Nina  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 27/03/2018

Problemi con familiari

Buongiorno, avrei bisogno con tutto il cuore di un vostro consiglio.
Sono sposata da circa 6 anni con mio marito che amo tantissimo e che mi ha regalato una bellissima bambina. Di battibecchi ne abbiamo come tutte le coppie ma tutte situazioni superabili e che fanno crescere. L’unico vero motivo di litigio che invece non riesco a superare e capire é per sua mamma e sua sorella.
Partiamo dal presupposto che sono persone chiuse con una poca tolleranza per qualcosa di nuovo. Mia suocera mi ha sempre trattato da estranea, senza voler mai saper nulla di me ma anzi, se poteva farmi sentire in difficoltà non si è mai tirata indietro. Mia cognata all’inizio sembrava disponibile per poi seguire la strada (forse anche peggiore) della madre appena ho cercato di trovare una certa distanza con quest’ultima. Il vero problema è che mi sono sentita sola, mio marito mi ha dato sempre ragione ma non ha mai preso posizione anzi. Tante volte è stato zitto e in disparte nonostante le cattiverie. La verità è che il suo comportamento mi ha ferito moltissimo. Non ho mai voluto dividere nessuna famiglia ma solo avere una persona che difendesse e faccesse scudo alla sua. Cosa che non ha mai fatto e ho dovuto far da sola, cosa non troppo facile trattandosi dei genitori di mio marito, e rispettando lui moltissimo. Sono davvero arrivata al capolinea e mi sento a pezzi l. Grazie in anticipo a tutti per avermi “ascoltata”, buona giornata.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Andrea Bottai Inserita il 27/03/2018 - 14:32

Firenze
|

Cara Nina, spero mi perdonerai se sarò franco con te. Hai costruito una perfetta macchina di tortura. Se poni le cose in questo modo, non vedo possibilità di uscita. Tuo marito deve sentirsi tirato da due cavallo che lo dilaniano. O difende te, o difende la sua famiglia di origine. In entrambi i casi deve andare contro i suoi sentimenti e patirne le conseguenze. Risultato: stallo, immobilità. Ci sono modi diversi di affrontare la questione. Per esempio prova ad apprezzare ogni minima cosa che lui fa per te. Fagli sentire il tuo apprezzamento, amore e gratitudine. E non dire niente per spingerlo a difenderti con la sua famiglia di origine. Se dovesse accadere qualche episodio in cui la madre o la sorella ti offendono dillo ma sii tu la prima a giustificarle. Mantieni questo per almeno tre settimane e guarda cosa accade. Se ci riesci poi mi racconterai.
Cari saluti.
Dott. Andrea Bottai

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 27/03/2018 - 14:57

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buon giorno Nina,
da ciò che narra la relazione con suo marito è stabile, il vostro sentimento è forte, quindi in grado di affrontare questa nuova circostanza di vita che mette a dura prova la vostra alleanza di coppia.
Pertanto le consiglio di ricercare un confronto più approfondito con suo marito in merito alla questione descritta in modo da comprendere quale sia la sua reale posizione nei confronti della sua famiglia d'origine. Come mai secondo lei non prende posizione? ha delle ipotesi? é importante comprendere le emozioni di suo marito rispetto alla situazione descritta. Potrebbe temere di ferire sia lei che i suoi familiari quindi preferisce tacere.
Questo modo di fare rientra nelle caratteristiche di personalità di suo marito?
In ogni caso le consiglio di rinforzare l'alleanza con suo marito ed attivare le risorse emotive della vostra coppia in modo da superare uniti questa fase della vostra vita.
Un caro saluto
Dott.ssa Anna Marcella Pisani