Nadia domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 08/11/2015

Paranoia

Ciao, sono nadia, e avrei davvero bisogno di un consiglio.
Sono perennemente paranoica, e ansiosa, ed è un problema di cui non riesco liberarmi.
È abbastanza importante, perché rischia di rovinarmi la relazione e anche la vita in generale.
È una cosa psicologica, e così faccio solo del male a me stessa, per niente alla fine.
Il motivo principale a mio parere, è il mio passato, alcuni eventi del passato che mi hanno segnata.
Ho sempre paura che il mio fidanzato mi tradisca, e questa paura scatena in me paranoie assurde, a volte sembro pazza, davvero.
Ma non solo con lui, si beh SOPRATTUTTO con lui, ma anche in amicizia e altre cose, faccio di tutto una paranoia.
Quando finalmente riesco a stare bene e essere felice, rovino tutto.
Aiutatemi, grazie, ho davvero bisogno di un consiglio per liberarmi di queste assurde paranoie e ansie inutili.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Maria Benedetta Atti Inserita il 08/11/2015 - 16:42

Zola Predosa
|

Buona sera Nadia. Sembra che lei abbia già una sua spiegazione di come mai ci sia questa difficoltà a fidarsi degli altri e soprattutto questo timore di essere danneggiata. Sarebbe utile però poter confrontarsi con un esperto riguardo alla sua idea e insieme cercare di dare un significato a queste difficoltà per poter vedere le cose da un altro punto di vista e così poter uscire da questo circolo che la porta solo a star male e ad allontanarla dagli altri.
Le consiglio quindi di cercare un esperto a cui potersi rivolgere.
Se ha domande non esiti a contattarmi.
Dott.ssa Atti Maria Benedetta

Dott.ssa Chiara Francesconi Inserita il 08/11/2015 - 20:37

Buonasera Nadia,
dalle sue parole sembra essere consapevole che il modo in cui agisce attualmente possa essere dovuto in parte a vicende passate che hanno influito sul suo modo di vedere il mondo, gli altri e se stessa. Per poter far un migliore uso di queste intuizioni, credo le sarebbe utile seguire un percorso terapeutico che possa dare un significato più chiaro a ciò che ha passato, come l'ha vissuto, che segno ha lasciato e come gestire tali emozioni e sensazioni nel presente evitando che vadano ad inficiare i nuovi rapporti sociali e sentimentali. Purtroppo non esistono consigli preconfezionati e universali, poiché ogni persona ha un vissuto e una soggettività che non è possibile generalizzare. Il fatto che noti ripercussioni negative del suo comportamento (quindi che reputi il successivo comportamento altrui come una reazione al suo stesso comportamento e non come una "cattiveria" che succede senza ragione) potrà essere un buon passo per motivarla a scoprire come smussare alcuni aspetti del suo carattere.
Attualmente la psicoterapia cognitiva si avvale di una strategia terapeutica chiamata Schema Therapy che mira proprio all'individuazione di particolari "schemi", cioè circoli viziosi ripetitivi (formati da pensieri, emozioni e azioni) che vengono messi in atto ripetutamente, in molteplici occasioni e situazioni di vita (tra cui rientrano anche gli schemi di sfiducia, diffidenza, sensazione di ricezione di poco amore e considerazione) e alla loro esplorazione e modificazione, in modalità più flessibili e funzionali di vivere la vita e le relazioni interpersonali.
A disposizione per ulteriori informazioni,
un caro saluto,
dott.ssa Chiara Francesconi - Psicologa cognitivo comportamentale
www.chiarafrancesconi.it