laura domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 07/12/2017

Roma

Come dimenticare una persona, come lasciarla se occorre andare

Salve
sono una donna di 34 anni e non riesco a prendere le distanze da un amico che è per me qualcosa di più.lo è divenuto sin da subito ma non riesco a distaccarmene perchè so per certo non sia un sentimento ricambiato ne saprei come provare a conquistarlo.mi sento sola in questo periodo e pur provando a frequentare nuove persone conosciute nelle famigerate chat che detesto ma che appaiono come unico metodo di condivisione o comunque provando ad uscire con colleghi nessuno è come lui e mi sembra un incubo indistricabile.come posso fare?quali le soluzioni applicabili che non siano palestra nuove attività o affini poichè son metodi sperimentati e portatori di nulla assoluto!
grazie infinite

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Alessandro Stirpe Inserita il 29/01/2018 - 13:13

Gentile Laura,
la tua richiesta mi permette di ragionare su alcuni aspetti relativi alla sfera dell'emozione. Penso che non si possa trovare "qualcuno come lui" perché, nel bene e nel male, siamo tutti abbastanza unici. Però siamo anche convinti che non esiste un'unica "metà della mela"! Lo abbiamo sperimentato, innamorandoci più volte e pensando che fosse quella giusta... i meccanismi di adattamento del nostro "essere" umani ci fornisce strumenti per superare situazioni di crisi e provare di nuovo a raggiungere la felicità. Questa credo tu possa trovarla nelle chat, come no, nelle palestre, come anche in un ristorante o in un bar! I luoghi sono fatti dalle persone, dipende tutto da te... guarda il mondo con nuovi occhi, cerca qualcuno che ti piaccia, non qualcuno che non ti vuole... per quanto possa sembrare complicato, vedrai, giorno dopo giorno, diventerà una strada da percorrere facilmente...
in bocca al lupo,
dott. Alessandro Stirpe

Dott. Dario Coderoni Inserita il 11/12/2017 - 21:06

Cara Laura,

addentrarsi nei meandri dei problemi amorosi in qualche riga è cosa ardua, oltre che ingiusta. Tuttavia, possiamo provare a fare un pò di chiarezza rispetto a ciò che presenti. Da quello che scrivi sembra proprio che tu le stia provando tutte per scacciare dalla mente il dolce pensiero che ti sta travolgendo. Ma a quanto pare, più provi a non pensarci , più l'oggetto "in-desiderato" ti ritorna alla mente come se fosse uno scherzo del destino, un crudele paradosso. Permettimi di dirti che sono d'accordo con te; in questo caso palestre e palliativi non ti saranno d'aiuto. E se sei, come dici, assolutamente certa che lui non corrisponda, tanto vale provare a metterci un punto. Perciò di nuovo, se le distrazioni ti portano solo a peggiorare la situazione, proviamo a fare il contrario. Fai un gioco innocuo: durante la giornata prova a pensare volontariamente a questa persona, ritagliandoti uno spazio di 15 minuti in cui non farai altro che pensare a lui e a ciò che vi lega. Sforzati più che puoi, perchè non potrai pensare ad altro se non a lui. Terminati i 15 minuti puoi riprendere le tue attività normalmente. Quando il fantasma ci insegue, invece di scappare, ci voltiamo e lo tocchiamo. Chissà che non decida di lasciarci stare...

Un caro saluto,

dott. Dario Coderoni (Roma)