Come distinguere una fake news da una notizia vera in 5 step

Pubblicato il 25 giugno, 2018  / Psicologia e dintorni
fake news

"Il governo abbassa la magnitudo del terremoto per non pagare i risarcimenti"
"Boschi e Boldrini ai funerali di Totò Riina"
"a Padova, bambina musulmana di 9 anni data in sposa ad un 35enne"
"il vino prosecco danneggia i denti"
"I vu cumprà spariti sulla rambla prima dell'attentato a Barcellona"
"Ritrovamento in un paese inesistente di 500.000 schede del referendum già segnate col SI"

Questi sono piccoli esempi di notizie che hanno indignato centinaia di migliaia di persone sul web influenzando l'opinione pubblica.

C'è solo un particolare. Queste notizie sono tutte FALSE, sono le cosiddette FAKE NEWS.

Nonostante la maggior parte delle persone sia abbastanza fiduciosa, diversi studi mostrano come la maggior parte di noi non sia in grado di distinguere con precisione notizie false dalle notizie reali.

Distinguere il vero dal falso al giorno d'oggi è difficile per chiunque, basti pensare che a sbagliarsi spesso sono proprio le testate giornalistiche più famose che “rimbalzano” le notizie senza verificarne le fonti.

Non esiste una ricetta magica per scoprire la verità e non possiamo nemmeno passare 3 giorni per scandagliare ogni fonte mediatica per comprendere se la notizia che abbiamo ascoltato sia corretta.

In ogni caso possiamo imparare ad informarci meglio. Se non vogliamo farlo per avere un “mondo migliore” possiamo farlo almeno per uno scopo “egoistico” ed evitare di essere manipolati.

Questi sono 5 indizi che possono aiutarci a scoprire se abbiamo a che fare con una fakenews:

1) La notizia sembra troppo ridicola per essere vera? Probabilmente si tratta proprio di una notizia ridicola e falsa, non perderci tempo.

Non cadere nella trappola dei titoli altisonanti acchiappa clic. Certi titoli sono progettati appositamente con lo scopo di incuriosirti a cliccare e condividere. Questo perché ad ogni clic quelle “testate” guadagnano più soldi.

Evitando di cliccare e condividere impulsivamente renderai il loro business meno redditizio e contribuirai alla diminuizione di contenuti falsi virali.

Quando leggi qualcosa apri la mente e leggi l'articolo in modo critico.

2) Il contenuto della notizia ti sembra politicamente strutturata ad hoc per influenzarti a provare ribrezzo/odio contro qualcuno o qualcosa? É molto probabile che si tratti di una fakenews.

Controlla i tuoi pregiudizi.

La maggior parte delle persone non legge mai per intero un articolo, ma si sofferma solamente sul titolo acchiappa clic.

Fake news a sfondo politico solitamente sono artificiosamente costruite per creare “polarizzazione”, ovvero farti sentire fortemente d'accordo o in disaccordo in pochissimi secondi, senza lasciarti il bisogno di approfondire la questione. Lo scopo di questo tipo di fake news è quello di alimentare il conflitto sociale tra diversi gruppi di persone.

3) Notizia virale non significa per forza notizia vera

Solo per il fatto di aver sentito o letto la stessa notizia su 4 canali televisivi, 5 giornali e 10 siti web non significa automaticamente che quella notizia sia vera.

Come abbiamo già detto, spesso la notizia viene semplicemente copia-incollata dalle varie testate per essere “sul pezzo”, ma senza effettivamente aver avuto il tempo di verificarne la fonte.

Le bugie possono diffondersi più velocemente della verità. E quando una notizia falsa, un meme, un video diventa virale e condiviso da milioni di persone erroneamente si trasforma in una “prova” sociale della sua veridicità. L'errore cognitivo che commettiamo è quello di pensare “se lo dicono tutti e continuano a ripeterlo, sicuramente sarà vero”.

Piuttosto che informarsi e analizzare una notizia con spirito critico è molto più facile cliccare “condividi” ad una notizia falsa che hanno condiviso anche i nostri conoscenti, che è provocatoria, oppure che va a toccare nel profondo i nostri pregiudizi.

É importante condividere le notizie che finiscono sotto i nostri occhi con più cautela.

4) Sforzati di verificare la fonte e il contesto della notizia

La fake news è individuabile perché quasi sempre è sprovvista di fonti precise o scientifiche.

Molte volte possiamo scovare la non veridicità di una news perché vengono utilizzate “citazioni” di falsi esperti o persone inventate. Un altro trucco è invece quello di citare dei fatti reali, però completamente presentati fuori dal contesto, alterandone il significato.

5) Occhio alle notizie “strane” divulgate sui social media

Miraccomando, non informarti solamente dai social media.

In questi siti le notizie non vengono verificate prima di essere pubblicate. I social media come Facebook consentono a chiunque, privati, aziende e attivisti politici di presentare sulla tua bacheca notizie sponsorizzate (queste persone pagano per far sì che tu le veda) che sembrano storie vere.

Inoltre le notizie sulla tua bacheca sono personalizzate in base ai tuoi comportamenti di navigazione precedenti. Questo significa ad esempio che se hai messo “mi piace” o hai condiviso un post a sfondo di odio razziale è molto più probabile che successivamente visualizzerai contenuti simili, portandoti a poco a poco a canalizzare la tua attenzione su specifici argomenti.

Questi sono solo alcuni degli indicatori che possono aiutarti a riconoscere le fake news. E tu conosci altre strategie utili contro la diffusione della disinformazione? Ti va di condividerle?

Psicologi che trattano questo argomento