articoli di psicologia della Dott.ssa giuliana rasi

risposte dello specialista giuliana rasi

 23  risposte
  Vis. Profilo

La mia ragazza vieta di masturbarmi

Apri domanda

caro Marco, il problema (se di problema si tratta), non sta nel marsturbarti o no, ma in cosa te ne fai tu del senso di colpa o del disagio, legato alla tua ragazza che te lo vieta e al vostro rapporto. La domanda è sempre a noi stessi. Nella domanda c'è già la risposta. Se vuoi che ti aiuti a trovarla, in te, questi sono i miei riferimenti Giuliana Rasi Dott.ssa Giuliana Rasi. Psicologa e Psicoterapeuta Transpersonale ab. corso Lodi 24 - Milano studio via Foppa, 14 - Milano giulirasi@tiscali.it – 3488568165...

Blocco Sessuale

Apri domanda

Buongiorno, mi spiace che lei si trovi: punto e a capo, dopo l'impegno e la fatica delle terapie, e capisco il suo sconforto e la preoccupazione. Per questo mi sento di dirle che forse la risposta al suo problema è guardare a se stessa come a un Tutto integrato, dove corpo e mente sono solo aspetti diversi di una stessa realtà:: Lei. Se quindi il suo corpo le dice cose che non si accordano con i suoi sentimenti: amore per il suo compagno può essere che dentro di lei siano da cercare i collegamenti giusti per far dialogare le varie parti: i sentimenti e la mente che le dicono una cosa e il corpo che si ribella, con il blocco sessuale. La risposta sta nel dialogo interiore fra le diverse parti di noi. La mia esperienza mi dice che solo così la realtà smette di sembrarci assurda e incomprensibile. Il problema sessuale non è confinato alla sfera del sesso e non credo affatto che una giovane donna possa far a meno di occuparsene come di cosa sua. Il suo problema è anche il suo migliore alleato per curarsi su tutti i versanti: affettivo, relazionale, sessuale. Se desidera approfondire, può scrivermi, ricevo a Milano. giulirasi@tiscali.it Un caro saluto Giuliana Rasi...

Non sono mai cresciuta

Apri domanda

cara Zenit, ti consiglio di guardare sotto la superficie del tuo dubbio fra libertà e amore. Per farlo bisogna cambiare livello, se guardi al problema dal punto di vista della mente il problema non si scioglie, la mente divide; ma la soluzione esiste sempre e si trova oltre la mente. Forse per far questo è necessario un piccolo aiuto esterno. Io sono qui, se vuoi. Non si tratta di consigliarti quindi, se mai di aiutarti a trovare la tua risposta. Dentro di te c'è. Il tuo sè la conosce anche se tu ancora no. un caro saluto giuliana rasi...

come posso aiutare il mio ragazzo affetto da DOC

Apri domanda

cara Joan, puoi iniziare ad aiutare te stessa e per esempio domandarti di cosa hai bisogno tu. Quando si sceglie di stare in una relazione così difficile da portare avanti ci sono ragioni personali (oltre l'amore) ed è bene guardarle. Tu sei importante. Occupati di te, ne va di te! un caro saluto giuliana rasi psicologa e psicoterapeuta a Milano...

Consulto

Apri domanda

sì Paolo, ci sono modi naturali di guarire dall'ansia. Lei hai già iniziato a farlo, ponendoti le domande giuste. Il sintomo che avverte è solo un segnale che le indica come da lì si può passare per curarsi, da dentro. Parla infati di rifiuto dei cambiamenti.Io direi piuttosto paura, timore che qualcosa possa cambiare. Sotto la paura c'è la voglia di cambiare, solo bisogna frla emergere. Con un po' di aiuto, se necessario.Se vuole possiamo parlarne. Mi scriva, il mio indirizzo e mail è giulirasi@tiscali.it. Il primo colloquio è conoscitivo e gratuito. un caro saluto Giuliana Rasi...

ansia dopo operazione e cure per cancro

Apri domanda

carissima, intanto con coraggio e tanta forza, che lei ha già mostrato di avere avendo affrontato questa brutta malattia. Vede, la malattia sembra piombarci addosso, come venisse dall'esterno, ma in realtà è nata dentro di noi, così come è nell'interiorità che si annida sia la paura che ritorni che la cura definitiva. Occuparsi della paura e non cercare di fuggirla o cobatterla è la migliore cosa che possiamo fare. Dentro la paura ci sono tutte le rispote. Se crede possiamo parlarne meglio in un colloquio. Mi può contattare: giulirasi@tiscali.it Un saluto e mille auguri Giuliana Rasi...

Voglio di nuovo la mia liberta

Apri domanda

cara monica,come già hai intuito il tuo corpo sta esprimendo, con i disagi che ti provoca, le sue richieste. Fino a che non ce ne occupiamo il corpo continua a "urlare" sempre più forte, per farsi sentire e non bastano purtroppo ortopedici o qualche goccia di valeriana; il disturbo si ripresenta, la tensione ritorna e insieme le paure. Dico che lo intuisci perchè la tua domanda testimonia che ti stai chiedendo perchè, benchè tu faccia delle cose per curarti, non sono risolutive. Perchè il disturbo di cui il tuo corpo parla dandoti tutti questi problemi è nascosto nelle pieghe del tuo corpo-mente, cioè anche nella tua anima, nei tuoi pensieri e sentimenti, ed è solo facendo un lavoro da dentro, nella tua interiorità che puoi uscirne vittoriosa, ovvero libera come vuoi giustamente essere. Se credi possiamo parlarne in un colloquio conoscitivo e gratuito. Rispondi a questo messaggio e ti propongo un appuntamento. Ricevo a Milano in via Foppa o in corso Lodi. Un caro saluto Dott.ssa Giuliana Rasi...

Che fare con i miei problemi?

Apri domanda

vedi Shalom, il tuo Karma, come lo chiami tu, te lo crei tu. Dalle risposte che ricevi dalla vita (problemi alimentari e depressione..) puoi accorgerti di quali domande le stai facendo. Evidentemente non sono quelle giuste. Allora non c'è che imparare a fare le domande giuste, per ricevere ciò che ognuno si merita, cioè una vita piena e soddisfacente. Imparare a fidarsi e a chiedere aiuto, ad esempio. Non voglio semplificare, so quanto è invasivo il tuo disturbo o almeno posso immaginarlo. Però già con questa domanda spedita vi etere a chi ti può ascoltare dimostri coraggio. Allora vai avanti! Se credi possiamo approfondire in un colloquio privato. Ricevo a Milano. Il primo incontro è gratuito. Un caro saluto Dott. Giuliana rasi...

Difficolta` di concentrazione

Apri domanda

Buongiorno, il disagio che descrive non mi pare preoccupante, tuttavia per lei lo è e quindi va preso sul serio. Il suo lavoro mi pare lei dica che comporta tempi prolungati di concentrazione e applicazione, non mi pare strano quindi che in altri contesti di vita e relazione si ritrovi a essere distratta e a perdersi un po'. E' come se il suo corpo-mente si prendesse delle pause (dal punto di vista del corpo-mente) legittime e salutari dallo sforzo che è chiamata a compiere. Questa è solo una delle possibili origini, poi probabilmente c'è il suo stato attuale, i carichi che sostiene e il suo temperamento. In sintesi se non fosse che per lei sta diventando un problema le direi di non preoccuparsi: ci perdiamo per ritrovarci, per ritrovare parti di noi stesse. Ma solo lei può scoprire cosa preme da dentro per essere ritrovato, dandole i segnali che ha scritto. Se vuole possiamo approfondire in un colloquio conoscitivo e gratuito. Ricevo a Milano. Un caro saluto Dott. Giuliana Rasi...

riprendersi dopo un aborto spontaneo

Apri domanda

cara Leonarda, ho scritto una lunga risposta questa mattina, ma temo che si sia persa nell'etere. Poichè non ho il tempo di riprendere tutti gli argomenti ti dico solo che sei coraggiosa a parlare del tuo lutto (perchè di questo si tratta), elaborarlo è proprio questo: iniziare a far uscire fuori la marea di sentimenti che abbiamo dentro. Ci sarebbero tuttavia tante altre cose da dire, anche in relazione all'esperienza di aborto spontaneo di tante donne come te. So che può sembrarti strano ma è un'esperienza molto comune. Solo che per te è stata più traumatica dato che non è avvenuto nelle prime settimane, ma più avanti. Se credi possiamo approfondire in un colloquio. Il primo è conoscitivo e gratuito. Ricevo a Milano. Un caldo abbraccio giuliana Dott. Giuliana Rasi Psicologa e prsicoterapeuta transpersonale...

Droga

Apri domanda

cara Taty, avevo scritto una risposta più elaborata e lunga ma il sistema l'ha rifiutata. Sarò quindi breve. Capisco il tuo sconforto, ma ti consiglio di sgombrare la mente dall'idea che sei in qualche modo responsabile se i tuoi tentativi non vanno a buon fine. La responsabilità e la scelta di smettere o continuare sono esclusivamente sue, come pure l'intento di occuparsene o di rivolgersi a qualcuno. Tu puoi solo sostenerlo amorevolmente, e attendere che i tempi della sua domanda di aiuto maturino. Ciò che puoi fare per te è invece chiederti cosa ti spinge verso una persona con questo tipo di problema, lì c'è una parte tua di cui puoi occuparti tu, se vuoi.Possiamo cambiare noi stessi, mai l'altro. Se lo desideri possiamo approfondire in un colloquio. Ricevo a Milano. Un caro saluto giuliana Dott. Giuliana Rasi Psicologa e psicoterapeuta transpersonale...

Qualche consiglio è ben accetto

Apri domanda

caro Raffaele, sarò breve anch'io. Capisco il tuo desiderio di fare da solo, alla tua età è comprensibile, ma sento di dirti che ricercare a anche solo accettare l'aiuto che ci viene offerto (per esempio da tua mamma) è segno di umiltà, coraggio e maturità psicologica. La tua situazione mi sembra complessa, sei ben lontano dal non saper provare emozioni, se mai a tenerle dentro stai facendo un danno; come puoi inparare a indirizzarle verso ciò che ti fa star bene se non ti apri con qualcuno? Se ho ben capito l'hai già fatto, ma per problemi esterni (il trasloco) hai smesso. Se vuoi possiamo approfondire in un colloquio. Ricevo a Milano e il primo incontro è conoscitivo e gratuito. Un caro saluto giuliana Dott. Giuliana Rasi Psicologa e psicoterapeuta transpersonale...

Mi sono innamorata della mia amica

Apri domanda

Cara EN, mi verrebbe da rispondere: che bello questo innamoramento! Questo traspare nel racconto. Ma naturalmente le cose sono più complesse, hanno a che fare con l'esterno, il giudizio possibile della società, e con l'interno: cosa sono? cosa voglio? dove sto andando? Mi sento di dire però che i dubbi sono tutti e sempre della mente. il cuore sembra, almeno per ora, aver scelto e quindi si tratta solo di vivere pienamente ciò che la vita ci offre, sgombrando il campo dalle paure e dalle incertezze interiori. Credo anch'io, come le colleghe che hanno risposto, che un aiuto in questa fase potrebbe agevolare il compito di assumersi pienamente ciò che si è, qualunque cosa si vada scoprendo. Se vuole possiamo parlarne meglio a voce. Ricevo a Milano e il primo incontro è conoscitivo e gratuito. Un caro saluto giuliana Dott. Giuliana Rasi Psicologa e psicoterapeuta transpersonale...

Strage Charlie Hebdo postumi Allarme terrorismo

Apri domanda

cara Miriam, vedo che molti colleghi le hanno risposto ciò che anche io le suggerisco: parlarne con uno specialista. Se gli eventi esterni, per quanto terribili, scatenano ansia e allarme così forte, dobbiamo pensare che il primo nemico, ossia la paura, sia dentro di noi e questo va visto, per poter cambiare le cose, da dentro. Le uniche in fondo su cui abbiamo potere di incidere, da subito. Se lo desidera ricevo a Milano. Il primo incontro è conoscitivo e gratuito. Un caro saluto giuliana Dott. Giuliana Rasi Psicologa e psicoterapeuta transpersonale...

Depressione e abbuffate

Apri domanda

Caro Alberto, certo che puoi uscire da questa situazione! Non farti spaventare dalle facili diagnosi. Sì, forse stai usando il cibo in modo compensativo (lo dici tu stesso), ma soprattutto c'è il malessere, la confusione e demotivazione che senti. Di questo puoi occuparti, con l'aiuto di qualcuno. Se hai un buon rapporto con i tuoi genitori o un amico più grande, non esitare a parlarne. Se credi sono disponibile a parlarne con te in un colloquio privato. Il primo è conoscitivo e gratuito, ma essendo tu ancora minorenne, preferirei che tu ne accennassi ai tuoi, anche se non è indispensabile. Pensaci e fammi sapere. Un caro saluto giuliana Dott. Giuliana Rasi Psicologa e psicoterapeuta transpersonale...

superare un amore finito

Apri domanda

carissima, so quanto sei disorientata e soffri. A prima vista è lui che non sa lasciare. E' vero, questo è il suo problema, tu non c'entri, non riguarda te. Ma se ti fa così soffrire forse è anche tuo e di questo ti puoi occupare.Cosa ti impedisce di lasciare una relazione "antica", bella quanto vuoi, ma passata e forse non piu' accessibile per te? Intendo dire che la mancanza, il senso di insoddisfazione per il presente,forse, e il desiderio di qualcosa di impreciso, ma intenso che potrebbe ancora essere, tutto questo è cosa tua. Cosa ti spinge a cercare questo?? Mi spiace essere cruda, ma è questo il compito che ci aspetta: guardare a ciò che ci spinge in direzioni che sembrano andare verso i nostri desideri e magari ci allontanano. Se vuoi possiamo approfondire in un colloquio. Ricevo a Milano, ma a breve tornerò nella mia città, Torino, per delle conferenze. Se vuoi ci possiamo incontrare. Poi lavorerò per un centro, si chiama AYURWEB e dovrei venire ogni due venerdì. Un caro saluto giuliana Dott. Giuliana Rasi Psicoga e psicoterapeuta transpersonale...

Maledetta autostima

Apri domanda

Giorgia cara, il tuo problema non è affatto meno grave di altri e merita attenzione e affetto. Il mio ce l'hai già. Non ti scusare, ti rispondo con piacere e già mi piaci, sì penso che tu abbia coraggio a parlarne e penso che meriti tanto, TANTO! molto più di quanto tu non creda. Non posso ora aggiungere di più, ma sappi che ti capisco e ti sono vicina,. Se vuoi parlare con me il mio primo colloquio è gratuito. Ricevo a Milano. Sarò a Torino il 20 marzo per un lavoro e se vuoi possiamo incontrarci lì. E' anche la mia città. Non scoraggiarti e CHIEDI! Chiedi sempre. Chiedi e ti sarà dato. Un abbraccio giuliana Dott. Giuliana Rasi Psicologa e psicoterapeuta transpersonale...

L'ho lasciato ma temo di amarlo ancora

Apri domanda

cara Sarettha, certo che riuscirai ad andare avanti, ma forse con un aiuto. Mi pari chiederlo a gran voce. Lui è lui, con le sue indecisioni e i suoi problemi, ma tu sei tu e vuoi venirne a capo. Ad es. comprendere cos'è avere una vita in comune? cosa condividere e magari convivere, cosa cmporta? Cosa serva come base comune, con lui o con un altro, se lui non è pronto a questa sfida. Sei disorientata, lo capisco e la mente quando macina da sola soluzioni, non fa che perdersi nei dubbi. Mi viene da dire che andrebbero contattate le tue emozioni e i tuoi bisogni, quelli Veri e così penso tutto potrebbe schiarirsi. Se vuoi possiamo approfondire a voce. Ricevo a Milano. Un caro saluto giuliana Dott. Giuliana Rasi Psicologa e psicoterapeuta transpersonale corso Lodi 24 - via Foppa 15 - Milano...

dipendenza

Apri domanda

sono daccordo con la collega Agnese, che vedo ha risposto prima di me. Il problema non è fuori, ma dentro. Cosa la induce a essere ancora attratta da una persona che in modo del tutto evidente (cosa che lei sa riconoscere) la ricatta affettivamente e abusa di lei, del suo desiderio di lei? La risposta a questa domanda è ciò che la salva. Non in questo caso, ma sempre.E questo riguarda solo lei, il suo modo di entrare e stare nelle relazioni, o come in questo caso, rimanerne schiacciata. Se vuole ricevo a Milano, possiamo parlarne meglio e lei può decidere cosa le serve fare. Un caro saluto giuliana Dott. Giuliana Rasi Psicologa e psicoterapeuta transpersonale...

nodo che stringe la gola

Apri domanda

Sono daccordo con la collega. Due aborti in soli 6 mesi sono un'esperienza traumatica e di lutto, sia he lei l'abbia vissuta così o no. Può essere che il suo temperamento solare, oltre al fatto di avere "l'amore", le facciano sottovalutare la portata di questo fatto. Il suo corpo però non può ignorarlo e le dà un segnale: il nodo in gola. Va bene guardare avanti e pensare alla prossima graidanza, ma c'è qualcosa da elaborare, da ascoltare meglio, dentro.Se vuole sono a sua disposizione pr parlarne meglio. Ricevo a Milano. Un caro saluto e auguri! giuliana Dott. Giuliana Rasi Psicologa e pisoterapeuta transpersonale corso Lodi, 24 e via Fozza, 15 - Milano...

come uscire dal pensiero costante del cibo?

Apri domanda

Buongiorno, la sua domanda mi era sfuggita, è passato un po' di tempo e magari ha già deciso di rivolgersi a qualcuno. Lei parla di un problema con il cibo, ma accenna anche a un difficoltà più generale ad accettarsi così com'è, forse non solo rispetto al fisico. Avere un buon rapporto con il cibo e parallelamente con se stessa, penso sia non solo importante ma cruciale per il suo futuro. Lei è giovane, sono cose da prendere in tempo e non sottovalutare. Se vuole possiamo parlarne in un colloquio privato. Ricevo a Milano.Il primo colloquio è conoscitivo e gratuito. Un caro saluto e auguri di cuore! giuliana Dott. Giuliana Rasi Psicologa e Psicoterapeuta transpersonale...

Come riprendere in mano la propria vita?

Apri domanda

Caro Fabrizio, descrivi una situazione complessa e si avverte la tua confusione e spaesamento. Arriva un momento in cui diventa impellente prendere in mano sè stessi e la propria vita. Per te sembra essere arrivato. E' un momento evolutivo, non temere, capita a molti e se capita, è perchè ci si accorge che si ha un compito evolutivo da svolgere. Questo ti fa onore. Provo a darti una piccola risposta solo sulla parte finale della testimonianza, che riguarda le tue inclinazioni sessuali. Mi pare di capire che c'è tanta confusione e dolore e ansia al proposito. Mi sento di dirti che dentro abbiamo "moltitudini", a volte è necessario essere aiutati a riconoscerle e a integrarle in noi. Per questo è richiesto un lavoro interiore e forse, nel tuo caso, un aiuto. Rivologiti a un professionista di cui ti fidi, con fiducia appunto. Se vuoi e abiti nel territorio di Milano possiamo incontrarci e approfondire. Non esitare a scrivermi o contattarmi anche se non sei in zona. Un caro saluto Giuliana Rasi Psicologa e pisocterapeuta transpersonale ricevo a Milano. giulirasi@tiscali.it - cell 3488568165...

DELUSIONE TOTALE

Apri domanda

Sì, c'è ancora da salvare molto, direi tutto. La prima cosa è il tuo rapporto con te stesso. Vivere un rapporto totalizzante può portare a questo: sentire che non si esiste che per l'altro, perchè l'atro ritorni e ci faccia vivere, come prima ciò di cui sentiamo bisogno e desiderio. Ma così purtroppo ci annulliamo. Non è cosa buona e sono certa che te ne accorgerai da solo. Sei giovane, hai un sacco di tempo per trovare la tua strada e fare il tuo cammino, non solo in amore. detto questo sento che stai soffrendo molto e forse ti potrebbe essere utile un aiuto per "ritrovarti". Rivolgiti a un professionista o cercami se vuoi e se abiti nel territorio di Milano o Torino. Ricevo in entrambe le città. Un caro saluto giuliana Dott. Giuliana Rasi Psicologa e psicoterapeuta transpersonale...