sarettha domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 09/02/2015

Milano

L'ho lasciato ma temo di amarlo ancora

Sono stata con M. due anni e mezzo, stavamo bene assieme, ma poi quando sentivo di volere un evoluzione della storia, do voler andare a convivere, lui non ha voluto...fino adun giorno circa un anno fa quando all improvviso ha detto di volersi trasferire da me, nonostante fosse uno di quei prùeriodi in cui litigavamo. Mi sembrava andasse bene, non ha mai detto nulla, ma dopo solo 15 gg è tornato dal lavoro e se ne è andato, dicendo che non ce la faceva. mi ha chiesto di aspettare altri sei mesi ma è passato più di un anno e non è cambiato nulla, inoltre, sebbene avessimo sempre mandtenuto i ns spazi e interessi diversi, ad es lui è appassionato di musica, mi sembrava di essere un ripiego, che questa cosa stesse aumentando e non facevamo nulla insieme a parte uscire la sera. L'ho lasciato perchè mi sembrava non ci fosse futuro e x mantenere i rapporti e così è, a volte mi scrive e ci vediamo(abbiamo amici in comune) e anche se sto meglio di prima mi scopro a pensarlo, non ho voglia di altre storie perchè è con lui che vorrei stare, vorrei capisse, che mi dicesse che mi ama ancora..ma così non è ècome se facessimo finta di nulla, e in fondo era quello che volevo, una mia decisione. Ma sto male e lo rivorrei..cosa devo fare? parlargli o lasciare tutto così? perchè mi sento così? riuscirò ad andare avanti?

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 15/02/2015 - 17:07

Gentile ragazza,

parlare con lui in maniera aperta e sincera l'aiuterà senz'altro ad avere le idee più chiare, a definirsi rispetto a lui e alla relazione.

Un caro saluto
Dr.ssa Valentina Nappo
Psicologa e Psicoterapeuta Napoli
Terapia individuale, di coppia, familiare
Napoli Soccavo, Pompei, San Giuseppe Vesuviano
www.psicodialogando.com/

Dott.ssa giuliana rasi Inserita il 02/03/2015 - 14:33

cara Sarettha, certo che riuscirai ad andare avanti, ma forse con un aiuto. Mi pari chiederlo a gran voce. Lui è lui, con le sue indecisioni e i suoi problemi, ma tu sei tu e vuoi venirne a capo. Ad es. comprendere cos'è avere una vita in comune? cosa condividere e magari convivere, cosa cmporta? Cosa serva come base comune, con lui o con un altro, se lui non è pronto a questa sfida. Sei disorientata, lo capisco e la mente quando macina da sola soluzioni, non fa che perdersi nei dubbi. Mi viene da dire che andrebbero contattate le tue emozioni e i tuoi bisogni, quelli Veri e così penso tutto potrebbe schiarirsi. Se vuoi possiamo approfondire a voce. Ricevo a Milano.
Un caro saluto
giuliana

Dott. Giuliana Rasi
Psicologa e psicoterapeuta transpersonale
corso Lodi 24 - via Foppa 15 - Milano

Dott.ssa DANIELA SIRTORI Inserita il 19/02/2015 - 15:38

Buongiorno Sarettha,
forse non erano i suoi sentimenti ad essere in discussione ma la possibilità di rendere la relazione con M un progetto di vita e non trovando i presupposti ha deciso di interromperla. Nulla le vieta di dargli una nuova possibilità ma il suo timore nel parlagli apertamente mi fa pensare che tema di non essere corrisposta. Se sente così forte la difficoltà di andare avanti come se nulla fosse, corra il rischio, avrà le risposte che cerca...

In bocca al lupo

Dssa Daniela Sirtori - MOnza