Pet Loss: la psicologia nella perdita di un animale

Pubblicato il 6 aprile, 2015  / Psicologia e dintorni
Pet Loss: la psicologia nella perdita di un animale

 

Nella nostra società, spesso la perdita di un animale non gode di molto riguardo. Essa  è vista come una perdita non troppo intensa quanto altri tipi di perdite; se muore il nostro cane o il nostro gatto ci si aspetta al massimo di vederci tristi per un giorno o due, gli altri riconoscono con difficoltà la sofferenza per una perdita di un essere vivente con cui, in realtà, si è instaurato un profondo rapporto emotivo.

A chi soffre può essere quindi socialmente negata la possibilità di esprimere ciò che sente.

Secondo una recente indagine di Associated Press (2010) una gran parte dei proprietari considera il proprio animale domestico come un membro della famiglia tenendolo a dormire con sé e arrivando, a volte, a ritenerlo addirittura un confidente migliore del coniuge.

La compagnia di un animale domestico svolge in tal senso importanti funzioni sia di supporto contro solitudine e isolamento sia di vero e proprio sostegno sociale, aspetto questo ritenuto in psicologia psicosomatica un’importante fattore protettivo contro problemi e disturbi di natura psicofisica perché in grado di stimolare le funzioni del sistema immunitario.

Pet Loss: la psicologia nella perdita di un animaleAlcune ricerche dimostrano che i proprietari di cani che hanno avuto un infarto, un anno dopo tale episodio muoiono in minore percentuale rispetto a chi non ha animali (rispettivamente 1% vs 7%; Friedmann e Thomas, 1995).

Ugualmente, pazienti medicalizzati con animali (in particolare con cani) hanno bisogno di meno visite mediche rispetto a coloro che non hanno animali domestici (Siegel, 1990) e persone sieropositive soffrono meno di depressione rispetto a persone senza animali (Shoda, Stayton e Martin, 2011).

Inoltre, rivolgere cure ed attenzioni ad un animale domestico permette di capire cosa significa essere responsabili di un’altra vita, spostando l’attenzione da sé all'altro con effetti positivi per la propria autostima.

Per tali motivi il lutto per un animale domestico deve essere considerata comunque una cosa seria, da elaborare come tutte le altre perdite che rappresentano un legame d’amore e il legame con un animale è intenso anche perché presenta alcune caratteristiche peculiari: l’animale è dipendente dall’essere umano e proprio per questo la sua presenza è pressoché costante sul piano fisico ma anche su quello emotivo.

Infine, è importante non sottovalutare che spesso la perdita di un animale può riattivare le esperienze di lutto e perdita che la persona ha vissuto precedentemente e mettere in discussione legami di attaccamento e di separazione fino ad ora utilizzati.