articoli di psicologia della Dott.ssa Annalisa Rausei

risposte dello specialista Annalisa Rausei

 3  risposte
  Vis. Profilo

Nella mia vita manca qualcosa

Apri domanda

Buonasera Francesca, non credo sia strano il fatto che a periodi lei senta che le manchi qualcosa, può essere anche da stimolo per crescere e alla fine ogni periodo della vita ha le sue necessità. Più che altro forse ogni mancanza la vive con troppa paura di non farcela, ancora più quando dipende da lei solo in parte e in effetti sia il lavoro che un compagno sono eventi in parte al di fuori del nostro controllo. Forse la difficoltà sta proprio qui, nel sentirsi impotenti e in balìa dell'esterno e lì potrebbe esserci una correlazione con ciò che ha vissuto, anche se minima. Provi a rifletterci da questa prospettiva: è vero, in quanto esseri umani siamo fragili ma non è detto che l'ignoto sia solo fonte di terrore, anzi. Spero di esserle stata utile, buona fortuna....

Ansia e attacchi di panico

Apri domanda

Credo che lei debba partire da piccoli passi e quando se la sente provare a non evitare più ciò che spaventa, ma ad affrontarlo per gradi, con un aiuto farmacologico o omeopatico se lo ritiene. Da sola o con qualcuno con cui sta bene, insomma con qualsiasi appiglio le sia di aiuto. Non si muore di panico, come arriva passa. Questo per "rieducare" il cervello agli stimoli che la spaventano. Purtroppo continuare ad evitare porta alla chiusura e non migliora le cose. Il panico è tremendo ma ti mette davanti a una grande verità, ovvero che non possiamo controllare tutto, e che dobbiamo iniziare a cercare la forza dentro di noi e può e deve essere un'occasione per capire se e perché ci si sta controllando troppo, o si sta tenendo una parte di sé chiusa da qualche parte. Questo è un sintomo "urlato", intenso, a cui va data dignità, e che scompare se si è disposti a guardarsi dentro e a farsi carico di sé. Le consiglierei di cercare un aiuto psicologico, buona fortuna....

Che senso ha andare avanti?

Apri domanda

Gentile Damiano, ognuno ha bisogno di trovare il suo di senso in questa vita. Forse è vero che non sei arrivato dove avresti dovuto e che hai perso tempo, questo non lo so, ma di fatto buttarsi giù non cambierà le cose. Cambierà le cose cercare di dare un senso a questa sofferenza, far sì che non sia inutile e imparare dagli errori, chiederti cosa e come puoi fare. Magari il tuo "sogno" è conciliabile con un lavoretto extra, che ti permetta di avere delle entrate mentre studi (se c'è da studiare) per raggiungere ciò che vuoi. Se ti aspetti di imparare e hai pazienza la partita non è chiusa, ci puoi provare. In bocca al lupo. dott.ssa Rausei...