Carmencita95 domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 06/04/2016

Caserta

Ripartire da zero o ricominciare?

Salve,
più di un anno fa mi sono lasciata con il mio ex dopo una storia durata quasi cinque anni. Inutile negarlo che ho sofferto molto, e questo ha inciso molto sulle mie relazioni con le persone e anche sul mio andamento universitario. Dopo un anno di solitudine, tre mesi fa ho conosciuto un ragazzo più grande di me di 8 anni (28) , che di professione fa il camionista. All'inizio è stata molto dura per me ricominciare, soprattutto perchè non sapevo come comportarmi. Poi, però, con il tempo mi sono affezionata tanto e ho capito che la felicità e fatta di piccole cose e piccoli gesti. L'unico problema è che lui è molto geloso, la causa principale di questa sua gelosia deriva dal fatto che per via del lavoro non c'è mai, e molto spesso litighiamo pesantemente. Tre settimane fa, lui ha deciso di prendersi una pausa perchè non riusciva più a gestire questa storia. Io, a malincuore, ho acconsentito, ma dopo una settimana dove non l'ho sentito e ne visto, l'ho chiamato e ci siamo visti. Quando ci siamo visti abbiamo fatto l'amore, e siamo stati molto bene. Prima di tornare a casa, lui mi ha detto che era propenso a continuare anche se non era sicuro del tutto. E così in queste due settimane quando stavamo insieme, stavamo benissimo, poi però, quando tornavo a casa e ci sentivamo per telefono era un pò distaccato. Caratterialmente siamo molto diversi, e questo è un grosso problema. Lui è geloso possessivo, molto orgoglioso, non chiede mai scusa, anche se sa che molte volte sbaglia. Domenica di pasqua abbiamo litigato pesantemente perchè io volevo capire il motivo per il quale è così distaccato, e lui come al solito , ha travisato tutto, e mi ha detto che quella sera non doveva perdonarmi e che si sente molto confuso. Io gli ho confessato di essere innamorata di lui e che non voglio perderlo, e lui mi ha guardata senza dire una parola. La serata si è conclusa con un bacio, un abbraccio e tanta tristezza. Il giorno dopo, quando mi sono svegliata ho trovato un suo msg dove mi diceva che si era stufato e che non se la sentiva di continuare. Io sono rimasta molto sorpresa, perchè pensavo che il litigio della sera precedente si fosse concluso. Io a questo messaggio ho risposto dicendo che non poteva farla finita così e che comunque a parte il carattere, quando stiamo insieme, stiamo molto ma molto bene. A questo messaggio non ho ricevuto risposta e non mi ha più richiamata. Soffro molto per questa decisione, anche perchè gli ho confessato quello che provo per lui. Adesso mi chiedo: devo cercarlo in questi giorni, oppure devo chiudere definitivamente con lui? Inoltre, devo considerare che lui in questo periodo si sente molto stressato per via del lavoro.
Non so proprio cosa fare. Mi date un consiglio per favore?
Grazie.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Simone Negrini Inserita il 06/04/2016 - 17:35

Buonasera Carmencita95,
E' comprensibile ,dopo una chiusura così netta e senza spiegazioni, come lei possa passare un momento di sofferenza e trovarsi in preda di dubbi. Sicuramente da quello che scrive si evince l'affetto e i sentimenti che lei prova per questo ragazzo, tuttavia riconosce a livello razionale che alcuni lati del suo carattere sono "difficili". In particolare mi soffermo sulla gelosia, che sebbene spesso sia una componente "fisiologica" di un rapporto sentimentale, oltre una certa misura danneggia qualunque rapporto ed è anche indice di insicurezza da parte di chi ne soffre.
Sarebbe disposta ad vivere una relazione sentimentale sul lungo termine costellata di litigi, dubbi, gelosie? Credo sia una domanda che a mente fredda lei si dovrebbe porre.
Infine credo che in un rapporto sentimentale si dovrebbe sempre amare l'altra persona in un modo tale per cui il nostro partner si senta libero.Anche di terminare la relazione,purtroppo.Anche se ovviamente questo ci fa soffrire molto.
In questo senso, avendo lui preso la decisione di rompere, probabilmente sarebbe meglio rispettare questa decisione (per quanto dolorosa possa essere) o quanto meno che sia lui a farsi sentire nel caso intenda eventualmente riallacciare il rapporto.

Saluti,
Dott.Simone Negrini
Psicologo clinico.Bologna.