Prova costume? Pensiamoci per tempo

Perdere peso con lo psicologo del comportamento alimentare evitando le diete dell’ultimo secondo

Pubblicato il 5 marzo, 2017  / Alimentazione
Prova costume? Pensiamoci per tempo

L’estate è alle porte e già si pensa alla prova costume, a come perdere peso e a quali siano le nuove diete da provare. Dite di no? Che è ancora presto? Siamo a marzo, tra tre o quattro mesi verrà il fatidico momento in cui vi ritroverete in spiaggia: davvero volete ricorrere a diete superrestrittive o iperproteiche o non adatte a voi per perdere quei kili in eccesso che potete togliere iniziando adesso in totale relax seguendo una dieta equilibrata e uno stile di vita sano e attivo?

Parole al vento che con voi non funzionano, vero? Perché voi non dimagrite, a voi serve solo una dieta drastica, è l’unica soluzione efficace!

Fermatevi un attimo, parliamone e ragioniamoci. Quante volte avete fatto delle diete per la prova costume e poi, trascorso poco tempo, avete ripreso i kili persi o li avete addirittura superati?

Non sentitevi in colpa, in realtà è una reazione fisiologica assolutamente normale: il nostro corpo, quando è stabile per un po’ di tempo su un determinato peso e sta bene, registra quel momento e lo tiene in memoria come punto desiderabile di benessere. Una dieta drastica che ci porta a perdere peso in pochissimo tempo è come uno shock per il corpo, che pensa di non star più bene e reagisce cercando di ritornare il prima possibile a quel benessere di cui si ricordava. È quello che viene chiamato l’effetto yo-yo.

Fermi tutti, non serve demoralizzarsi: la soluzione c’è! Semplicemente, il corpo ha bisogno di abituarsi poco a poco al nuovo peso, quindi serve che il dimagrimento sia graduale: affinché non ci siano ripercussioni, dovremmo perdere circa 0,5-1 kg a settimana. Ovviamente, cerchiamo anche di essere consapevoli di ciò che facciamo! Non serve abbuffarsi e poi togliere drasticamente del cibo (a meno che non abbiate intolleranze particolari!), ma mangiare tutto, con moderazione.

E soprattutto, ricordatevi che non siete soli!

A chi potete rivolgervi? A un dietologo o un nutrizionista, ovviamente, che sapranno consigliarvi le diete più adatte a voi, e ad uno psicologo del comportamento alimentare per avere quella marcia in più nei momenti difficili.

Non ne avete mai sentito parlare? Noi lavoriamo insieme ai nutrizionisti e ai dietologi per VOI e per il VOSTRO benessere dal punto di vista fisico, alimentare e mentale, attraverso la motivazione, l’ascolto, l’educazione all’alimentazione e ad uno stile di vita salutare, andando a valutare insieme a voi quelli che possono essere comportamenti virtuosi o nocivi al vostro benessere. Non solo durante la dieta: anche se non avete intenzione di farne una, o pensate di non aver tempo, o credete che sia solo qualcosa di temporaneo, noi siamo qui per voi e per supportarvi nel percorso che avete scelto.

Da psicologa dello sport, inoltre, non posso non ricordarvi di far sempre un poco di moto: le occasioni sono molteplici, senza bisogno di andare per forza in palestra. Non le trovate? Pensiamoci insieme!

Non ci sono più scuse: per star bene con voi stessi la cosa migliore è introdurre piccolo cambiamenti graduali. Io sono qui per voi e per aiutarvi in questo compito. E voi, siete pronti?