Beatrice  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 25/05/2018

Roma

Fobia del fumo, ansia e tachicardia

Salve , soffro da anni di ansia e ho imparato a controllarla nel tempo ma nell'ultimo mese ho avuto tre episodi di tachicardia molto forte che hanno contribuito ad alimentare in modo pesante la mia ansia. Tra questi la paura di fumare , fumo da 5 anni in maniera molto moderata , 7 sigarette al giorno ca, e da quando ho avuto quegli episodi di cardiopalmo
Capita che ancor prima di accendere la sigaretta avverto tachicardia, non voglio smettere di fumare perche mi rilassava e soprattutto perche vivrei con la depressione il fatto di non fare qualcosa per via dell'ansia , ho sviluppato una forte paura verso o tachicardia , ogni volta che sento i battiti forti anche in palestra mi prende panico , non so piu come convincere la mia testa che non ce alcun rischio a fumare un po o a fare attivita fisica. Aggiungo che sono una sportiva agonista e faccio ogni anno esami ecg ecc

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 26/05/2018 - 09:51

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Beatrice,
Da ciò che narra, mi sembra di capire che non disponga di strategie efficaci per gestire l'ansia, quindi probabilmente in passato essa era presente, ma latente ed è emersa nell'ultimo mese. Cosa le è successo che ha mandato in tilt il sistema di controllo precedente? Non conoscendo la sua età e altre info sulla sua vita è difficile avanzare ipotesi sull' origine del suo disagio.
Inoltre, tengo a precisare che la nicotina è nociva in senso assoluto, indipendentemente dal numero di sigarette che si fumano.
Quindi è impensabile "convincere" la sua mente a fumare, perché la sua mente le sta suggerendo un comportamento giusto per lei, anche se di difficile attuazione.
È importante piuttosto capire come mai la sua ansia si sia focalizzata sul fumo, cosa significa fumare per lei, è l'unica strategia di cui dispone per rilassarsi?
Come vede, ci sono diversi aspetti da approfondire per poter risolvere efficacemente il suo problema.
Quindi, se è motivata a farlo, può affidarsi ad uno psicologo che potrà aiutarla a stare meglio.
Cordialmente
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)

Dott. Argo Penovi Inserita il 28/05/2018 - 13:09

Buongiorno Beatrice,

Ciò che descrive sono dei sintomi, ma ha bisogno di trovare il "motore" che alimenta la sua paura. Il fatto che lei "soffra di ansia da anni" e che ora prova questa tachicardia mi fa pensare che non abbia imparato a controllare veramente questa sua ansia. Mi permetto anche di farle notare una cosa: lei fa uno sport agonistico; probabilmente partecipa a delle competizioni o comunque vi è sempre quella sottile tensione volta a superare i propri limiti. Nella mia personale esperienza sportiva (Judo) ho fatto esperienza di questa tensione e posso capire che sia spiacevole o che sia somatizzabile (tachicardia), ma ho fatto anche esperienza che può essere gestita sul piano psicologico.

Resto a disposizione e le auguro una buona giornata!

Dott. Argo Penovi