Federica  domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 22/04/2021

Torino

Come comportarmi con compagni che si lamentano e giustificano?

Sono una studentessa universitaria e in questo primo anno, sebbene a distanza, sto avendo a che fare con personalità e modi di fare che prima non mi erano molto conosciuti. Una cosa che mi turba molto è questa mia cara amica che però è diventata assillante. Facciamo lo stesso corso e quindi è normale che spesso interagiamo e ci confrontiamo. Tuttavia, questa cosa è diventata leggermente pesante. Io sono anche una persona abbastanza ansiosa e insicura, ma lo divento di più se sto a contatto con qualcuno che lo è sua volta: ogni giorno mi ritrovo messaggi in cui si giustifica se fa errori in un esercizio davanti a tutta la classe, in cui dice di essere preoccupata per gli esami, che verrà bocciata, che lui studia tantissimo, e così via. Io credo che l'ansia sia comprensibile ed è giusto parlarne, però adesso questa cosa sta diventando pesante e io non so come affrontarla. Le ho detto parecchie volte che non c'è bisogno che si giustifichi con me se sbaglia qualcosa o che deve essere più sicura di sé stessa. Ovviamente non mi aspetto che lei cambi, però vorrei farle capire che è normale sbagliare, ma che lei è brava e deve credere in sé stessa, nonostante la pressione esterna etc. Questa situazione mi sta provocando insicurezza e ho addirittura dovuto spegnere il telefono spesso per evitare di trovarmi suoi messaggi. Tuttavia, non so quanto evitare il problema sia effettivamente qualcosa di efficace. Come dovrei comportarmi nei suoi confronti? E come faccio a restare distaccata dai suoi problemi? Certe volte mi faccio coinvolgere troppo e divento insicura e sto male a mia volta.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Bennati Inserita il 23/04/2021 - 08:53

Lucca
|

Cara Federica, la sua posizione non è affatto facile. In amicizia cerchiamo di dare il nostro aiuto nel miglior modo possibile, ma a volte diventa difficile gestire le emozioni che gli altri ci trasmettono se non riusciamo a mettere dei limiti. Mettere il limite con un'amica a noi molto cara è più difficile rispetto ad altre amicizie più superficiali, perché c'è il timore di farla soffrire, di non avere abbastanza tatto per dire la nostra opinione. Continuare però a stare in una situazione che ci fa stare male e che a lungo andare può logorare la nostra amicizia non ci aiuta e non è giusto per noi perché abbiamo il diritto di vivere le relazioni in libertà e con serenità. La cosa migliore che può fare è parlare alla sua amica del suo stato d'animo e delle sue difficoltà nel gestire i suoi sfoghi. La cosa importante è stare sempre sulle sue sensazioni e sui suoi bisogni, per esempio "questa cosa mi fa sentire....avrei bisogno di...." per non mettere l'altro sulla difensiva. Se l'altro non si sente attaccato e criticato nel comportamento sarà più facile per lui ascoltarci, mettersi nei nostri panni e sarà per lui naturale accogliere le nostre richieste. Spero di esserle stata di aiuto. Un caro saluto,
Dr.ssa Valentina Bennati