marimari domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 17/01/2015

Agrigento

si piò cadere in depressione a 18 anni?

mi sento vuota. non saprei spiegare altrimenti la situazione che mi attanaglia da 3 mesi a questa parte a fasi alterne.
ho 18 anni e ho perso la voglia di vivere che avevo. mi spiego meglio: ho sempre condotto una normale vita, con amici,uno sport, diversi hobby e mi sono sempre sentita serena e in pace con me stessa... fino a qualche tempo fa. non so come tutto sia iniziato ma so che è orribile essere apatica dinanzi a tutto, non avere più stimoli, soffrire di un'ansia che definirei anormale, essere ingrassata perché ormai il cibo è l'unica consolazione, non riuscire più a concentrarmi come prima a scuola e a dare gli stessi risultati( sono arrivata a sentirmi stupida) e non avere più voglia di fare danza che da sempre è stata la mia unica consolazione. e la cosa peggiore è che questo chiudermi in me stessa mi sta facendo allontanare dalle persone che mi vogliono bene e l'ho capito oggi quando la mia amica di banco mi ha detto'siamo vicine ma ti sento distante'. non so che fare, per quanto provi a riprendermi non ci riesco. so di stare male ma mi sento impotente. voglio tornare a non sentirmi inopportuna e continuamente fuori luogo, ma mi sento sola e disorientata. cosa posso fare?
grazie in anticipo

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 01/02/2015 - 20:55

San Giuseppe Vesuviano
|

Gentile ragazza,

con chi hai parlato di questo tuo malessere? I tuoi genitori ne sono a conoscenza?

Ti invito, se non lo avessi ancora fatto, ad aprirti con i tuoi e a considerare l'idea di rivolgerti ad uno specialista della tua città per un consulto.

Un caro saluto
Dr.ssa Valentina Nappo
Terapia individuale, di coppia, familiare
www.pscodialogando.com/

Dott.ssa Chiara Francesconi Inserita il 25/01/2015 - 21:08

Cara Marimari,
l’apatia, l’ansia e i pensieri negativi, purtroppo, possono arrivare ad ogni età, e l’adolescenza che stai attraversando è una delle età più caotiche e turbolente e spesso ricca di queste forti emozioni.
Sembri essere consapevole del disagio che sperimenti e delle ripercussioni negative che può avere sulla tua vita, come l’allontanamento di amici, il rendimento scolastico, la passione per lo sport e la salute fisica. L’essere umano non è mai mosso da qualcosa di casuale, è sempre possibile ricercare le motivazioni (spesso pensieri che ci sono passati per la testa così velocemente da non averli colti consapevolmente) che hanno finito per innescare questo processo di disinteresse, chiusura e senso di vuoto interiore. Alcune sedute di consulenza psicologica potrebbero esserti utili per fare chiarezza dentro di te e riscoprire le tue risorse e doti. Puoi cercare direttamente tramite questo sito dei terapeuti che ricevano nella tua zona oppure rivolgerti ai consultori familiari del servizio pubblico di riferimento. Ciò che stai attraversando potrebbe essere un periodo transitorio oppure esacerbarsi e diventare compromettente per il futuro; non sottovalutarlo.
A disposizione per ulteriori informazioni,
un caro saluto,
Dott.ssa Chiara Francesconi