Miriana domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 18/02/2016

Estremo disequilibrio

Salve professionisti! come esplicita chiaramente il titolo del post sto attraversando un periodo di 'estremo disequilibrio'.. considerando dei fattori esterni e dei cambiamenti a cui sono andata in contro in termini di stile di vita o luogo in cui vivere(non vivo più con i miei causa università) direi che non si tratta più solo di un'armonia che ho sempre cercato all'esterno, ma credo seriamente di essere arrivata alla conclusione di avere conflitti interiori rimasti irrisolti per troppo tempo.. ho sempre cercato di nascondere le mie paure , le mie ansie dietro un carattere difficile e forte che molto spesso non ha permesso agli altri di capirmi fino in fondo.. di conseguenza, specie di recente, ho difficoltà a relazionarmi con gli altri. sono diffidente per valide ragioni e non riesco più a godermi nessun genere di momento in compagnia.. credo di aver bisogno di un aiuto più serio e concreto, che non sia un semplice sfogo momentaneo con una qualsiasi amica.. grazie in anticipo

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Cristina Fumi Inserita il 18/02/2016 - 20:43

Cara Miriana,

ottima analisi! Ottima intuizione del finale!

si, da soli però non si va da nessuna parte.

Cito dal libro "Il piccolo principe" di Antoine-Marie-Roger de Saint-Exupéry
"La mia vita è monotona. Io do la caccia alle galline, e gli uomini danno la caccia a me. Tutte le galline si assomigliano, e tutti gli uomini si assomigliano. E io mi annoio perciò. Ma se tu mi addomestichi, la mia vita sarà come illuminata. Conoscerò un rumore di passi che sarà diverso da tutti gli altri. Gli altri passi mi faranno nascondere sotto terra. Il tuo, mi farà uscire dalla tana, come una musica. E poi, guarda! Vedi, laggiù in fondo, dei campi di grano? Io non mangio il pane e il grano, per me, è inutile. I campi di grano non mi ricordano nulla. E questo è triste! Ma tu hai dei capelli color dell'oro, allora sarà meraviglioso quando mi avrai addomesticato. Il grano, che è dorato, mi farà pensare a te. E amerò il rumore del vento nel grano... Disse la volpe: ecco il mio segreto. È molto semplice: non vedo bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi."

Insieme a qualcuno d'altro è possibile avvicinarsi a quell'essenziale a cui tutti aspiriamo... e quello che tra le righe leggo tra le tue parole che hai scritto a noi, qui.

Un caro saluto

Dott.ssa Cristina Fumi
Psicologa-Psicoterapeuta
Milano
www.studiokaleidos.it

Dott.ssa Elena Parise Inserita il 18/02/2016 - 15:38

Buongiorno Miriana,
Innanzitutto mi sembra un'ottima cosa il riconoscere di aver bisogno di un aiuto di un professionista, partirei sicuramente da questo.
Credo fortemente che nascondere le proprie ansie, le proprie preoccupazioni, le proprie paure a favore di un carattere apparentemente forte sia a volte controproducente. Se io ho paura o sono in ansia per qualcosa, il far finta di non esserlo permetterà solo di aumentarle e farle diventare più grandi e più inaffrontabili. Quindi, è bene metterci mano.
Ci sono delle aree che meriterebbero più tempo e un approfondimento: l'estremo disequilibrio a cui accenna, l'armonia ricercata all'esterno, la diffidenza per valide ragioni.
Come già detto all'inizio di questa mia risposta, penso sia molto importante il fatto che riconosca di aver bisogno di un aiuto esterno. Se quindi pensa che rivolgersi a un professionista della sua zona o di questo portale possa esserle di aiuto, lo faccia. Per se stessa.

Resto a disposizione, si senta libera di contattarmi per qualunque chiarimento.

Dott.ssa E. Parise - Psicologa