzione dell'intimità si è accorta se lui ha momenti di tensione maggiore sul lavoro o un maggiore stress? Inoltre riguardo alle preoccupazioni che lei ha nel comunicare al partner la invito ad alcuni spunti di riflessione.. Quali sono le paure che lei ha nel confidargli un suo bisogno? Cosa potrebbe succedere a parlare con il suo partner dei suoi bisogni? La comunicazione di quelli che sono i bisogni reciproci è una base importante per sentirsi soddisfatti nella vita di coppia. Spero di esserle stata utile, non esiti a contattarmi per ulteriori domande. Saluti, Dott.ssa Giulia Papini Prato.

Dott.ssa Loredana Ragozzino Inserita il 30/12/2015 - 21:31

Salve Angela. E' sempre difficile comprendere una situazione con pochi dati a disposizione. Da quel che racconta la problematica non è sua ma del suo compagno. Ovviamente quando si è una coppia le gioie e o i problemi si condividono. Non esistono mai colpe, ma delle strade piu' difficili da percorrere a volte. Sarebbe necessario fare una raccolta anamnestica per ricostruire entrambi i vostri vissuti, e questo necessita di una consulenza piu' approfondita. Se ha altre domande non esiti a contattarmi. Cordiali saluti.
D.ssa Loredana Ragozzino