Giulia  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 16/01/2021

Ascoli Piceno

Amica di un narcisista o preda da conquistare?

Buongiorno,da qualche mese sono diventata amica di un collega, che credo sia narcisista. Siamo sempre stati attratti fisicamente, ma non abbiamo mai ceduto perché entrambi impegnati (anche se lui è un traditore seriale, ha sempre storie con altre donne), o meglio probabilmente io non ho mai ceduto nonostante il suo corteggiamento costante. Ora è nato un affetto tra noi, una bella amicizia, ma tutto ruota comunque intorno a lui e alle sue esigenze, anche affettive. Io sono riservata, ma mi sono resa conto che non parlo quasi mai di me, perché lui è molto concentrato su stesso. è lui a cercarmi e invitarmi sempre, sento che ha bisogno dei miei consigli, incoraggiamenti, conferme. A me fa piacere averlo intorno, lo faccio volentieri perché mi piace l'idea che sia lui ad avere bisogno di me, ma mi fa anche soffrire, in realtà sono io ad avere bisogno di lui... sono innamorata e soffro tantissimo perché non so se questo sentimento è ricambiato o se lui sia solo attratto fisicamente da me e al contempo mi voglia bene come amica. Ho letto spesso che è meglio scappare dai narcisisti, è vero che non possono cambiare e non possono amare o provare affetto? È il motivo per cui ho paura ad andare avanti in questa relazione... forse proprio per questo preferisco mantenere questa amicizia strana, ma bella. Ho letto che i narcisisti sono manipolatori pazienti e io mi sento un po' preda. Mi chiedo: non è che il fine di questa amicizia sia per il mio amico quello di sedurmi visto che non cedo ai suoi corteggiamenti? Mi dovrei lasciare andare o è meglio evitare relazioni con narcisisti? Grazie

  4 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 17/01/2021 - 10:28

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Giulia,
da ciò che narra, credo che sia utile per lei porsi alcuni quesiti essenziali:
1) in che modo ha concluso che il suo collega sia narcisista? Ossia, è una sua ipotesi o è una condizione accertata da esperti? Mi spiego meglio: il narcisismo è un disturbo di personalità molto complesso e pervasivo, e per formulare una tale diagnosi è necessario sottoporsi a visite specialistiche. Come lei immaginerà, non è assolutamente sufficiente confrontare la persona in questione con i criteri diagnostici che si trovano su internet per concludere che sia affetto da narcisismo. E' plausibile che abbia dei tratti narcisistici, ma quelli può averli ognuno di noi, senza che ciò si configuri in un disturbo di personalità. Perciò, il mio primo consiglio è sospendere il giudizio sull'assetto di personalità del suo collega, perchè potrebbe essere fuorviante.
2) Spostare il focus dell'attenzione su Giulia. Ossia chiedersi come mai oggi Giulia, essendo già "impeganta" in un'altra relazione, nutra questo interesse verso il suo collega? Cosa manca nella sua relazione che il suo collega potrebbe colmare, secondo lei? Come sta nella sua vita, più in generale, al di là della questione qui descritta? E' soddisfatta della sua vita?
Le auguro in ogni caso, di risolvere la sua situazione.
Un caro saluto.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma).

Dott.ssa Valentina Bennati Inserita il 18/01/2021 - 09:41

Lucca
|

Buongiorno Giulia, la personalità narcisista affascina e attira a tal punto che è difficile per chiunque tenersi indietro e non farsi toccare. Quindi quello che le sta accadendo è normale e comune a tanti. Quello che la può aiutare è cercare di ascoltarsi e riuscire a scindere ciò che è pura ammirazione e infatuazione per i tratti brillanti ai quali si trova davanti oppure un sentimento più profondo. Ci sono tanti aspetti nella personalità narcisista, quelli più visibili di orgoglio e ricerca di ammirazione, intelligenza, prontezza nella comunicazione e quelli che la persona cerca in tutti i modi di non far vedere all'esterno, e questi comprendono l'insicurezza, la vulnerabilità, la sensazione di vuoto e aspetti di vergogna. Chi sceglie di vivere con un narcisista si prende tutto il pacchetto. Sì è vero, la maggior parte delle persone dicono che bisogna stare alla larga da questa personalità. Ci sono persone che vengono risucchiate nel loro mondo e finiscono per annullarsi per l'altro. Ma c'è chi sceglie di viverci consapevolmente e si assume i rischi della convivenza. Nessuna scelta è sbagliata se è una scelta consapevole. La cosa importante è sapere a cosa possiamo andare incontro e soprattutto conoscere se stessi, le nostre vulnerabilità e la vita che vogliamo vivere.
Un caro saluto, dr.ssa Valentina Bennati

Dott.ssa Daniela Benedetto Inserita il 17/01/2021 - 06:21

Roma - Monte Verde, Portuense, Gianicolense, Macca
|

Gentile sig.ra lei ha molto chiara la situazione ed il suo intuito rispetto all’eventuale epilogo non mente.
Forse la domanda da porsi e’ cosa le rende difficile nel fidarsi di se stessa e di ciò’ che gia’ intravede. Forse e’ proprio il senso di indecisione e di insicurezza, questa necessità di rassicurazioni e di conferme nell’essere apprezzata e ‘vista’ che rendono la ‘preda’ appetibile. Ma la ‘preda’ che fine fa quando il predatore e’ affamato e ha bisogno di appagare il suo ‘vuoto’?
Un cordiale saluto

Dott.ssa Alessandra Melli Inserita il 17/01/2021 - 10:51

Mestrino
|

Buongiorno Giulia, il narcisismo è un disturbo ( od un tratto) di personalità che merita adeguati approfondimenti psicodiagnostici e che presenta aspetti spesso non adeguatamente evidenziati dal senso comune , nutrito da infinito materiale in ambito, fino a farne un'etichetta, purtroppo impropriamente molto inflazionata . Non credo sia funzionale per lei decidere sulla base di strategie di relazione correlate all'immaginario stimolato da questa etichetta: " Ho letto che i narcisisti sono manipolatori pazienti e io mi sento un po' preda. Mi chiedo: non è che il fine di questa amicizia sia per il mio amico quello di sedurmi visto che non cedo ai suoi corteggiamenti? Mi dovrei lasciare andare o è meglio evitare relazioni con narcisisti?". Si dia il tempo ed il modo di conoscere questa PERSONA , essendo se stessa , valutando ciò che per se stessa è un valore importante, chiedendosi a quale bisogno risponda il suo piacere di averlo intorno, e quale bisogno rimanga al contrario insoddisfatto, quando lui è concentrato su se stesso ed il suo bisogno di conferme.

Cordialmente.

dott.ssa Alessandra Melli