Timidezza

Disagi psicologici
Timidezza


Il termine “Timido” viene usato per descrivere le persone socialmete riservate. Si considera il timido non come qualcuno che soffre di un disturbo emotivo quanto, piuttosto, come una persona dal temperamento riservato. Le persone timide possono apparire a volte come poco comunicative e meno inclini alla compagnia degli altri ma in realtà quando serve, riescono ad impegnarsi nelle interazioni con successo.
 

La timidezza si riconosce da quell’imbarazzo che ci fa arrossire, esitare, irrigidire, sudare e tremare dinnanzi a certe situazioni.  È quella leggera paura che arriva quando ci sentiamo al centro dell’attenzione o quando non abbiamo il “coraggio” di manifestare i nostri sentimenti.
 

La timidezza è un tratto del carattere che come ogni tipo di carattere ha i suoi vantaggi e i suoi svantaggi. Da un lato può essere un limite quando si vogliono conoscere persone, dall’altro è una caratteristica  apprezzata a tal punto da essere fonte di attrazione.
 

Non è né una malattia né un disturbo perché non è caratterizzata da cronicità e non interferisce pesantemente con la vita lavorativa, scolastica, sociale, ma molto spesso crea delle difficoltà alle persone. Possiamo ipotizzare che la timidezza si collochi su una linea che vede ad un estremo i criteri per la fobia sociale e, all’altro, la loro assenza.
 

È importante non confondere quindi la timidezza con la fobia sociale. Quest’ultima è un disturbo più grave che porta la persona all’evitamento delle situazioni, all’isolamento, a non fidarsi delle persone, a limitarsi pesantemente nelle opportunità relazionali, sociali, lavorative. E la situazione può aggravarsi portando a depressione, senso di inadeguatezza, rabbia verso se stessi.
 

Se vissuta con dolore, la timidezza può essere affrontata, in tutta tranquillità, attraverso un percorso psicologico volto alla promozione del proprio benessere.
 

Su PsicologiOnline.net, attraverso l'aiuto degli specialisti, è possibile affrontare questo tipo di problematiche da un punto di vista psicologico. Non rimandare, contatta ora un professionista, fai la tua domanda e prendi appuntamento con serenità e fiducia.

Psicologi che trattano questo argomento