Roberta domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 25/02/2016

Bergamo

Studio

Buongiorno ,vi contatto perché nn riesco più a trovare il giusto motivo per studiare . Può sembrare banale ma per me é un problema . Ho 29 anni , 5 anni fa ho deciso di iscrivermi all'università per dimostrare a me stessa che sarei riuscita a portare a termine un obiettivo . Sono alla fine del mio percorso universitario , mi mancano due esami... a dire il vero ne ho uno domani ma nn ho neanche l'ansia pre esame ( e questo nn perché ho studiato tutto ...anzi ci sono argomenti che nn ricordo) ... Fino a qualche anno fa riuscivo a studiare tranquillamente e con la giusta adrenalina ... oggi invece vorrei fare altro , vorrei lavorare .... mi sono stancata di alzarmi ogni mattina e sapere che l'unica cosa che devo fare è studiare , mi sono stancata di stare tutto il giorno da sola in casa ad aspettare l'arrivo del mio ragazzo la sera per poi riprendere la stessa routine il giorno dopo .... mi sento inutile ... vorrei ritrovare il mordente ,la giusta carica ... nn so cosa fare ... più vado avanti e più sento vuota e inutile ... ormai sono 5 mesi che vado avanti cosi ... cosa posso fare ? Come posso ritrovare la carica ? E cosa devo fare per questa continua sensazione di vuoto e di inutilità ?

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Elena De Franceschi Inserita il 28/02/2016 - 10:52

Aosta
|

Buongiorno Roberta,
le mancano solo due esami: dobbiamo farcela assolutamente! ;-)
E' abbastanza frequente che proprio alla fine, quando manca poco ci sia un calo della tensione positiva e che si possa arrivare ad una stasi.
Ha superato la parte più difficile, ormai è in vetta.. Non permetta che questo tempo si dilati ulteriormente o diventerà ancora più difficile!
Scopra la prossima data utile a sostenere l'esame e si iscriva senza tergiversare. E'importante che vada a quell'esame e che lo passi a prescindere dal voto. L'obiettivo adesso è concludere!
Probabilmente inizia a porsi domande sul dopo, ma non è il momento per farlo :-)
Si concentri sull'obiettivo e vada avanti un passo alla volta. Indossi il paraocchi e superi l'esame.
Se non ce la fa, si faccia accompagnare in questo delicato, delicatissimo frangente. Non deve necessariamente affrontare questa difficoltà da sola: l'obiettivo è concludere al più presto!
Non lasci passare altro tempo, è troppo importante!
Se desidera contattarmi in privato sul mio sito trova tutti i contatti: www.psicoaosta.com
I miei migliori auguri,
Dr. Elena De Franceschi

Dott.ssa Maria Grazia Passerini Inserita il 25/02/2016 - 15:09

Buonasera Roberta,
che cosa senti che è cambiato da "qualche anno fa", quando riuscivi a studiare tranquillamente, a oggi? Leggendo la tua mail, la sensazione che mi arriva è di noia rispetto alla routine quotidiana. Vorresti fare altro, vorresti lavorare ma non lo fai, cosa te lo impedisce? Immagini di poterti organizzare per studiare e lavorare allo stesso tempo? Posso immaginare la stanchezza che provi ad alzarti ogni mattina e sapere che le tue azioni saranno sempre, orientativamente, le stesse, ma l'unica che può apportare una qualunque variabile sei tu. Prova a chiederti e a immaginare di cosa hai bisogno per ritrovare mordente e carica? Immagina, cosa vuoi che accada nella tua quotidianeità per renderla "effervescente" e non più liscia? Il senso di vuoto e inutilità svanirà man mano che farai e realizzerai qualcosa di buono e funzionale per te! Buon lavoro Roberta.