Milla  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 05/07/2021

Roma

Matrimonio con uomo maturo. Quanto influisce un'infanzia difficile?

Buongiorno, ho 21 anni e mi sto per sposare con un uomo di 65 anni.
Prima di spiegare il mio problema, devo assolutamente scrivervi qualcosa per quanto riguarda il mio passato.
Sono cresciuta in una famiglia non curante. La mamma e il papà hanno usato su di me le peggio violenze fisiche e psicologiche, durante tutta l'infanzia e l'adolescenza.
Da piccolina spesso, i miei genitori, mi cacciavano di casa ed io da sola dovevo andare al parco. Era una prova per vedere se ero talmente imbranata da farmi prendere sotto da qualche macchina oppure se riuscivo a stare attenta per strada (nonostante la mia tenera età).
Quando arrivavo, sana e salva, al parco, giocavo sempre da sola. Nessuna mamma o papà si andava a fidare di una povera bambina sola... chissà cos'avranno pensato...
Dopo qualche volta, sì avvicinò a me un signore, all'epoca 45/50enne.
Mi chiese perché fossi sola, e siccome i bambini sono la bocca della verità, gli raccontai quello che succedeva nella mia vita da quando ne avevo memoria.
Lui sì preoccupò subito, e allora decise di cominciare a prendersi cura di me.
Quando rientravo a casa, i miei genitori mi vedevano tutta apposto, i vestitini in ordine e puliti, i capelli ben pettinati, avevo qualche cerottino sulle ferite... insomma ero completamente diversa da com'ero normalmente.
Cominciarono a chiedermi chi mi faceva queste cose... e io gli raccontai tutto.
I miei genitori incontarono questo signore gentile (che non è sposato e non ha figli), e ci parlarono.
Ricordo solo che mia madre gli disse che non mi avrebbe mai più dovuto né vedere, né toccare. ( lui non è mai stato un pedofilo, anzi l'ho sempre visto come un "papà" molto dolce e premuroso)
Passarono molti anni, e giungiamo ora al problema principale: due anni e mezzo fa ci siamo rincontrati. Io quando lo vidi lo abbracciai, e gli diedi un bacio sulle labbra.
Il bacio è stato spontaneo, col passare degli anni infatti, io mi ero innamorata di lui.
Pensavo sempre a lui, guardavo sempre una nostra foto, e più la guardavo, più mi sentivo innamorata, lui è sempre stato un uomo affascinante.
Ci siamo fidanzati. Ora viviamo insieme. Ci amiamo, siamo felici, ed io sto tranquilla. Non ho più paura di fare le cose.
A Settembre ci sposeremo.
Mi sono rimasti però due problemi:
-soffro di sessuofobia
-sono vittima di malelingue di ogni tipo, per via della mia relazione con quest'uomo
Grazie per le risposte!
Saluti!

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Elisabetta Rizzi Inserita il 16/09/2021 - 11:16

Molfetta
|

Buongiorno Milla,
se è felice con il suo futuro coniuge, questo non è certo per merito di chi la critica.
Perché tiene così tanto all'opinione degli altri, quando nessuno l'ha aiutata?
Sarebbe meglio approfondire cosa intende per sessuofobia, come si manifesta, sarebbe meglio cominciare un dialogo terapeutico, per garantire il supporto di cui ha bisogno. Buona giornata. dott. ssa Elisabetta Rizzi