Omosessualità

Benessere e crescita personale
Omosessualità

 

Omosessualità e società: la difficoltà di essere se stessi
 

Quando si parla di omosessualità si intende fondamentalmente l’attrazione sessuale verso persone dello stesso sesso.

 

L’omosessualità però non è soltanto un orientamento sessuale o un modo di essere puramente personale e intimo. Oggi come oggi rappresenta anche una posizione nei confronti della vita e della società. Gli omosessuali rappresentano tutt’ora una minoranza discriminata e spesso emarginata per cui molto spesso diventa complesso e doloroso addirittura poter essere se stessi.

 

L’omosessualità non è una scelta o una malattia, ma un modo di essere, una forma della sessualità. In una società caratterizzata dai pregiudizi, un omosessuale può non comportarsi sempre da omosessuale. I suoi atteggiamenti possono variare a seconda delle circostanze. Un omosessuale può ad esempio comportarsi da eterosessuale in ufficio, comportarsi in maniera ancora diversa nella relazione in famiglia, esprimere il proprio orientamento solo con qualche amico.

 

Inoltre mentre l’eterosessuale viene educato fin da piccolo ad essere tale, questo non accade per un omosessuale che molto spesso prende coscienza del proprio orientamento sessuale durante l’adolescenza o in età adulta, dovendo rielaborare tutto quello che gli è stato insegnato fino a quel momento.

 

Dover nascondere una parte essenziale dei propri desideri e bisogni affettivi, mostrare solo un lato superficiale di se stessi, non sentirsi accettati, può provocare forte dolore, disagio e rabbia.

 

Omosessualità: il ruolo dello psicologo
 

Il compito dello psicologo, riguardo al tema dell’omosessualità, può essere fondamentalmente di tre tipi:

  • Compiere la “missione” di divulgare corrette informazioni sull’omosessualità, trasmettere conoscenza per cercare di debellare i pregiudizi ancora presenti nella società
  • Offrire sostegno a genitori, parenti, partner di persone omosessuali, accompagnandoli nel percorso di accettazione, rielaborazione dei vissuti, presa di coscienza
  • Sostenere il difficile percorso che deve affrontare la persona omosessuale (difficoltà legate all’accettazione e al segreto, fare outing, elaborazione di sentimenti, emozioni e progetti per il futuro ecc.)

 

Non rimandare, contatta ora un professionista, fai la tua domanda e prendi appuntamento con serenità e fiducia.

Psicologi che trattano questo argomento