Antonio domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 25/10/2015

Si possono cancellare 7 anni di amore?

Salve a tutti! Sono un ragazzo di 27 anni e da quasi un mese sono stato lasciato dalla mia ragazza dopo 7 anni. Ora mi ritrovo solo a dover ricostruire completamente la mia vita, dato che erano 4 anni che vivevamo insieme (studenti fuori sede) ed eravamo praticamente in simbiosi. Le sue motivazioni sono state diverse. Si è sentita molto sola in questo ultimo periodo di difficoltà per lei..io da parte mia credevo di esserle stato vicino, ma, probabilmente non le davo ciò di cui aveva bisogno. A volte c'erano discussioni nel nostro rapporto, non si era d'accordo su cosa fare la sera, su dove cenare etc... Soprattutto mi ha detto che non si sentiva valorizzata, ovvero non le facevo complimenti, non la facevo sentire importante. Tutto ciò ovviamente non era vero da parte mia, in quanto è sempre stata la persona più bella della mia vita ma lo esternavo con altre persone piuttosto che con lei...anzi con lei tendevo a scherzare sul contrario dicendole che era brutta, grassa etc.. Premetto che il nostro rapporto è iniziato molto giovane, io 20 e le 16 anni. Io vedo tutto questo come qualcosa che con il dialogo e l'amore si può superare senza problemi, perchè prima d'ora non c'era m'hai stato una vera e propria esternazioni di questi problemi come seri e reali. Lei però non ne vuole sapere più nulla di me, non crede più in me e nelle mie promesse, vuole rifarsi una vita e forse vivere alcune cose che in coppia non è riuscita a vivere. Possono sette anni finire cosi, per dei problemi che io credo siano completamente superabili? Come devo comportarmi? Devo farle sentire lo stesso la mia presenza anche se lei mi ha chiesto esplicitamente di lasciarla in pace o devo assecondarla? Ho paura che questo la porti a ricostruirsi una vita di cui io non faccia più parte. Il non riuscire a capire e avere consapevolezza di quello che ha portato alla fine nel nostro rapporto mi rende difficile anche riuscire ad andare avanti.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Patrizia Tummolo Inserita il 26/10/2015 - 13:47

Caro Antonio,
Per la mia esperienza la fine di un rapporto non è una cosa improvvisa, ma solitamente è un lento processo che porta ad un periodo di rottura. Il fatto che alcune cose non vengano "esternalizzate" non significa che non esistono. Lavoro spesso con coppie in crisi, e nelle coppie come la vostra, iniziate in giovane età, può succedere che nel passaggio all'età adulta uno dei due acceleri un attimino, creando uno squilibrio all'interno della coppia, oppure cambiano le priorità nella vita a seguito di eventi particolari, o si può andare incontro ad un rapporto fatto di routine che annoia uno dei due o entrambi e molte altre possibilità. Ovviamente in questa sede è difficile fare un'analisi della vostra crisi e capisco che probabilmente in questo momento per te il tarlo maggiore è capire "perchè" così da cercare un rimedio. Nel caso il malessere per questo momento critico della tua vita, si protraesse per troppo tempo, o avvertissi la necessità di comprendere meglio quanto accaduto alla vostra coppia, ti consiglio di rivolgerti personalmente ad uno specialista nella tua zona. Capire cosa è successo nelle nostre relazioni passate ci aiuta a migliorare nelle relazioni future e sopratutto ci permette di non far pagare al nuovo partner colpe che non ha.
Ti auguro di trovare quanto prima un nuovo equilibrio e resto a disposizione.
Cordialmente
Dott.ssa Patrizia Tummolo