Loredana domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 01/09/2016

Catania

Mia sorella

Salve sono una ragazza e ho una sorella più grande che è fidanzata da 10 mesi. Tutto qui niente di strano , ma i miei non accettano questa storia perché il ragazzo non è di buona famiglia. Io mi ritrovo a casa con un angoscia tremenda e con continue discussioni non so come dare una mano e ci sto davvero male perché pure io riconosco che non è il ragazzo giusto per lei .
Cordiali saluti

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Caterina Dragà Inserita il 04/10/2016 - 15:32

salve loredana,
quello che puoi fare tu non è tantissimo, a parte supportare tua sorella e con grande serenita' e lucidità trasmetterle i tuoi dubbi e le tue preoccupazioni..solo con una adeguata comunicazione e' possibile trasmettere all'altro i propri pensieri e farli adeguatamente comprendere.. ti consiglio di riferirlo anche ai tuoi genitori, che sicuramente allarmati da questa relazione da loro considerata errata e guidati dall'ansia di quello che potrebbe succederle innescano discussioni cercando prepotentemente di imporre le loro idee a tua sorella, cosa che difficilmente accadrà e che anzi invece potrebbero sortire l'effetto opposto, ovvero un allontanamento reale e maggiore di tua sorella da tutti voi...ora, cercate di valutare realmente i motivi per i quali questo ragazzo non viene accettato dando maggiore fiducia a tua sorella, che da sola e con un po di sana esperienza valuterà man mano il suo percorso con lui, e deciderà se proseguire o stoppare la loro storia(anche se non conosco la sua età, infatti sarebbe stato importante che tu la indicassi); se invece questo ragazzo è pericoloso piuttosto che violento allora non esitate ad aiutarla invitandola a consultare uno specialista.
a presto, e non preoccuparti vedrai che in qualche modo la situazione si risolverà.
psicologa dott.ssa caterina dragà
catania, via citelli 1.
3202308299

Dott.ssa Anastasia Zottino Inserita il 03/09/2016 - 12:47

Cara Loredana,
intanto sarebbe importante sapere quanti anni ha tua sorella, ma in ogni caso è importante riconoscere che il nostro ruolo nella vita degli altri è marginale. Possiamo consigliare le persone a cui vogliamo bene, metterle in guardia e cercare di proteggerle, e questo è bello e sano; ma quello che non possiamo fare è prendere decisioni al posto degli altri. Non possiamo e non abbiamo il potere di sostituirci alle persone nella loro vita. Avere una sorella può essere una grande risorsa, se si lavora su un rapporto in cui si può essere sincere ed autentiche, chiedere aiuto senza paura del giudizio. Credo che sia importante esprimere il tuo punto di vista a lei, ma non dimenticare mai di farlo con morbidezza, come un tenero consiglio e non come un’imposizione. Per quanto riguarda i vostri genitori, anche qui credo che sia importante lasciarle lo spazio per gestire autonomamente questa fase delicata, pur facendole sentire che anche se non condividi una sua scelta il vostro affetto resta immutato. Credo che parlare apertamente sia una grande risorsa, facendo passare all’altro quanto lo riteniamo importante e quanto vogliamo che stia bene. E poi, siamo proprio sicuri che tua sorella non sia in grado di giudicare per sé cosa sia giusto o sbagliato? Ovviamente io non posso dirlo, non conoscendo la storia, ma ti invito a riflettere su questa domanda, a provare a percepire lei come soggetto capace di operare delle scelte e capire cosa sia meglio per se stessa.
Ti abbraccio
Dott.ssa Anastasia Zottino
Psicologa
Aprilia (LT)