Alessandro  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 08/04/2020

Pescara

Rapporto con migliore amico

Salve, vorrei esporvi un problema legato all’amicizia che mi lega con il mio amico Marco.
Ci conosciamo da 3 anni, ma è come se ci conoscessimo da tutta la vita, parliamo tutti i giorni, gli voglio bene come se fosse mio fratello e farei e faccio di tutto per lui. Il problema è che mi sembra che da parte sua ci sia poco impegno nell’essere amico.
Per lui faccio di tutto a livello economico, da lui zero sforzi per ripagarmi a livello affettivo, non economico ci mancherebbe, anzi mi dice spesso mica ti ho puntato una pistola alla testa quando mi hai fatto questo o quell’altro.
Inoltre in passato facevamo videochiamate quasi tutti i giorni, da qualche mese a questa parte non vuole più, anzi mi fa fare cose per guadagnarmi minuti di videochiamata che poi non usiamo. Inoltre sembra vergognarsi di me. In 3 anni non ha mai e dico mai messo una storia o una foto su instagram in cui compaio io, mentre con tutti gli altri suoi amici mette valanghe di storie o amici. Addirittura una volta era con lui in giro e lo chiama un amico con cui doveva vedersi poco dopo, questo amico chiede a Marco con chi era, e lui risponde “sono solo”, poi mi chiede scusa ma il danno era fatto. Ogni volta che andiamo a fare colazione insieme mi chiede dai andiamo dove stanno questi qui o andiamo dove si trova quest’altro, riferendosi ad amici suoi che non conosco. Una volta eravamo a vedere una partita insieme e lui esce dal locale per fare una videochiamata con un suo amico, mentre se fosse stato a parti invertite e io lo videochiamavo mentre era con un amico apriti cielo.
Ogni volta che cerco di fargli capire come mi sento dice che sono una vittima e devo smetterla.
Inoltre i giorni in cui usciamo sono i suoi giorni buca, mi dice se non devo fare niente si ok, oppure quando andiamo a fare colazione insieme mi chiede anzi mi dice viene anche questo mio amico, che io non conosco. Mentre quando va lui con il suo amico e io chiedo perché non mi ha chiesto di venire lui mi manda a cagare.
In sintesi Marco è assolutamente ingrato, non dimostra nessuna riconoscenza verso ciò che faccio, si vergogna di me, non ha quasi mai dimostrato l’affetto di cui ho bisogno, ogni volta che gli espongo i miei problemi a riguardo non vuole affrontare il discorso.

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Giuseppe Iannone Inserita il 10/04/2020 - 10:01

Milano
|

Buongiorno, da quanto scrivi sembra tu stia cercando un rapporto di esclusività con Marco, mentre lui si concede di vedere altri amici, anche insieme a te. Sembra anche che più tu lo rincorra e più lui scappi. A volte sembra che addirittura "si vergogni" di te. Altre volte ti propone di vedere assieme a lui altra gente. Cogli l´occasione per allargare il tuo cerchio di amicizie e conoscere nuove persone, anche con e tramite Marco. La vostra amicizia ne beneficerà. In bocca al lupo. Dr. Giuseppe Iannone - Psicologo Psicoterapeuta e Sessuologo

Dott.ssa Daria Giuliani Inserita il 15/04/2020 - 12:32

Gentile Alessandro, forse si aspetta che il suo amico si comporti come lei si comporta con lui. Questo è un errore molto comune: pretendere di essere trattatati dall'altro allo stesso modo in cui noi trattiamo lui. Ma siamo tutti inevitabilmente diversi, anche in amicizia. Dal suo racconto sembrano esserci da parte sua delle aspettative che non trovano riscontro nei comportamenti che Marco ha nei suoi confronti. Da qui il suo dispiacere e il non sentirsi da lui apprezzato.
Provi a non "rincorrerlo" più, ad aspettare che sia lui a proporgli di fare delle cose insieme, a non focalizzarsi sull'unicità della vostra amicizia ma ad aprirsi alla possibilità di fare nuove conoscenze, magari cogliendo l’occasione delle uscite con Marco e con i suoi amici. Questo potrà aiutarla a migliorare l'amicizia con Marco e magari a trovare una persona più affine e pienamente interessata a lei.

Dott.ssa Mirella Caruso Inserita il 10/04/2020 - 11:32

Gentile Alessandro fa tenerezza immaginare il vostro rapporto: una bella amicizia, un amico al quale fare riferimento per parlare, confidarsi, scambiare emozioni, esperienze, idee. Paga anche per lui talvolta, in amicizia i soldi contano poco basta stare insieme, condividere bei momenti. Lui però è ingrato e spesso si comporta facendo entrare altre persone in mezzo. Li sente come "intrusi"? Teme che Marco possa sostituirla in questo rapporto esclusivo scegliendo altre persone? Potrebbe abbandonarla? Credo che si potrebbe dare una risposta allargando il campo, cercando di porsi domande in modo più ampio. Che cosa rappresenta per lei Marco? Che cosa vorrebbe da lui che non fa.." Gli voglio bene come se fosse mio fratello”, scrive. Ha dei fratelli? E' figlio unico? Qual è il suo rapporto con gli altri ragazzi in generale.Sono domande importanti: se Marco ricambia il suo affetto ed è sincero verso di lei (non un ingrato) è molto probabile che, inconsciamente, si stia sottraendo a un suo bisogno che in questo momento fa fatica a riconoscere. Una difficoltà a socializzare? Un fratello fantasticato che non c'è o se c’è non è come lo vorrebbe? La prova che l'amicizia possa esistere? " non ha quasi mai dimostrato l'affetto di cui ho bisogno..".. di cosa ha bisogno che non può essere esaudito pienamente? Saluti.