Veronyca domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 30/05/2015

Reggio Calabria

Ho un comportamento ossessivo verso il mio ragazzo

Salve.. Sono Veronica... Chiedo il vostro aiuto per capire meglio perché ho questo comportamento verso il mio fidanzato.. Stiamo insieme da un anno e mezzo.. E ogni giorno che passa io divento sento più ossessiva.. Non mi ha mai dato motivo di dubitare di lui però ho un eccessiva paura di perderlo... Se, per esempio, un giorno lui per mezz'ora non può stare con me io divento nervosa ho voglio di piangere penso le peggio cose.. Ma ripeto.. Non ho motivo per pensarle .. Sono io che sono così.. E non mi è mai capitato con nessuno.. Ho chiesto aiuto perché ho paura di perderlo per questo mio comportamento... Grazie mille ..

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 12/06/2015 - 11:07

Gentile Veronica,

se "è così", come scrive lei, ci sarà un motivo da ricercare nella sua storia passata, individuale e familiare.

Crede che un colloquio con uno psicoterapeuta possa esserle di aiuto?

Resto a disposizione

Dr.ssa Valentina Nappo
Terapia individuale, terapia di coppia, terapia familiare
Napoli Soccavo - Pompei - San Giuseppe Vesuviano
www.psicodialogando.com

Dott.ssa LYDIA CUPPARI Inserita il 10/06/2015 - 22:26

Cara Veronica, forse questa volta credi di aver trovato la persona giusta e per questo temi di poterla perdere. Ovviamente questo comportamento può portare a danneggiare il rapporto. La prima cosa da fare è l'autoanalisi. Devi riflettere e acquisire consapevolezza delle motivazioni dei tuoi comportamenti. La tua sicurezza da cosa nasce? Ti manca qualcosa che ricerchi in lui e per questo hai paura di perderlo? Ripeti degli schemi comportamentali che magari mettono in atto persone a te familiari? Hai paura di restare da sola? Cosa temi veramente? Ti consiglio di riflettere e provare a rispondere a queste domande...è il primo passo. Se vuoi, resto a disposizione anche tramite mail se volessi approfondire con maggiori dettagli quanto raccontato. A presto Lydia Cuppari.