Vitoria  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 21/04/2020

Bologna

Rimorso: raccontare tutto o tacere per sempre?

Sto con un ragazzo da 11 anni.La nostra storia e meravigliosa e non vorrei cambiare niente. Il problema è che a l inizio ero molto confusa , non ero tanto sicura di stare con lui (anche se li facevo credere di sì). Fatto sta che Una sera mi sono vista con il mio ex. (sempre al inizio della nostra storia). Non ho raccontato niente al mio ragazzo e siamo andati avanti. Piano, piano ho capito che è lui la persona che fa per me è mi sono innamorata persa. Adesso dopo così tanti anni sento un senso di colpa enorme che non mi lascia vivere tranquilla. Non so cosa fare, raccontarli tutto (lo distruggerei penso), o tacere per sempre.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Guarasci Inserita il 22/04/2020 - 23:32

Viareggio
|

Cara Vittoria,
mi rendo conto che gestire il senso di colpa e le emozioni che questo suscita non è semplice. Ma ti chiedo "se glielo dicessi cosa otterresti?" e ancora "quale sarebbe l'obiettivo di questa confessione?".
In alcune situazioni alleggerirsi di un peso e consegnarlo a chi amiamo non sempre si rivela una strategia utile.
Se senti di aver commesso un errore, dal mio punto di vista, parlare con il tuo ragazzo è solo scaricare tutto su di lui e questo non è riparatorio, anzi! Quindi fronteggia in prima persona i tuoi sensi di colpa, compi un vero "atto di riparazione"; inizia a chiederti “cosa posso fare per riparare all'errore fatto senza fare lo scaricabarile su di lui?” Teresa Garcia-Rivera direbbe "acquista la tua redenzione".

Mi auguro con queste poche righe di averti dato qualche spunto di riflessione.
Resto a disposizione e ti auguro il meglio.
Dott.ssa Valentina Guarasci.

Dott.ssa Irene Sibella Inserita il 21/04/2020 - 12:07

Buongiorno Vittoria,

comprendo la sofferenza nel prendere una decisione così complicata. Tuttavia, mi focalizzerei sul motivo per cui lei sente il bisogno di comunicare questo avvenimento: perché proprio adesso questa necessità? Cosa sta succedendo? In questi undici anni ci sono stati altri momenti in cui ha sentito il bisogno di dirglielo? Cosa ha significato per lei l'incontro con il suo ex rispetto a quello che stava vivendo con il suo compagno? Quest'ultima è una domanda un po' difficile visto che è passato così tanto tempo. Le suggerisco inoltre di riflettere verso quale direzione vuole andare con il suo attuale compagno. Il senso di colpa è un sentimento complesso che va compreso alla luce dei contesti e dei progetti futuri.
Spero di esserle stata di aiuto almeno per cominciare a fare delle riflessioni rispetto a quello che sente.

Un caro saluto,
Dr.ssa Irene Sibella