Vale domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 02/03/2017

Udine

Non mi riconosco

Buonasera Sono una ragazza di 22 anni e studio all'ultimo anno di università ( laurea triennale). Per motivi di studio recentemente sono stata diversi mesi all'estero. Da quando sono tornata ho notato di essere cambiata, come se avessi perso la vitalità che dovrebbe avere una ragazza della mia età. Prima di partire uscivo senza problemi con amici, amiche e il mio ragazzo. Ora tendo spesso a voler stare in casa e sentirmi a disagio poco prima di dover uscire. A volte invento delle scuse per non uscire al weekend perché sento un po' di agitazione al pensiero di dover "mettermi in mostra " o di stare in mezzo a gente piena di vita. Tutto questo si verifica quando devo uscire con la mia compagnia di amici. Quando sto col mio ragazzo, al contrario, mi sento a mio agio e protetta. Per quanto riguarda la mia vita di tutti i giorni, la settimana è incentrata sullo studio. Frequento le lezioni e cerco di studiare e scrivere la tesi. Anche per quanto riguarda questa parte della mia vita ho sempre la sensazione di fiato sul collo. Mi sento spesso ignorante (anche se so che in sostanza non è così perchè con gli studi sono messa più che bene e non ho mai avuto problemi alle superiori ) e non riesco a concentrarmi su quello che dovrei studiare perché mi sento sempre "di poco valore". In questo periodo sto spesso a casa (da sola perché mia madre lavora tutto il giorno) e a certe ore del giorno mi viene una sonnolenza che non riesco ad associare a particolari attività della mia vita (ho sempre frequentato la palestra, ma da quando sono tornata ,per un motivo o per un altro ,non sono riuscita a reiscrivermi). Sembra come se dormissi per evitare di vivere le mie giornate, per evitare di sentire il fiato sul collo dell'università e, al weekend, per evitare di pensare al fatto che al venerdì/ sabato devo assolutamente comportarmi come gli altri della mia età e non fare la "vecchia", per evitare di pensare che quando esco con gli amici la mia testa si isola non riuscendo ad essere partecipe come dovrei (come ero una volta). Il punto è questo: vorrei tornare come prima, capire perché da quando sono tornata a casa sento queste quattro mura come se fossero l'unico punto fisso della mia vita. Non capisco se sto iniziando ad avere sintomi di depressione oppure se semplicemente sto affrontando solo un periodo della mia vita. So solo che mi vergogno di sentirmi così a 22 anni.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Leonia Paola Cazzaro Inserita il 02/03/2017 - 21:04

Cara Vale,
Innanzi tutto non c'é niente di cui vergognarsi. Comprensibilmente non è una bella sensazione quella che sta vivendo e le consiglio di rivolgersi ad uno Psicologo per capire quale sia il significato di queste nuove sensazioni e quale possa essere la loro origine.

A disposizione
Dott.ssa Leonia Paola Cazzaro