madi domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 25/08/2014

Parma

è possibile una vita normale per un borderline?

escludendo tutte le manifestazioni del disturbo ma non potendo eliminare il modo di percepire vedere e valutare ogni situazione persona e relazione si puo avere una .... di vita normale? e come? se l amore non è mai reale? perché è cosi difficile anzi impossibile eliminare il meccanismo di idealizzazione e svalutazione delle persone vicine? perché è cosi difficile giudicarle realmente?
se l'amore è al centro di ogni cosa e il succo della vita un borderline che deve fare? sperare nella compassione di dio che lo comprenda e abbia pietà della solitudine che lo circonda per tutta la vita? come sopportare questa condizione? come convivere con un vuoto nel cuore e un senso di impotenza cosi grande?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Camilla Marzocchi Inserita il 12/09/2014 - 12:29

Salve Madi,
le diagnosi ci aiutano di solito a descrivere meglio alcune caratteristiche esteriori e di personalità, che possono indurre situazioni di sofferenza, ma il modo in cui ognuno le vive "all'interno" è sempre diverso e motivato da diverse esperienze di vita. Quando la diagnosi diventano solo un'etichetta definitiva sulla propria persona, rischia di diventare solo paralizzante e poco utile al cambiamento.

In generale la psicoterapia ha come obiettivo principale proprio quello di modificare "il modo di percepire vedere e valutare ogni situazione persona e relazione "; questo cambiamento di prospettiva su di sè, sugli altri e sul mondo, si traduce nella possibilità di apprendere strategie diverse di comportamento che possano aiutare a vivere meglio le situazioni negative o positive che la vita ci presenta.

Avrei bisogno di molti dettagli sulla sua storia per poter rispondere alle sue domande, tutte importantissime e degne di una risposta.

Credo che una consulenza con un terapeuta cognitivo comportamentale nella sua zona potrà aiutarla a soddisfare almeno alcune delle sue curiosità e a conoscere i trattamenti psicologici più efficaci e utili alla sua situazione.
Nella mia esperienza clinica posso dirle che un margine di cambiamento c'è sempre, anche nella situazioni più dolorose, per tutti.

Spero di averla aiutata,
la saluto cordialmente.

Dott.ssa Marzocchi
Bologna (BO)