Test: Soffri di insonnia?

TEST DELL’INSONNIA


L’insonnia è un disturbo piuttosto diffuso che riguarda il sonno e che si manifesta con la difficoltà di addormentarsi o di dormire senza interruzioni nel corso di tutta la notte. Sembra colpire più frequentemente le donne e le persone anziane.


Secondo le statistiche, il 45% degli italiani soffre di insonnia transitoria, mentre 9 milioni soffrono di insonnia cronica. Se quattro italiani su dieci fanno fatica ad addormentarsi, sette su dieci accusano disturbi del sonno, e due su dieci si svegliano ben prima dell’ora stabilita.


Un cattivo sonno è anche associato ad un mal funzionamento durante la giornata (cattivo umore, irritabilità, difficoltà cognitive, scarsa produttività, eccessiva sonnolenza nelle ore diurne).


L’insonnia può essere conseguenza o parte di un altro disturbo medico o psichiatrico (si parla allora di insonnia secondaria) oppure presentarsi come forma indipendente e autonoma (insonnia primaria).


Alcuni esempi di insonnia primaria possono essere:


- l’insonnia da adattamento che si manifesta a seguito di alcuni episodi stressanti (es. lutto, perdita o cambio del lavoro, conflitti famigliari ecc)


- l’insonnia da inadeguata igiene del sonno associata ad uno stile di vita non salutare e incompatibile con una buona qualità del sonno (bere tanti caffè, fumare molto, eccessiva attività prima di coricarsi, frequenti riposini durante la giornata, orari irregolari ecc)


- l’insonnia soggettiva che si verifica quando percepiamo di “dormire male” anche in assenza di rilevanti alterazioni o conseguenze negative.


- l’insonnia psicofisiologica che rappresenta il tipo di disturbo più comune, nel quale entrano in gioco i fattori personali di mantenimento cognitivi e comportamentali, ovvero ciò che pensiamo e facciamo prima di andare a dormire (es. paura di non riuscire a dormire, pensieri intrusivi negativi, sforzarsi nel cercare di addormentarsi ecc).

Sembra quindi che l’attivazione di vari pensieri disfunzionali funga da fattore di mantenimento del disturbo del sonno e trasformi l’insonnia situazionale in un problema talvolta cronico.


Alcuni piccoli consigli per dormire meglio sono:


  • usare il letto soltanto per dormire e fare l’amore (non per mangiare, guardare la tv, lavorare, usare il cellulare…)

  • evitare un'eccessiva attività fisica o mentale prima di coricarsi

  • non bere caffè, thè e altre bibite eccitanti alla sera

  • andare a dormire soltanto quando ci si sente stanchi (e non per orari imposti)

  • imparare una tecnica di rilassamento (es. il training autogeno)


Pensi si soffrire di insonnia? Scoprilo rispondendo alle domande di questo TEST


1. Come giudichi la qualità del tuo sonno nell’ultimo mese?

2. Quanti minuti hai impiegato all’incirca per addormentarti nell’ultimo mese?

3. Nell’ultimo mese, quante volte ti sei svegliato ogni notte?

4. Ogni notte, nell’ultimo mese, quante ore hai dormito realmente, senza contare il tempo che sei stato sveglio?

5. Nell’ultimo mese ti sei sentito assonnato durante il giorno?

6. Quante volte, nel mese scorso, hai dovuto prendere qualcosa (infusioni, preparati omeopatici) per dormire?

7. Negli ultimi 30 giorni, quante volte hai fatto uso di farmaci venduti sotto ricetta medica per dormire?

Il risultato del test non è sufficiente per una diagnosi; per valutare la complessità della situazione e lo stato psicofisiologico è necessario sottoporsi ad accertamenti medici e psicologici