chiara1993 domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 11/11/2014

Benevento

Morto dentro

Caro psicologo, cosa si potrebbe fare per una persona che non ha più nessun entusiasmo per la vita?! .Non provo più nulla per andare avanti ,non mi voglio suicidare perché non ho il coraggio,ma diciamo che già sono morta dentro .Svolgo tante attività che inizialmente erano interessanti,mentre ora non hanno nessun valore.Non posso andare da uno psicologo perché sinceramente costano troppo ,quindi puntualmente mi ritrovo sola senza nessuno con cui parlare .Sono spenta del tutto è piena di problemi che purtroppo non si possono risolvere .I miei genitori sono divorziati .Mio padre soffre di un disturbo chiamato personalità borderline( Dio solo sa quanto abbiamo sofferto io e miei fratelli nella'infanzia ) e mia madre negli ultimi anni ha sviluppato una demenza a causa di un ictus.Per quanto riguarda me ,ho avuto sempre problemi nelle relazioni, e in particolare la mia ultima storia ne sono uscita distrutta .Era una storia molto problematica dove lui pensava solo a se stesso senza mai amarmi veramente,sembra una cavolata però era la mia roccia e ora sono tanto fragile e vulnerabile.Mi sento molto sola e sento di aver fallito in tutti i campi . Niente è nessuno mi interessa più, per favore cosa posso fare per migliorare e ritrovare l entusiasmo e l energia di affrontare tutti i miei problemi? .Attualmente sono sempre senza forze e ogni giorno è patetico e noioso...vivo un agonia ogni giorno.Scusatemi lo sfogo ma vorrei davvero fare qualcosa.

  4 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 22/11/2014 - 13:27

San Giuseppe Vesuviano
|

Gentile Chiara,
nella vita si nasce, si muore e si rinasce tante volte. E' faticoso, è difficile, ma con l'aiuto di uno psicologo riuscirebbe a imparare a tener dentro tutto questo dolore esercitando al contempo il suo diritto ad essere felice.
Se non può rivolgersi ad un privato, può fare riferimento alla sua asl di appartenenza.
Cordiali saluti
Dr.ssa Valentina Nappo
Psicologa e psicoterapeuta Napoli/Bari

Dott.ssa Federica Elia Inserita il 25/11/2014 - 17:23

Ciao Chiara,
una parte di te ha scritto questa lettera ed ha chiesto aiuto,una parte di te sta in questo istante sentendo un piccolo interesse nel leggere le risposte che noi psicologi ti stiamo dando senza giudicarti ma cercando di entrare nel vivo del tuo dolore.
Tu ti senti morta ma il tuo dolore è vivo e cerca aiuto.
Non puoi più ignorare questo dolore.
Problemi "che non si possono risolvere" non esistono, esistono problemi che ci fa paura guardare da vicino, e per questo vale la pena trovare un professionista che ti segua. Risparmierai su altro, a volte basta poco per ritrovare la strada persa.
Se la tua famiglia ha avuto tanti problemi, tu non sei condannata a ripetere le orme tracciate dai tuoi, tu hai la tua vita e di questa ti devi occupare.
Dott.ssa Federica Elia
Psicologa-Psicoterapeuta Roma

Dott. Gianni D'Arcangelo Inserita il 24/11/2014 - 14:15

Chiara credo sia opportuno che affronti, con un adeguato sostegno, la sua storia e le ferite che la lacerano gettandola in uno sprofondo depressivo.
Dott. Gianni D'Arcangelo

Dott. Michele Clemente Inserita il 22/11/2014 - 08:33

Chiara, buongiorno.
È riuscita a trasmettere, fin dal titolo, tutta la sua sofferenza. Da quello che scrive indubbiamente non deve aver avuto una storia serena e non sorprende, putroppo, il suo sentirla star male. Si ricordi però che la sua storia l'ha fatta star male in passato e non deve permetterle di star male anche oggi. Un consulto da uno psicologo é necessario e, se privatamente costano troppo, puo rivolgersi a strutture pubbliche (cps, consultori).
Le auguro buona fortuna.
Dr. Michele Clemente
wwww.psicologo-in-milano.it