Lisa domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 29/04/2017

Ragusa

Bordeline o?

Salve, ho 28 anni e da 4 anni ho una relazione col mio compagno che amo e che credo fermamente sia il mio baricentro. Stiamo bene insieme siamo perfetti pure a letto,siamo complementari se non fosse per un problema che adesso sta facendo vacillare il rapporto. Sono ossessionata da qualsiasi donna che si relazioni con lui, so che mi ama e più volte lui cerca di tranquillizzarmi ma io spesso divento preda di pensieri negativi di tradimenti o di possibili delusioni da parte sua, anche lui d'altro canto è abbastanza geloso nei miei confronti ma io esagero su tutto spesso arrivo a diventare insolente e aggressiva, ossessionata da questa idea che mi fa sentire in colpa e che lo sta allontanando. Cerco di capire il perché del mio comportamento distruttivo, forse perché nella mia ex storia sono stata tradita e ho poca fiducia in me sopratutto o magari dovuto al fatto che ho subito un cattivo amore da parte di mia madre anche lei preda di delusioni e menzogne. Leggo sul web che questo comportamento può essere sintomo di bordeline, io non so come fare non voglio rovinare la mia relazione e sicuramente la mia vita in base a questo comportamento. Ho bisogno di guarire.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Giuseppe Del Signore Inserita il 07/05/2017 - 17:38

Viterbo
|

Gentile Lisa,

forse è il caso di mettere da parte eventuali diagnosi che devono essere comunque valutate da un professionista in un contesto specifico e non on-line.
Lei non ha bisogno di "guarire" ma di comprendere ciò che sta succedendo dentro di sé, evitando di alimentare sospetti e congetture infondate verso il suo partner.
In genere questi comportamenti non fanno altro che allontanare il partner anziché favorire il legame e la condivisione, quindi sarebbe utile affrontare le sue insicurezze all'interno di un contesto specifico contattando un Collega di persona. Questi suoi comportamenti, come lei ha ben intuito, potrebbero avere radici lontane oppure potrebbero essere delle ri-attualizzazioni di eventi passati, non sufficientemente elaborati.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Psicodinamica

Dott.ssa Giuseppina Cantarelli Inserita il 30/04/2017 - 17:22

Cara Lisa,
sarebbe veramente un peccato che una relazione tanto bella potesse essere compromessa dalle sue paure che paiono peraltro assai infondate. In genere, quando subentra una crisi all'interno della coppia, si è soliti assistere ad alcuni segnali inequivocabili ; disimpegno , atteggiamenti annoiati, un approccio sessuale tiepido o addirittura assente, ironie e sarcasmo fuori luogo e così via. Sembra che nel suo rapporto , non sussista alcuna condizione atta a metterla in allarme ed è quindi davvero probabile che il suo disagio, dipenda da qualche nodo doloroso di carattere psichico che probabilmente , non è stato mai affrontato, nè quindi risolto. Più che etichettarsi attraverso una particolare categoria diagnostica, credo sia arrivato per lei il momento di approfondire i motivi della sua sofferenza, poichè il rischio è davvero quello di stancare e infine allontanare questo ragazzo, per quanto ancora certamente egli sia innamorato e paziente. Il potenziamento e il consolidamento della sua autostima, unitamente all'indagine dei possibili nessi esistenti tra la sua condizione di insicurezza attuale e le angosce del passato, così come il rafforzamento delle sue difese intrapsichiche, dovranno essere scopi e obbiettivi di una buona psicoterapia che mi auguro lei possa intraprendere al più presto.
Se volesse approfondire l'argomento , non esiti a scrivermi; sarò lieta di risponderle.

Cordiali saluti.

Dott.ssa Giuseppina Cantarelli
Parma