Emdr: un metodo innovativo

Muovere gli occhi per ritrovare il benessere

Pubblicato il 21 ottobre, 2015  / Ansia e Depressione
Emdr: un metodo innovativo
Come trasformare i ricordi

L'essere umano, per tutta la vita, attraversa situazioni traumatiche, senza nemmeno pensarci : malattie, interventi chirurgici, aggressioni, incidenti, perdita di persone care, il tradimento, l'abbandono, l'abuso sessuale di vari livelli, la violenza in famiglia, ecc ...

Le conseguenze possono essere molteplici, da quelle più gravi e visibili, come una forte ansia, incubi, insonnia, depressione, evitamento fobico di oggetti, persone o situazioni, ricordi inquietanti, a quelle più sottili come le convinzioni negative su sé ed il mondo circostante.

Le credenze limitanti portano delle conseguenze nella vita, e sono spesso inconsapevoli: "Non posso", "Io non sono in grado", "Io non merito", "non merito di avere piacere", "Io sono in pericolo", ecc ...

La guarigione dal trauma può portare oltre che alla soppressione dei sintomi a rimuovere le convinzione limitanti e sbloccare e favorire grandi cambiamenti e iniziative.

L'EMDR è senza dubbio uno strumento elettivo in problematiche come ansia e stress . Anche se poco conosciuto in Italia, è ampiamente riconosciuto a livello internazionale, e oggetto di numerosi studi .

Che cosa è l' EMDR ?

"E' un metodo che attraverso i movimenti oculari permette la rielaborazione delle memorie traumatiche. Questa metologia è stata sviluppata negli Stati Uniti negli anni '80 dalla Dr.ssa Francine Shapiro.

Inizialmente l'EMDR è stato utilizzato per il trattamento del disturbo post-traumatico da stress (PTSD), l'abuso sessuale, lo stupro, i traumi di guerra, le aggressioni, le catastrofi naturali e di altri tipi di violenza.

Nel corso del tempo è stato sviluppato ed applicato nel miglioramento delle prestazioni, nell' ansia generalizzata, nelle fobie, nel disturbo di panico, nella gestione del dolore cronico, nelle dipendenze ecc.


Come funziona l'EMDR?

Quando si chiede ad una persona di ricordare una situazione o sensazione traumatica, e contemporanemente si muovono gli occhi in un certo modo, il cervello riceve l'aiuto necessario per elaborare il fatto e archiviarlo in modo funzionale riuscendo a perdere la carica negativa associata all'evento, e spesso recuperare i ricordi positivi legati ad esso. Molte persone riferiscono che la sensazione ed i ricordi legati agli eventi traumatici subiscono una modifica sostanziale in positivo.

Quando si applicano i movimenti oculari nell' EMDR, questo meccanismo ristabilisce la capacità di elaborazione del sistema, che permette la ricerca di informazioni su altre reti neurologiche dove la persona può trovare ciò che è necessario capire e che cosa gli è successo e come superarlo.

L’EMDR, attraverso il movimento degli occhi "sblocca" le informazioni traumatiche e attiva la guarigione naturale del cervello.

A chi rivolgersi?

Questo metodo può essere applicato esclusivamente da uno psicoterapeuta che ha seguito una formazione certificata in EMDR, il consiglio è sempre quello di chiedere quale formazione abbia il terapeuta che esegue il trattamento e se abbia le competenze e le certificazioni per effettuare questa terapia.