antonio domande di Alimentazione  |  Inserita il 09/07/2014

Caserta

mia figlia la dobbiamo obbligare a mangiare

Salve, da qualche mese mia figlia si rifiuta di mangiare, l' ho portata da una nutrizionista e gli ha dato una dieta, se noi stiamo fuori casa le si rifiuta di mangiare perché non la può seguire, ripete sempre che prende chili ( pesa 60 kg h 1.63 ha 16 anni)e diche che è brutta non si foto, si guarda spesso selfie con il cellulare e le cancella.
mi aiutate a come comportarmi. Grazie

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa ivana micillo Inserita il 17/07/2014 - 22:19

Antonio comprendo perfettamente la sua preoccupazione per la situazione ma quello che mi sento di dirle è di evitare di obbligare sua figlia a mangiare, cosi che sua figlia possa evitare di sentirsi incompresa e trattata come una bambina piccola in un momento della sua vita in cui cerca di acquistare una sua indipendenza. Si tratta di un periodo complicato, l adolescenza, i cambiamenti fisici, le prime cotte, la suola, il bisogno di approvazione sociale e mi rendo conto che è complicato per voi genitori gestire le reazioni apparentemente illogiche confuse e contraddittorie di una sedicenne ma quello che dovreste fare è cercare di non farla sentire sotto pressione ma instaurare un dialogo con lei, cercare di capire cosa c è che non va in questo periodo o semplicemente farle sentire che voi ci siete, che siete un punto di riferimento e che lei può contare su di voi sempre.
Se sua figlia perde peso le consiglio di farla parlare con una psicologa. Eventualmente io sono disponibile per un incontro gratuito.

Saluti

Dott.ssa Gabriella Ghiglione Inserita il 16/07/2014 - 10:06

Buongiorno Antonio,
l'adolescenza è un periodo di grandi cambiamenti per il giovane che lo vive e, secondariamente, anche per i genitori che la vivono indirettamente. In questo periodo della vita i genitori sono un punto di riferimento importante ma, nello stesso tempo, amici ed altri adulti esterni alla famiglia acquistano un ruolo importante. Inoltre, propio in questo periodo i giovani vivono cambiamenti fisici, ma non solo. Tutto ciò era per dirle che spesso un genitore si trova in difficoltà con un figlio adolescente. Non pensi quindi di star sbagliato in qualcosa. Sicuramente le suggerisco di provare a diminuire i rimproveri ed aumentare l'ascolto, si avvicini a sua figlia mettendo da parte i giudizi e le disapprovazioni. Invece di sgridarla le faccia sapere della sua preoccupazione, provi ad instaurare un dialogo con sua figlia. Diventi un suo alleato, non un genitore da cui in adolescenza si prendono un pò le distanza perchè si vuole diventare grandi. Naturalmente, poi, se dovesse perdere notevolmente peso chieda un consulto o chieda a sua figlia se può aver bisogno di un aiuto.

Dott. Giovanni Iustulin Inserita il 15/07/2014 - 15:28

Salve Antonio, se obbligate vostra figlia a mangiare per forza, lei troverà senz'altro tutti i modi per non farlo, o per vomitare dopo avervi assecondato. Il problema non è tanto di dieta, quanto di immagine di sè, di fronte a se stessa, la famiglia, la società. Spesso i disturbi alimentari sono il sintomo di difficoltà relazionali che possono essere affrontate e risolte con terapie che coinvolgono la famiglia al completo. Vi consiglio di rivolgervi a un centro per i disturbi alimentari in cui si faccia psicoterapia familiare sitemica, così da poter migliorare le relazioni e l'immagine di sé, e di conseguenza il sintomo. Cordiali saluti.