luna d'argento domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 20/11/2014

Milano

dipendenza

Salve
vorrei riuscire ad uscire da una sorta di dipendenza verso una persona e nn so come fare...ho avuto una storia breve con essa....dopo 6 mesi mi ha lasciata....diceva che io ero troppo presa mentre lei no...ok io decido di nn sentirla e vederla più...stavo male...e così ho conosciuto un altra persona..me ne sono innamorata...x la sua sincerità,la sua simpatia e tremila altre cose che fanno di lei una persona stupenda...ecco...l'altra persona si rifà viva....giudica il mio nuovo rapporto,mi mette in cattiva luce la persona che mi è accanto...la sminuisce....iniziano le litigate a nn finire mi dice cose molto forti anche offensive...lei mi cerca....mi corteggia ancora...pretende di essere al centro della mia attenzione...ma lei nn vuole una storia...ha bisogno di me...fisicamente ama l'effetto che le faccio...e io ci ricado ancora...ma so già in partenza che la cosa mi farebbe star male...vorrei toglierla dalla mia vita....perchè sono convinta di ritrovare la mia serenità....ma allo stesso tempo nn voglio perderla...e lei mi dice che nn mi sbarazzzerò di lei così facilmente...che le dispiace ma è così....io voglio stare con l'altra persona ma c'è e c'è sempre stata una sorta di chimica tra noi...un cercarsi a vicenda x nn so quale scopo o motivo psicologico visto che nn condividiamo nulle insieme....grazie x la risposta

  5 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Stefano Iovino Inserita il 16/03/2015 - 20:42

Gentile Luna,
parlare di dipendenza equivale a parlare di un grande dolore che risiede da qualche parte dentro di noi e che non ha mezzi per venir fuori se non con aspetti sintomatologici.
Provi a chiedere aiuto ad un terapeuta e non abbia paura di cercare dentro di sè.
In bocca al lupo,

Dott. Stefano Iovino
Psicologo Clinico
Specialista in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale

Via G. Fiorelli, 12 - Napoli
Via G. Alfani, 46 - Torre Annunziata (Na)

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 09/02/2015 - 19:01

Gentile Luna,

l'essenza della dipendenza affettiva è proprio questa: pur sapendo che una certa persona ci farà stare male, non riusciamo a farne a meno, proprio come avviene con l'uso delle sostanze stupefacenti.
Il suggerimento che posso darle è di rivolgersi ad uno psicoterapeuta della sua città, privatamente o anche attraverso l'ASL.

Un caro saluto
Dr.ssa Valentina Nappo
Terapia individuale, di coppia, familiare /Napoli
http://www.pscodialogando.com/

Dott.ssa giuliana rasi Inserita il 02/03/2015 - 14:46

sono daccordo con la collega Agnese, che vedo ha risposto prima di me. Il problema non è fuori, ma dentro. Cosa la induce a essere ancora attratta da una persona che in modo del tutto evidente (cosa che lei sa riconoscere) la ricatta affettivamente e abusa di lei, del suo desiderio di lei? La risposta a questa domanda è ciò che la salva. Non in questo caso, ma sempre.E questo riguarda solo lei, il suo modo di entrare e stare nelle relazioni, o come in questo caso, rimanerne schiacciata.
Se vuole ricevo a Milano, possiamo parlarne meglio e lei può decidere cosa le serve fare.
Un caro saluto
giuliana

Dott. Giuliana Rasi
Psicologa e psicoterapeuta transpersonale

Dott.ssa Patrizia Tummolo Inserita il 11/02/2015 - 18:53

Cara Luna d'argento,
Questo tipo di relazioni sono davvero logoranti, più sono intense più sono difficili da troncare, spesso la nostra mente prova a spiegarci tutti i validi motivi per cui è una relazione sbagliata ma non riusciamo a farne a meno. Esattamente come succede per il gioco d'azzardo o per le sostanze, a volte è bene rivolgersi ad uno specialista, che ci aiuti a capire quale bisogno soddisfa questo tipo di relazioni. Le consiglio caldamente di prendere contatti con uno specialista nella sua zona sia pubblico che privato.
Resto a disposizione e le faccio i miei migliori auguri,
Cordialmente
Dott.ssa Patrizia Tummolo

Dott.ssa Agnese Tiziana Magno Inserita il 04/02/2015 - 22:36

Gentile Luna d'argento, le farò solo un invito a riflettere su un paio di frasi che lei stessa scrive, forse senza rendersi conto pienamente del peso che hanno nel suo modo di relazionarsi alla persona di cui parla:
1) "vorrei riuscire ad uscire da una sorta di dipendenza verso una persona e nn so come fare"
2) "mi dice cose molto forti anche offensive...lei mi cerca....mi corteggia ancora...pretende di essere al centro della mia attenzione...ma lei nn vuole una storia...ha bisogno di me...fisicamente ama l'effetto che le faccio...e io ci ricado ancora..."
3) "nn condividiamo nulle insieme"

A partire da questi concetti, le suggerirei di intraprendere un percorso psicologico che l'aiuti a fare chiarezza e a diventare forte al punto di avere il coraggio di decidere quale strada percorrere.
Purtroppo la persona di cui parla la conosce abbastanza bene da sapere quali sono le sue debolezze ed usarle a suo vantaggio. Finchè Lei non sarà in grado di fermare questa persona con un "no" deciso e definitivo, sarà sempre in balìa delle sue pretese.

Cordialmente,
Dr.ssa Agnese Tiziana Magno
www.facebook.com/psicologamantova