Repx69 domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 18/11/2014

Ancona

Relazione a tre

Buongiorno,

Sono a esporre il mio problema.

Ho una relazione sentimentale da circa 6 mesi con una donna sposata.
Inizialmente doveva essere una evasione, una storiella di poco conto ma poi si è rivelata molto intensa e importante.

Lei era in crisi con il marito, un matrimonio fatto piu' x interesse che altro,lui benestante, una bambina voluta piu' da lei che da lui che ora ha 9 anni.

Lei si è decisa a lasciarlo ma quando glielo ha detto lui ha minacciato il suicidio.
Ora lei non sa cosa fare, non si sente ovviamente di doversi assumere tale responsabilita' percio' la situazione è in stand-by, vivono insieme, lui non sa niente di noi, lei fa finta di fare la moglie in tutto tranne che a letto, aspettando che lui si stanchi della situazione.
Nel frattempo anche la mia pazienza va a pezzi, non so se riuscirò a sopportare di dover approfittare ancora x molto dei suoi ritagli di tempo, in fondo lei ha tutto e quello che non ha lo ha da me......

Saluti

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Alberto Vignali Inserita il 30/11/2014 - 19:54

Gent.mo Repx69,
capisco che la sua situazione sia molto difficile da sopportare perché rimane in attesa della decisione di un'altra persona, decisione alla quale vincola la sua possibilità di piena realizzazione sentimentale.
Credo che in queste situazioni sia fondamentale porre un limite all'altra persona, dare un tempo entro il quale l'altra persona possa decidere, un tempo limite fino al quale si è disposti a sopportare questa situazione.
Fare questo naturalmente implica anche essere disposti a perdere quello che si ha e talvolta è molto difficile proprio perché si può preferire non rischiare e continuare a tollerare, ma negandosi la possibilità di piena realizzazione.
Se vuole confrontarsi con me di persona, sono disponibile nel mio studio di Pesaro per un primo colloquio gratuito.
Cordiali saluti
Dr. Alberto Vignali

Dott.ssa sara ingrosso Inserita il 24/11/2014 - 21:04

buongiorno. dalle sue parole emerge un vissuto di dolore rabbia e risentimento, che probabilmente le impediscono di godere anche degli attimi di piacere che lei e la sua compagna riuscite a strappare di nascosto da tutto e da tutti... dovrebbe cominciare a guardare dentro di sé, invece che concentrarsi su di lei e attendere la fine di un rapporto che difficilmente potrà avvenire in breve tempo... provi a fermarsi e chiedersi cosa la spinge ad accettare le briciole? perché non si sente meritevole di una relazione totale, con una donna libera, pronta a costruire una relazione profonda ed autentica con lei? forse qualcosa le impedisce di sentirsi pronto, o ha para di sbagliare o di lasciarsi coinvolgere troppo, o non si perdona qualche errore in relazioni passate.. ma dovrebbe cominciare a riflettere, invece di restare in stand by, soffrendo per la vita che il marito della sua donna vive al suo posto,, faccia chiarezza dentro di sé e si chieda quanto è disposto a rischiare per questa relazione e lo chieda anche a lei, considerando anche la presenza della figlia.. parlate a lungo e chiarite i possibili scenari.

Dott.ssa Emanuela Carosso Inserita il 22/11/2014 - 10:04

Lei racconta poco di sé, del suo passato e dei suoi desideri per il futuro. La situazione andrebbe valutata tenendo conto di molteplici fattori e soprattutto degli equilibri presenti e dei possibili scenari alternativi ove questi mutassero. Se se la sente, prenda appuntamento con un collega e si lasci aiutare a fare chiarezza in sé stesso per arrivare a prendere le decisioni migliori per dipanare la complessità della sua situazione affettiva. Auguri.