DENIS domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 27/02/2018

Verona

Non riesco ad accettare che sia una donna impegnata

Buongiorno, ho 38 anni,dopo 2 anni di convivenza e 7 di matrimonio, sono stato lasciato da qualche mese e fra 3 mesi divorzieremo. Ho lavorato su me stesso con l'aiuto della mia forza d'animo e cercando l'aiuto di persone a me care, fino ad imparare a imparare a stare anche da solo. Da pochi mesi ho (ri)trovato una persona che ho incontrato per la prima volta 14 anni fa...non me la sono fatta scappare in quanto sono ancora un sognatore nonostante il matrimonio fallito sia un cruccio che mi porto dentro. Ci siamo reincontrati quasi per caso e, benché io non creda molto alle coincidenze, questa volta ho pensato di non lasciare andare anche il secondo treno. Ho trovato una persona che mi ama da morire, che amo da morire, con la quale ho molte cose in comune. Ma allo stesso tempo ho una sorta di ossessione nei suoi confronti per cui la vorrei sempre per me, ma lei ha come hobby il canto, lo fa da oltre vent'anni a livello professionistico (anche se non è il suo lavoro) ed io non riesco ad accettare il fatto che debba fare delle serate anziché stare con me negli unici giorni (fine settimana) in cui potremmo effettivamente stare insieme (perché per il resto ci si vede un paio di ore la sera e stanchi per i lavori di entrambi). Allo stesso tempo, considerando che questa sua passione è forte, io comprendo razionalmente che non posso tarparle le ali e chiederle di smettere, ma la vivo malissimo. La vivo male perché la voglio tutta per me in ogni momento possibile ma so allo stesso tempo che è un atteggiamento egoista, anche perché da questo hobby lei ricava anche dei soldi che la aiutano economicamente a mantenersi.
La amo, ma non posso stare così, provo a soffocare questa cosa dentro di me, ma alla fine dura poco e poi sfocia con tutta la sua prepotenza e non mi fa dormire la notte.
Io stesso avevo l'hobby del canto, anche se non sono arrivato nemmeno lontanamente ai suoi livelli e, anzi, per due volte di fila, l'illusione è svanita in un nulla di fatto..
Credo che anche questo comporti per me una repulsione nei confronti della musica che mi sta portando via sogni e amore.
Dovrei lasciarla, perché vivo male e perché non posso chiederle di scegliere. La verità è che non so come andarne fuori.
Non vorrei nemmeno dover ammettere che l'amore dovrebbe superare tutto ciò e che quindi non si tratti di vero amore, ma solo di una versione personalizzata egoistica di questo sentimento sfuggente.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 27/02/2018 - 23:50

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buona sera Denis,
mi sembra che in questo momento della sua vita sia opportuno per lei comprendere il significato che attribuisce al concetto di amore.
Quindi cercare di comprendere, a partire da ciò, cosa si aspetta da una donna e da una relazione sentimentale. Quando riuscirà a chiarire questi punti, potrà confrontarsi con un'eventuale partner e concordare con lei gli spazi dedicati alla coppia e quelli che ciascun partner riserva a se stesso., senza "soffocare" i suoi sentimenti.
Buon lavoro
Cordialmente
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)

Dott.ssa Alessia Bongianino Inserita il 27/02/2018 - 14:00

Milano - Porta Venezia, Buenos Aires
|

Buongiorno Denis,
Da quello che racconta si coglie bene il suo stato d'angoscia, di sofferenza e di quanto lei si senta combattuto sul da farsi. Sembra che lei faccia molta fatica ad accettare che questa donna possa avere "un altro amore". Mi chiedo cosa ci sia dietro questo bisogno d'amore incondizionato e come mai viva così male questa situazione. Sembra, da come scrive, che il canto sia stato importante anche per lei ma, nel suo caso, abbia rappresentato un ambito di delusione che deve averla molto segnato. Mi chiedo anche che cosa significhi per lei "il vero amore" di cui ha scritto sopra. Credo possa essere utile per lei intraprendere un percorso terapeutico atto a capire "la sua ossessione" e quali sono le ragioni sottostanti.
Rimango disponibile per ogni dubbio o bisogno di chiarimento.
Dott.ssa Alessia Bongianino